All'Hungaroring è pole da record per José María López

"Pechito" ha stampato un giro incredibile in Q3 rifilando oltre mezzo secondo a tutti. Fantastico secondo posto per Coronel, seguito dalle Honda di Huff, Monteiro e dalla Volvo di Björk. Delude Muller.

All'Hungaroring José María López ritrova la pole position con un giro monstre nella Q3 delle qualifiche.

L'argentino della Citroën, che realizza il nuovo record della pista magiara per il WTCC in 1'46"109, ha annichilito gli avversari nell'ultima manche, rifilando oltre mezzo secondo ad un fantastico Tom Coronel (ROAL Motorsport), che con la sua Chevrolet RML Cruze TC1 è il migliore dei piloti del WTCC Trophy.

In seconda fila scatteranno le Honda Civic WTCC ufficiali di Rob Huff e Tiago Monteiro, i quali hanno commesso alcune sbavature nel loro giro finale beccandosi oltre 0"7 dalla C-Elysée del Campione in carica.

Bellissimo quinto posto per Thed Björk, che con la Volvo S60 Polestar TC1 ha raggiunto per la prima volta la Q3. Lo svedese della Polestar Cyan Racing, però, sarà costretto a partire dal fondo dello schieramento nella Opening Race per la sostituzione del motore.

Fuori dalla terza manche l'idolo locale Norbert Michelisz (Honda), sospinto dal chiassoso pubblico ungherese, mentre Nicky Catsburg è settimo e il migliore delle LADA Vesta TC1.

Delusione per l'ottavo posto di Yvan Muller: il pilota della Citroën ha rischiato di essere eliminato già in Q1, mentre in Q2 non è stato brillante e si è dovuto accontentare della quarta fila.

Fredrik Ekblom (Volvo) e Mehdi Bennani (Citroën-Sébastien Loeb Racing) si classificano nono e decimo e saranno davanti a tutti nella griglia invertita della Opening Race.

Tom Chilton (Citroën-Sébastien Loeb Racing) termina undicesimo davanti alla LADA di Gabriele Tarquini. Eliminati al termine della Q1 la LADA di Hugo Valente e la Chevrolet di John Filippi (Campos Racing), così come Grégoire Demoustier (Citroën-Sébastien Loeb Racing), René Munnich (Cruze-Munnich Motorsport) e Ferenc Ficza (Honda Civic-Zengo Motorsport).

Q1

I primi 20' vedono i piloti entrare in azione sotto timidi raggi di sole, i quali si fanno largo fra i nuvoloni neri che ricoprono l'Hungaroring. La minaccia dell'acqua spinge tutti a scendere immediatamente in pista e il primo crono di riferimento è l'1'46"843 realizzato da Monteiro. Dietro alla Honda abbiamo Huff, Catsburg e Coronel nello spazio di 0"5. Ekblom piazza la Volvo al sesto posto davanti a Chilton, Muller, López, e Demoustier, mentre il primo giro di Tarquini è piuttosto lento rispetto alla media; il pilota della LADA è dodicesimo. Björk prende spazio e approfittando della pista libera si issa in cima alla classifica con un bell'1'46"722, mentre Filippi si inserisce all'ottavo posto. Dopo metà sessione Michelisz e Bennani sono fuori dalla Top12, così come Tarquini, Ficza e Münnich. "Norbi" rientra è ottiene il quarto tempo nonostante un leggero sovrasterzo all'ultima curva. Bennani migliora sensibilmente ed è secondo, con Tarquini che balza al sesto posto e Valente al decimo. Finiscono fuori dalla Top12 le Citroën ufficiali, ma López torna in pista e stampa il miglior giro in 1'46"261 (eliminando virtualmente Filippi e mettendo a rischio Chilton); Muller invece sbaglia alla curva 11 e deve abortire il giro. Yvan prova un secondo tentativo e risale in decima posizione a 4' dalla fine. Migliora anche Huff che è secondo, così come Chilton (9°) ed Ekblom (7°), con Muller che torna a sudare freddo. L'alsaziano rientra velocemente ai box, ma non ha il tempo di montare gomme nuove per un ultimo tentativo; gli va di lusso che Valente (13°), Filippi (14°) e Münnich (16°) migliorano solo il proprio crono e non la posizione, mentre Demoustier (15°) sbaglia la frenata della curva 12 e Ficza è lontano. Nel finale abbassano ancora il proprio limite anche Tarquini (2°) e Coronel (9°).

Accedono alla Q2: López, Tarquini, Huff, Björk, Bennani, Monteiro, Catsburg, Michelisz, Coronel, Ekblom, Chilton e Muller.

Q2

Altri 10' emozionanti vedono López salire subito in vetta in 1'46"487, seguito da un ottimo Björk ad appena 0"006 e da Catsburg. Monteiro è quarto davanti al compagno di squadra Huff, il quale vede Ekblom replicare il suo stesso identico tempo. Muller è settimo e staccato dai due per soli 0"013, con Coronel ottavo. La prima fila virtuale della Opening Race vede Bennani (10°) in pole affiancato dal compagno di squadra Chilton (9°). Michelisz ottiene l'11° tempo, mentre Tarquini attende gli ultimi 2' per effettuare il proprio tentativo; l'abruzzese è solo 10°, ma dietro a lui migliorano Michelisz (6°) e Bennani (10°), per cui il pilota della LADA si ritrova 12° dietro a Chilton. Nei secondi finali Huff (1'46"349) balza in vetta, con Monteiro che è terzo (+0"070) e Coronel quarto (+0"108). Falliscono l'ingresso in Q3 Michelisz, Catsburg e Muller, mentre la prima fila della prima gara di domani sarà composta dal duo Bennani-Ekblom. Björk festeggia la prima Q3 della Volvo assieme ad Huff, López, Monteiro e Coronel.

Q3

Il primo a scendere in pista è Björk, che ferma il cronometro sull'1'46"980 con un paio di sbavature nelle curve 4 e 14. Tocca a Coronel che fa meglio della Volvo nel settore centrale e sigla l'1'46"718 che viene accompagnato dal "Wow!" di Roberto Ravaglia (team principal della ROAL) in diretta radio. Monteiro non è irresistibile nel primo settore e questo costa il primo posto al portoghese (1'46"895). Si lancia López e l'argentino fa i record in tutti i settori agguantando la pole position in 1'46"109. A nulla vale l'assalto finale di Huff (1'46"833), che si deve accontentare del terzo posto.

La Opening Race (16 giri) domani scatterà alle ore 14;10, mentre la Main Race (17 giri) è prevista per le 17;15.

WTCC HUNGARORING - Qualifiche

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Evento Budapest
Sub-evento Sabato
Circuito Hungaroring
Articolo di tipo Qualifiche