Guerrieri: "Il semaforo era rosso, ma non sono riuscito a mettere in folle..."

Esteban Guerrieri avrebbe potuto essere in pole in Argentina, ma un problema al cambio ha rovinato la sua Q3.

Guerrieri: "Il semaforo era rosso, ma non sono riuscito a mettere in folle..."

Il FIA World Touring Car Championship ha una nuova stella dopo che Esteban Guerrieri è stato il grande protagonista del sabato argentino.

La pole position è andata al Campione in carica José María López, ma solo perché il tempo di Guerrieri è stato cancellato dai giudici, poiché il pilota di casa non ha rispettato il semaforo all'uscita della pit-lane in Q3.

Il ragazzo della Campos Racing ha piazzato fin dalle prove libere la sua Chevrolet RML Cruze TC1 in cima alla classifica dei tempi (eccezion fatta per la Q2, andata a López). In Q3 il suo giro avrebbe potuto regalargli la partenza al palo visto che aveva fermato il cronometro sull'1'42"857, ovvero 0"388 meglio tempo fin lì fatto registrare da Norbert Michelisz.

Poi ecco l'errore mentre scendeva sui 4,806km di Termas de Río Hondo, dovuto alla paura di danneggiare la frizione mettendo in folle nel fermarsi all'uscita dai box.

"Sono stato il più veloce in pista e questo mi rende molto felice, anche perché mi sono dovuto adattare ad un'auto che non conoscevo, mentre aver già corso qui a Termas sicuramente mi ha aiutato", dice Guerrieri, che poi spiega come è nato l'errore che gli ha fatto sfumare la pole.

"Al termine di queste qualifiche sono anche un po' amareggiato. C'è stato un problema che non siamo riusciti a gestire, per tutto il giorno il cambio non andava in folle e in Q3, quando sono uscito dai box, è successa la stessa cosa. Ho visto il semaforo rosso, ma temevo di bruciare la frizione; avevo anche un problema con la radio e non sono riuscito a comunicare con il team, da qui è nato l'errore. Ma ormai non debbo più pensarci, ora mi concentrerò sulla gara".

"Ringrazio la Campos Racing, appena arrivato qui mi sono subito reso conto di quanto siano preparati e professionali questi ragazzi, conoscono ogni dettaglio del lavoro da fare e hanno grande esperienza. Voglio migliorare come pilota e con questo team posso riuscirci".

condivisioni
commenti
La Honda conquista in Argentina il quinto successo nel MAC3
Articolo precedente

La Honda conquista in Argentina il quinto successo nel MAC3

Prossimo Articolo

López: "Una pole importante dopo tanti errori"

López: "Una pole importante dopo tanti errori"
Carica commenti