Dietrofront FIA, le Honda Civic WTCC sono legali

Dopo le polemiche della mattinata sul fondo delle vetture, la FIA ha dichiarato le Honda Civic WTCC conformi al regolamento.

Dietrofront della FIA sul giallo-Honda: le Civic WTCC sono state dichiarate legali, dunque i risultati del WTCC a Budapest non saranno sub-judice, come comunicato in mattinata.

I problemi erano sorti al termine delle qualifiche di ieri, quando nelle verifiche tecniche le Civic non erano risultate conformi ai regolamenti per quanto riguardava il fondo della vettura.

Le riunioni fra i tecnici FIA e quelli di Honda e JAS Motorsport non avevano portato a nulla, dunque erano state "congelate" le classifiche del weekend dell'Hungaroring.

Poco prima dell'inizio della Opening Race, però, c'è stata una ulteriore comunicazione da parte della direzione gara, che ha finalmente dichiarato legali le vetture italo-giapponesi.

"Dopo il rapporto stilato dal delegato tecnico della FIA riguardo la conformità del fondo delle vetture #5, #12, #18 e #55, gli Steward hanno constatato che Honda non ha violato l'Appendice J dell'Articolo 263 del Regolamento", si legge nella nota ufficiale.

Per ironia della sorte, nella prima gara ungherese Tiago Monteiro, Rob Huff e Norbert Michelisz non sono riusciti ad andare a punti; l'unico capace di concludere in Top10 è stato il privato Ferenc Ficza.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Evento Budapest
Sub-evento Domenica
Circuito Hungaroring
Team Honda Racing Team JAS
Articolo di tipo Ultime notizie