Michelisz-Huff-Monteiro: grande tripletta Honda nella Opening Race di Motegi!

Festa casalinga per la Honda, che in Giappone occupa l'intero podio grazie a Norbert Michelisz, Rob Huff e Tiago Monteiro. Le Citroën sono in Top5, La Volvo di Björk cede alla distanza ed è sesta, Tarquini a punti con la LADA.

Fantastica tripletta Honda nella Opening Race del WTCC andata in scena a Motegi.

Norbert Michelisz ha trionfato partendo in modo perfetto dalla pole position della griglia invertita precedendo le Civic WTCC ufficiali dei compagni di squadra Rob Huff e Tiago Monteiro. Per "Norbi" è il primo successo da pilota ufficiale della Casa giapponese.

Giù dal podio le Citroën C-Elysée WTCC di José María López e Yvan Muller, autori di una bel recupero dalla quinta fila dello schieramento.

Thed Björk è sesto con la sua Volvo S60 Polestar TC1: il pilota della Polestar Cyan Racing ha lottato nelle prime fasi della gara con le Honda, poi si è dovuto difendere dal rientro degli avversari e alla fine riesce a tenersi dietro la LADA Vesta TC1 di Nicky Catsburg.

Ottavo posto per la Citroën di Tom Chilton (Sébastien Loeb Racing), il quale trionfa nel WTCC Trophy. In Top10 abbiamo anche Néstor Girolami con la seconda Volvo e Gabriele Tarquini con la LADA.

Ryo Michigami è undicesimo al debutto con la quarta Honda Civic WTCC ufficiale: il giapponese si è tenuto dietro nel finale la Chevrolet RML Cruze TC1 di Tom Coronel (ROAL Motorsport), partito dal fondo della griglia.

Le Cruze di James Thompson (ALL-INKL.COM Münnich Motorsport) e John Filippi (Campos Racing) sono tredicesima e quattordicesima, con la Honda di Dániel Nagy (Zengő Motorsport) quindicesima.

Chiudono la classifica le Citroën della Sébastien Loeb Racing affidate a Mehdi Bennani e Grégoire Demoustier, incappate in un drive-through dopo pochi giri.

Ritirati Ferenc Ficza (Zengő Motorsport) e Hugo Valente (LADA).

IL FILM DELLA GARA

Partenza perfetta per Michelisz e Huff, mentre Björk viene insidiato da Chilton e Monteiro, ma la Volvo resta terza. Catsburg supera Chilton alla curva 4 e il britannico deve cedere la posizione anche a Muller alla 5.

López è ottavo davanti a Bennani e Girolami, nelle retrovie perde diverse posizioni Thompson, Valente viene al contatto con Demoustier e il pilota della LADA rientra ai box ritirandosi.

Al termine del primo giro Michelisz ha mezzo secondo su Huff, poi ci sono Björk, Monteiro, Catsburg, Muller, Chilton, López, Bennani, Girolami, Tarquini, Michigami, Demoustier, Coronel, Filippi, Thompson e Nagy.

Al terzo giro López riesce a superare Chilton nella lotta per il settimo posto, mentre davanti Björk si fa minaccioso nei confronti di Huff ottenendo il miglior giro in 1'58"156.

Drive-through per Demoustier e Bennani: il francese viene punti per il contatto con Valente, il marocchino è autore di partenza anticipata. I piloti della Sébastien Loeb Racing rientrano in fondo al gruppo.

Mentre Catsburg chiude ogni porta a Muller, López ne approfitta per raggiungere i due e sorprendere il compagno di squadra alla curva 3, conquistando la sesta piazza al sesto passaggio.

Michelisz prende il largo con 2"8 guadagnati su Huff, il quale deve controllare gli specchietti perché Björk e Monteiro sono vicinissimi. Più staccati abbiamo invece Castburg, López e Muller, con Chilton che invece vede avvicinarsi Girolami.

Al giro 7 Monteiro compie una staccata incredibile alla curva 11 e supera all'interno la Volvo di Björk. Le Honda ufficiali sono nei primi tre posti.

Björk sembra in difficoltà e viene raggiunto dal gruppetto Catsburg-López-Muller. Il pilota della LADA prova a sorprendere lo svedese della Volvo alla curva 1-2, ma va largo e apre la porta alle Citroën cedendo due posizioni; con "Pechito" c'è anche un contatto e Nicky si lamenta via radio.

La direzione gara, però, è di diverso avviso: bandiera bianco-nera per la LADA #10 per essere rientrata in pista pericolosamente. L'olandese è avvertito.

Al giro 10 Björk deve cedere il passo a López e Muller fra le curve 3 e 5, con la Volvo che vede arrivare di gran carriera anche la LADA di Catsburg, il duo Chilton-Girolami e Tarquini.

Nelle retrovie Michigami deve invece difendere la sua 11a posizione da un agguerrito Coronel, in rimonta dal fondo della griglia.

Michelisz continua a guadagnare su Huff e Monteiro portando il margine sui compagni di squadra a quasi 4". Gli ultimi giri sono una passerella per le Civic WTCC, che vanno a tagliare il traguardo in trionfo per la gioia dei fan giapponesi, mentre le posizioni alle loro spalle non cambiano.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Evento Motegi
Sub-evento Domenica
Circuito Twin Ring Motegi
Articolo di tipo Gara