Che fine ha fatto la NIKA International?

La squadra svedese non è in pista neanche al Nürburgring Nordschleife, ma stavolta non sono state date motivazioni circa l'assenza.

Prima gli annunci e le smentite fioccavano, ora nemmeno lo straccio di una frase o un comunicato. L'avventura nel WTCC 2016 della NIKA International continua ad essere avvolta nel mistero, visto che nemmeno al Nürburgring Nordschleife la squadra svedese è presente.

Nelle scorse settimane era stato confermato che sull'Inferno Verde sarebbe avvenuto l'atteso debutto di John Bryant-Meisner con la Chevrolet RML Cruze TC1, e infatti nome del pilota e vettura appaiono nella entry list ufficiale.

Peccato che tutto ciò si sia concretizzato in un... nulla di fatto! Sì, perché la NIKA non si è recata in Germania.

Ma la cosa che stupisce ancor di più è che stavolta non sono stati pubblicati comunicati ufficiali, come invece era avvenuto in precedenza per la rinuncia alle gare di Francia, Slovacchia, Ungheria e Marocco.

Prima il ritardo nella consegna della Chevrolet e i test da effettuare, poi i problemi economici legati al mancato pagamento degli sponsor e infine le difficoltà logistiche e la livrea ancora da decidere.

Queste erano state le motivazioni che non avevano consentito alla NIKA di correre nei primi eventi dell'anno. Stavolta, invece, un silenzio assordante: che oltre ai soldi abbiano finito le scuse?

Continuiamo ad attendere quello che avevamo soprannominato il "Godot del WTCC", ma c'è da chiedersi se François Ribeiro ed Eurosport Events siano contenti di questa anomala situazione.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Evento Nürburgring
Circuito Nürburgring
Piloti John Bryant-Meisner
Team Nika International
Articolo di tipo Curiosità