López e la Citroën continuano il loro dominio: pole in Francia

Le Qualifiche del Paul Ricard hanno detto che José María López e la Citroën C-Elysée sono sempre i migliori. Monteiro è secondo davanti a Muller, bene Coronel, errore Catsburg. Volvo sesta con Björk.

José María López continua ad essere l'uomo da battere, così come la Citroën C-Elysée. Nelle qualifiche del WTCC andate in scena al Paul Ricard, l'argentino ha centrato la pole position grazie ad un gran giro in Q3, ma l'inquietante conferma (per gli avversari) che le vetture de "Le Double Chevron" sono ancora le più forti del lotto è dettata dal fatto che "Pechito" ha ottenuto la partenza al palo con un'auto più pesante di 80kg rispetto alle altre.

In prima fila troviamo anche l'ottimo Tiago Monteiro con la Honda, mentre delude Yvan Muller, solo terzo per aver commesso troppi errori nel suo giro in Q3.

Al quarto posto si piazza Tom Coronel (ROAL Motorsport), il migliore dei piloti con Chevrolet RML Cruze TC1 e del WTCC Trophy, anche se l'olandese ha dovuto abortire il suo tentativo per un problema tecnico.

Peggio è andata a Nicky Catsburg, che è entrato in pista con il semaforo rosso e si è visto estromesso dalla lotta per la pole; l'olandese piazza comunque in Top5 la LADA Vesta TC1.

Ottimo sesto posto per Thed Björk (Polestar Cyan Racing), che al volante della sua Volvo S60 TC1 ha mancato per un soffio l'ingresso in Q3, mettendosi comunque alle spalle la Honda di Norbert Michelisz e la Citroën C-Elysée di Mehdi Bennani (Sébastien Loeb Racing).

Nona la seconda Volvo guidata da Fredrik Ekblom, che dunque conquista la prima fila della griglia invertita della Opening Race, dove Rob Huff scatterà in pole con la sua Civic.

Fuori dalla Top10 le LADA Vesta TC1 di Hugo Valente e Gabriele Tarquini, mentre non hanno passato la prima eliminatoria gli altri due piloti della SLR, Tom Chilton e Grégoire Demoustier.

Ferenc Ficza ha continuato a girare con la sua nuova Honda Civic, ma il pilota della Zengő Motorsport non ha mai ottenuto un tempo significativo.

Q1

Pista asciutta al Paul Ricard e tutti i piloti subito in azione per non perdere tempo nei primi 20' a disposizione. Tarquini commette un errore alla curva 1, mentre il primo crono di riferimento è l'1'29"934 siglato da Björk, seguito da Monteiro, Coronel e Catsburg, che però paga oltre mezzo secondo. Monteiro sfrutta la scia offertagli da Huff, autore di un sovrasterzo notevole all'ultima variante. Il primo giro delle Citroën C-Elysée ufficiali non è irresistibile, con Muller ottavo e López nono. Ekblom balza al quarto posto con la seconda Volvo, mentre Bennani migliora ed è sesto. A metà sessione è Valente a migliorare sensibilmente, balzando dal quindicesimo al sesto posto, ma anche Chilton riesce a fare un buon giro piazzandosi in Top5. Sembra un buon momento per le LADA, con Catsburg che vola al comando in 1'29"457 precedendo la Volvo di Björk e il suo compagno di squadra Tarquini. Arriva finalmente la zampata di López, che va in testa con un 1'29"345, mentre Monteiro è terzo. Anche Coronel migliora ed è settimo. A rischio ci sarebbero Michelisz e Demoustier, mentre Muller si issa al terzo posto nonostante un errore in frenata. Gli ultimi 3' sono frenetici, con Valente, Bennani, Filippi, Ficza e Munnich che tentano di evitare l'eliminazione. I primi due riescono a migliorare, mettendo a rischio Chilton e Michelisz; nonostante un errore all'ultima curva, quest'ultimo riesce a beffare il britannico per un decimo e a salvarsi.

Accedono alla Q2: López, Catsburg, Muller, Monteiro, Björk, Tarquini, Bennani, Coronel, Huff, Ekblom, Valente e Michelisz.

Q2

10' tiratissimi vedono Muller subito al comando in 1'29"263, seguito a +0"171 da López e a 3 decimi da un ottimo Coronel. Le Honda sono quarta e sesta grazie a Monteiro e Michelisz, divise dalla Volvo di Björk. Huff è decimo dietro alla S60 di Ekblom, mentre fuori dalla Top10 troviamo le LADA di Valente e Tarquini. Hugo rinuncia a tornare in pista per un sospetto problema tecnico, con l'abruzzese che invece sbaglia la frenata alla curva 1 e rovina il suo ultimo giro veloce a disposizione. Anche Ekblom e Bennani restano ai box. In pista migliorano in sequenza Monteiro (terzo), Catsburg (quinto) e Michelisz (settimo), mentre Björk manca la Q3 per soli 0"064. Huff resta decimo e partirà in pole nella griglia invertita della Opening Race.

Accedono alla Q3: Muller, López, Monteiro, Coronel e Catsburg.

Q3

Il primo a scendere in pista sarebbe Catsburg, ma l'olandese lo fa a semaforo rosso; accortosi dell'errore, il pilota LADA frena a ruote fumanti in pit-lane e viene spinto dietro la linea bianca dai commissari. Inevitabile lo stop per Nicky (molto arrabbiato), che dunque termina senza un tempo cronometrato. Via libera per Coronel, ma il pilota della ROAL incappa in un problema tecnico nel settore 2 e deve rientrare lentamente ai box. Tocca a Monteiro e il portoghese fa 1'29"213, ma l'esultanza al box Honda dura poco perché López fa il record nei settori 2 e 3 e balza davanti a Tiago per 0"263. Muller è perfetto nel primo settore, ma poi sbaglia i successivi e il suo 1'29"262 lo relega al terzo posto in griglia.

WTCC Paul Ricard - Qualifica

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Evento Paul Ricard
Sub-evento Sabato
Circuito Circuit Paul Ricard
Articolo di tipo Qualifiche