Ekblom: "Dobbiamo crescere, ma risultati del genere sono duri da accettare"

Le Volvo S60 Polestar TC1 hanno sofferto parecchio nelle qualifiche di Mosca, ma i piloti sono consapevoli che c'è ancora tanto da fare per migliorare, soprattutto sul bagnato.

Quelle del Moscow Raceway non saranno certamente qualifiche da ricordare per la Polestar Cyan Racing.

Le Volvo S60 Polestar TC1 hanno sofferto parecchio sotto l'acquazzone che si è abbattuto in Russia e domani Fredrik Ekblom e Thed Björk saranno costretti a scattare dalle retrovie per le due gare del WTCC.

"Ovviamente non è il risultato che speravamo di ottenere - ha ammesso Ekblom, che ha concluso tredicesimo - Come pilota è molto dura da accettare questa situazione, però debbo pensare che siamo al debutto con una nuova auto che ancora non ha avuto la possibilità di crescere sul bagnato. Incrociamo le dite per domani, sperando che il meteo sia migliore, ma dobbiamo continuare a lavorare sul set-up in vista delle gare".

Peggio è andata a Björk, addirittura quindicesimo: "E' lo stesso problema che abbiamo avuto nelle gare precedenti, avendo provato molto poco sul bagnato e non essendoci la possibilità di fare test durante l'anno. L'auto è ottima sull'asciutto, per cui dovremo lavorare stasera per poter migliorare in vista di domani".

"Certamente si tratta di un risultato frustrante per il team, anche perché Thed e Fredrik avevano mostrato ottime velocità sull'asciutto in questa pista fantastica. Siamo alle fasi iniziali dello sviluppo e la pioggia non è nostra amica, ora vedremo come saranno le gare di domani. Come già detto più volte, il 2016 è un anno di crescita e apprendistato per noi e sono certo che i risultati arriveranno", ha aggiunto Alexander Murdzevski Schedvin, Responsabile del reparto Motorsport alla Polestar.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Evento Moscow Raceway
Sub-evento Sabato
Circuito Moscow Raceway
Piloti Fredrik Ekblom , Thed Björk
Team Polestar Cyan Racing
Articolo di tipo Intervista