Bennani: "Ho vinto perché non mi sono preoccupato degli altri"

condivisioni
commenti
Bennani:
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
25 apr 2016, 12:37

All'Hungaroring il marocchino Mehdi Bennani è stato perfetto nella Opening Race, corsa senza commettere alcun errore, soprattutto nella scelta delle gomme da pioggia.

Seconda vittoria in carriera nel WTCC per Mehdi Bennani, che nella Opening Race dell'Hungaroring ha sfruttato al meglio la pole position della griglia invertita per scappare via, mentre alle sue spalle il caos gomme e la pioggia rallentavano i suoi avversari.

Il marocchino della Sébastien Loeb Racing era davvero raggiante a fine gara, consapevole di aver corso in modo praticamente perfetto, senza commettere alcun errore. Nemmeno nella scelta degli pneumatici da montare sulla sua Citroën C-Elysée WTCC.

"Ho parlato a lungo col mio ingegnere e dopo il primo giro per schierarmi in griglia ho capito subito che era rischioso montare le gomme slick - rivela Bennani - Sinceramente non ho pensato a quel che facevano gli altri, l'unica cosa che contava era dare il massimo e optare per gli pneumatici migliori per la mia vettura".

Oltre alla vittoria assoluta, Bennani ha anche festeggiato il quinto successo (su sei) nel WTCC Trophy.

"Non avrei mai pensato di vincere in queste condizioni e sono contentissimo. Sono partito bene e ho spinto subito per guadagnare vantaggio. Ho acquisito fiducia nonostante le condizioni davvero insidiose, un paio di volte ho rischiato di finire fuori pista. Ma andare al limite è necessario quando corri contro i migliori piloti del mondo. In Slovacchia avevamo già sfiorato la vittoria, stavolta l'abbiamo conquistata".

Prossimo articolo WTCC
Volvo S60 Polestar TC1, ecco le specifiche tecniche

Articolo precedente

Volvo S60 Polestar TC1, ecco le specifiche tecniche

Prossimo Articolo

10 curiosità sul Nürburgring Nordschleife

10 curiosità sul Nürburgring Nordschleife
Carica commenti

Su questo articolo

Serie WTCC
Evento Budapest
Location Hungaroring
Piloti Mehdi Bennani
Team Sébastien Loeb Racing
Autore Francesco Corghi
Tipo di articolo Intervista