Chilton: "Penalità troppo severa, nel WTCC i contatti ci sono sempre"

condivisioni
commenti
Chilton:
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
18 lug 2017, 09:35

Al britannico non è andata giù la sanzione che lo ha privato del successo nella Opening Race in Argentina, mentre Bennani è soddisfatto del podio nonostante un'auto pesante. Filippi chiude una volta in Top10.

Tom Chilton, Sébastien Loeb Racing, Citroën C-Elysée WTCC
Mehdi Bennani, Sébastien Loeb Racing, Citroën C-Elysée WTCC, Nestor Girolami, Polestar Cyan Racing,
Mehdi Bennani, Sébastien Loeb Racing, Citroën C-Elysée WTCC, Nestor Girolami, Polestar Cyan Racing,
John Filippi, Sébastien Loeb Racing, Citroën C-Elysée WTCC
Tom Chilton, Sébastien Loeb Racing, Citroën C-Elysée WTCC
Tom Chilton, Sébastien Loeb Racing, Citroën C-Elysée WTCC
Tom Chilton, Sébastien Loeb Racing, Citroën C-Elysée WTCC
Mehdi Bennani, Sébastien Loeb Racing, Citroën C-Elysée WTCC
Il vincitore Yann Ehrlacher, RC Motorsport, il secondo classificato Esteban Guerrieri, Campos Racing, il terzo classificato Mehdi Bennani, Sébastien Loeb Racing
John Filippi, Sébastien Loeb Racing, Citroën C-Elysée WTCC
John Filippi, Sébastien Loeb Racing, Citroën C-Elysée WTCC
John Filippi, Sébastien Loeb Racing, Citroën C-Elysée WTCC
John Filippi, Sébastien Loeb Racing, Citroën C-Elysée WTCC
John Filippi, Sébastien Loeb Racing, Citroën C-Elysée WTCC

In casa Sébastien Loeb Racing le gare di Termas de Río Hondo hanno portato qualcosa di buono, ma anche alcune amarezze, in particolar modo per quanto riguarda Tom Chilton.

Il britannico era partito benissimo nella Opening Race, prendendo il comando della corsa dopo poche curve, ma secondo i commissari in modo scorretto, avendo con la sua Citroën C-Elysée WTCC toccato la LADA Vesta TC1 di Yann Ehrlacher.

Con 5" di penalità aggiunti sul suo tempo, Tom si è ritrovato mestamente quarto nonostante avesse mostrato di essere nettamente superiore al gruppo di inseguitori.

"Avevamo scelto una strategia aggressiva con gli ingegneri per vincere la Opening Race - racconta Chilton - Sono partito bene e appena ho preso la testa della corsa ho cominciato a spingere per guadagnare. Sfortunatamente i commissari mi hanno sanzionato per un contatto con Ehrlacher, così ho perso anche il podio".

"Sono chiaramente molto frustrato perché volevo vincere, fra l'altro ho tagliato il traguardo con 3"9 di vantaggio su Yann - ha poi proseguito parlando con Motorsport.com - Alla curva 5 ha frenato improvvisamente proprio mentre si trovava al centro, non c'era spazio e non potevo andare da nessuna parte, quindi non sono riuscito ad evitarlo. Credo che le corse turismo siano molto diverse da tutte le altre gare, i contatti ci sono sempre stati e anche stavolta non l'ho certamente fatto con malizia per buttarlo fuori. Quando mi hanno comunicato della penalità, non ho nemmeno potuto spingere al massimo per guadagnare perché la Volvo di Girolami era ferma e c'erano le bandiere gialle. Ripeto, sono molto scocciato".

"Non ci sono stati troppi danni alle auto, infatti entrambi abbiamo concluso con ottime velocità. Probabilmente Yann non ha ancora molta esperienza e ha staccato prima, impostando la variante diversamente. Se proprio dovevano penalizzarmi, avrei potuto accettare 3", ma 5" sono veramente fuori da ogni logica in un campionato come il nostro".

"Nella Main Race ho preferito pensare a prendere punti, ma al via Guerrieri mi ha spinto sull'erba colpendomi e questo mi ha danneggiato la convergenza delle ruote anteriori. Le gomme hanno cominciato a consumarsi più del previsto e mi dispiace molto che sia andata così perché eravamo forti. Torneremo a combattere con grandi motivazioni in Cina".

L'arretramento in classifica ha consentito al suo compagno di squadra Mehdi Benanni di chiudere secondo, poi il marocchino ha dato spettacolo nella Main Race, dove si è difeso alla grande dagli attacchi di un indiavolato Néstor Girolami.

"Il secondo posto è ottimo e ho fatto una bella gara, mentre nella Main Race ho lottato a lungo per la Top5 e penso che i risultati siano buoni dato che la nostra auto aveva una zavorra di 80kg a bordo. E' stato un weekend duro fin dall'inizio, però abbiamo combattuto e preso punti pesanti".

John Filippi è invece riuscito a terminare in Top10 solamente nel primo round, dopo che il francese aveva perso la pole position della griglia invertita della Opening Race per questione di centesimi.

"Nelle FP1 non abbiamo girato molto, per cui è stato deciso di concentrarci sul risultato della gara, adottando un set-up che mantenesse fresche le gomme - ha detto il nativo della Corsica - Volevo migliorare i risultati delle ultime gare e nel primo round sono partito bene concludendo con un bel piazzamento. Nella Main Race ero veloce, ma non abbastanza da prendere la scia di quelli davanti a me. Ho imparato altre cose della mia C-Elysée e non vedo l'ora di volare in Asia per continuare la stagione".

Informazioni aggiuntive di Federico Faturos

Prossimo Articolo
La Zengő Motorsport sostituisce Panis con Szabó in Argentina

Articolo precedente

La Zengő Motorsport sostituisce Panis con Szabó in Argentina

Prossimo Articolo

Filipe De Souza sulla terza LADA della RC Motorsport in Cina e Giappone

Filipe De Souza sulla terza LADA della RC Motorsport in Cina e Giappone
Carica commenti