Euforia Honda: "Dobbiamo stare davanti alle Volvo fino alla fine"

condivisioni
commenti
Euforia Honda:
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
17 lug 2017, 09:40

La doppietta argentina firmata Michelisz-Monteiro ha caricato il Team Castrol, con le Civic che sono tornate in testa ad entrambe le classifiche mondiali. Michigami ritrova la zona punti dopo diverse difficoltà.

Tiago Monteiro, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Ryo Michigami, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Norbert Michelisz, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Tiago Monteiro, Honda Racing Team JAS
Norbert Michelisz, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Honda Racing Team JAS durante le qualifiche MAC3
Podium: winner Norbert Michelisz, Honda Racing Team JAS, second place Tiago Monteiro, Honda Racing T
Winner Norbert Michelisz, Honda Racing Team JAS
Norbert Michelisz, Honda Racing Team JAS, Tiago Monteiro, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Ryo Michigami, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Norbert Michelisz, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Tiago Monteiro, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Norbert Michelisz, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Tiago Monteiro, Honda Racing Team JAS
Tiago Monteiro, Honda Racing Team JAS, Tom Coronel, Roal Motorsport, Chevrolet RML Cruze TC1

Il Castrol Honda World Touring Car Team torna a casa con punti pesanti in ottica Mondiale grazie alla doppietta firmata da Norbert Michelisz e Tiago Monteiro nella Main Race del FIA World Touring Car Championship in Argentina.

A Termas de Río Hondo (anzi, meglio dire Honda!) le Civic WTCC ufficiali hanno fatto il bello e il cattivo tempo, soprattutto per quanto accaduto nella Opening Race, quando alla curva 2 Monteiro era franato addosso a Michelisz forandogli l'anteriore sinistra e costringendolo al ritiro.

Nella Main Race invece la coppia ha mantenuto la seconda e terza piazza dopo il via, poi ha sfruttato la foratura in cui è incappato il leader Nicky Catsburg per realizzare l'1-2.

"Sono molto contento perché ho preso punti importanti in ottica campionato - ha detto "Norbi" - Dopo la Opening Race ero piuttosto deluso e volevo rifarmi, ho provato a superare Catsburg al via, ma lui è stato molto bravo a difendersi chiudendomi la porta. L'ho seguito spingendo forte per cercare di stargli vicino, ma obiettivamente non avevo possibilità di superarlo. La foratura mi ha avvantaggiato, certo, sono dispiaciuto per lui perché so quanto fosse importante vincere. Sono alla seconda vittoria di fila in una Main Race ed è bellissimo, il team ha fatto un ottimo lavoro fin dalle prove libere e ho avuto un'auto competitiva che mi ha consentito di prendermi il successo".

"Adesso siamo in testa anche al Mondiale Costruttori e sono contentissimo. Abbiamo lavorato bene fin da inizio anno, Ryo Michigami ha avuto qualche problema, ma è riuscito a prendere punti nonostante sia alla stagione di debutto, fossi in lui sarei molto orgoglioso. E' bello far parte della famiglia Honda e sarò sempre grato a tutti di essere diventato un pilota ufficiale, spero che questa vittoria consenta alla squadra di restare davanti alla Volvo in campionato fino alla fine".

Monteiro ha aggiunto: "Michelisz ha ottenuto una vittoria fantastica per la squadra e Michigami è andato a punti, mentre il lavoro di tutti ci ha consentito di essere nuovamente in testa al Mondiale Costruttori, cosa molto importante. Sono contento anche per Yann Ehrlacher, lo conosco fin da quando era un bambino che veniva a vedere le gare di suo zio, è bello averlo qui vittorioso assieme a noi. Il primo giro della Opening Race è stato un disastro, qualcuno mi ha toccato da dietro e in frenata sono finito contro a Michelisz mentre evitavo altre vetture. Di fatto mi ha salvato, altrimenti sarei finito nell'erba, è stato un incidente di gara e mi dispiace molto. Stavolta ho avuto fortuna, dopo di che ho provato a spingere forte per prendere punti importanti, anche se il mio sterzo era completamente piegato. E' stata durissima".

"Prima della Main Race abbiamo cambiato alcune cose, soffrivo molto in frenata e nel giro di schieramento sono anche andato lungo, fortunatamente attraversando la via di fuga senza fare danni. A Vila Real avrei sbattuto, qui no. Con 15' per intervenire sull'auto, è una lotteria. Siamo partiti molto bene al via, ma anche Catsburg. Ho cercato di stare in scia a "Norbi", alla fine una doppietta è sempre bella e ho preso punti pesanti per il Mondiale. Abbiamo ancora quattro weekend da affrontare e otto gare da correre, dopo il Nordschleife ero parecchio giù di morale, mentre ora è toccato a Nicky incontrare la giornata storta, debbo sfruttare questa cosa. Siamo in sei o sette a giocarci il titolo, è un Mondiale tiratissimo e ogni punto vale qualcosa. Che sia MAC3, Q3 o gara".

Gara in chiaroscuro invece per il terzo concorrente ufficiale, Ryo Michigami, che nella Opening Race ha rimontato dall'ultimo posto fino alla zona punti, persa invece nella Main Race dopo una partenza non esaltante.

"E' stato un weekend dove ho avuto problemi alla macchina fin da subito, ma in gara finalmente sono riuscito a tornare a punti, cosa che non accadeva dal Marocco - ha dichiarato il giapponese - Nella Opening Race ho fatto una bella rimonta, speravo poi di fare meglio nella Main Race, ma dopo una bella partenza, alla curva 4 sono finito largo mentre ero in lotta con Tom Coronel perdendo parecchie posizioni. Dopo è stato impossibile recuperare. Peccato perché il bilanciamento dell'auto probabilmente è stato il migliore dell'anno".

Prossimo Articolo
La Zengő Motorsport sostituisce Panis con Szabó in Argentina

Articolo precedente

La Zengő Motorsport sostituisce Panis con Szabó in Argentina

Prossimo Articolo

Filipe De Souza sulla terza LADA della RC Motorsport in Cina e Giappone

Filipe De Souza sulla terza LADA della RC Motorsport in Cina e Giappone
Carica commenti