Coronel: "Fortunato ad approfittare dei guai altrui"

L'olandese della ROAL Motorsport ammette che la vittoria nel WTCC Trophy conquistata nella Opening Race di Shanghai è arrivata grazie ad una bella mano da parte della... Dea Bendata.

Tom Coronel non si nasconde e ammette che a Shanghai la fortuna ha avuto un ruolo fondamentale nel determinare il risultato delle sue gare.

Il pilota dell ROAL Motorsport ha sofferto molto in qualifica e la strategia di puntare alla Top10 non è andata a buon fine, essendosi classificato 11°.

Nella Opening Race, però, con una buona rimonta e sfruttando i guai di chi gli stava davanti, l'olandese è riuscito a piazzare la sua Chevrolet RML Cruze TC1 al 7° posto assoluto e a vincere nel WTCC Trophy.

"Parto dicendo che faceva un gran caldo e ho chiesto un po' di ghiaccio a James Thompson per mettermelo dentro la tuta! Penso di essere stato fortunato a vincere nel WTCC Trophy nella Opening Race - ammette Coronel - Sono partito molto indietro, sesta o settima fila, e ho visto quel che succedeva davanti a me. Mi è dispiaciuto per Michelisz, ma quando ho visto Thed Björk attaccarlo ho sperato che ce la facesse perché mi piace molto il colore della sua auto! Penso sia stato un bello spettacolo per tutti. Come detto, io ne ho approfittato superando quelli che davanti a me finivano fuori. Con Mehdi Bennani ho lottato e sono riuscito a guadagnare margine, poi ho visto che Tom Chilton ha avuto problemi e questo mi ha consentito di balzare al comando".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Evento Shanghai
Circuito Shanghai International Circuit
Piloti Tom Coronel
Team ROAL Motorsport
Articolo di tipo Intervista