Björk: "A Monza sogno la tripletta nella Main Race"

Le Volvo S60 TC1 della Polestar Cyan Racing saranno le grandissime favorite per il successo in Brianza e il trio Björk-Catsburg-Girolami ne è ben consapevole.

Björk: "A Monza sogno la tripletta nella Main Race"
Nicky Catsburg, Polestar Cyan Racing, Volvo S60 Polestar TC1
Podio: Thed Björk, Polestar Cyan Racing, Volvo S60 Polestar TC1
Yvan Muller, Polestar Cyan Racing
Nestor Girolami, Polestar Cyan Racing, Volvo S60 Polestar TC1, Nicky Catsburg, Polestar Cyan Racing,
Nicky Catsburg, Polestar Cyan Racing, Volvo S60 Polestar TC1
Nicky Catsburg, Néstor Girolami e Thed Bjork
Nicky Catsburg, Polestar Cyan Racing, Volvo S60 Polestar TC1
Thed Björk, Polestar Cyan Racing, Volvo S60 Polestar TC1
Nestor Girolami, Polestar Cyan Racing, Volvo S60 Polestar TC1
Thed Björk, Polestar Cyan Racing, Volvo S60 Polestar TC1
Nicky Catsburg, Polestar Cyan Racing, Volvo S60 Polestar TC1

In casa Polestar Cyan Racing le gare di Monza del FIA World Touring Car Championship saranno un bel banco di prova per confermare la competitività delle Volvo S60 TC1.

Dopo i podi e i punti conquistati a Marrakech, la squadra svedese è tornata all'ovile da leader della classifica costruttori a parimerito con Honda a quota 96, per cui logicamente in Brianza c'è voglia di raggiungere la vittoria, anche perché le caratteristiche della pista sono totalmente diverse rispetto a quelle trovate in Marocco.

"Monza è l'opposto di Marrakech e si adata più alle nostre caratteristiche - ha detto Alexander Murdzevski Schedvin, responsabile di Polestar-Motorsport - In Marocco abbiamo corso in difesa, mentre a Monza saremo quasi in casa. Dobbiamo cominciare a vincere se vogliamo diventare Campioni del Mondo e sappiamo che c'è grande pressione in questo senso".

Thed Björk pensa ad un grande risultato in vista dell'impegno italiano.

"Abbiamo iniziato la stagione al livello che richiede una lotta per il Mondiale. Ci siamo aggiudicati il MAC3 e tutto il team ne ha gioito. Dobbiamo battere le Honda, senza dimenticare le Citroën perché anche loro sono molto forti. La pista è più adatta a noi rispetto a Marrakech e Hungaroring e dobbiamo dimostrare di essere forti. Il mio sogno è realizzare una tripletta nella Main Race".

Nicky Catsburg ha invece voglia di riscattarsi, dato che in Marocco è stato l'unico pilota Volvo a non salire sul podio, nonostante comunque l'olandese abbia fatto due buone gare.

"Sono partito con un profilo basso, ma sapevo che se fossimo riusciti a fare bene a Marrakech, allora ci sarebbe stata la possibilità di andare forte dappertutto. I risultati delle prime gare sono stati ottimi e mi aspetto molto per Monza. Dobbiamo cambiare la mentalità, abbiamo la vettura in grado di vincere il titolo e lottare per la vittoria sarà il nostro obiettivo".

Néstor Girolami si appresta invece a debuttare su un circuito storico, ma l'argentino non teme nulla e sa di avere il potenziale per dire la sua.

"Per me è un onore correre a Monza, Una delle piste più belle e con grande storia alle spalle nel mondo. Non dobbiamo dimenticare che per il 74% del giro si tiene il gas spalancato, per cui il minimo errore può costare carissimo. Spero in un weekend dove possa essere in Top3 in qualifica e lottare per la vittoria in entrambe le gare".

condivisioni
commenti
Michelisz: "A Monza sarà una grande battaglia"

Articolo precedente

Michelisz: "A Monza sarà una grande battaglia"

Prossimo Articolo

Monza, Libere 1: Monteiro primo con brivido

Monza, Libere 1: Monteiro primo con brivido
Carica commenti