La Suzuki promuove il nuovo forcellone FTR

La Suzuki promuove il nuovo forcellone FTR

Laverty ha provato anche una specifica di motore inedita, ma sarà rivalutata nei test di Imola

Il Team Voltcom Crescent Suzuki ha cominciato questa il percorso di preparazione al secondo round della stagione, in programma a Motorland Aragon il prossimo 13 aprile, con una tre giorni di test conclusa ieri sull'altro tracciato spagnolo in calendario, ovvero il Circuito de Jerez. Sia per Eugene Laverty che per Alex Lowes il test ha rappresentato la prima occasione per scendere in pista dopo il round di apertura della stagione di Phillip Island. Laverty ha utilizzato il tempo a propria diposizione principalmente per provare un nuovo forcellone, col fine di migliorare l'aderenza e la stabilità in uscita di curva. Il pilota irlandese ha inoltre testato un motore con specifiche aggiornate, che ha dato risultati interessati. Questo nuovo propulsore verrà provato nuovamente al quartier generale Crescent e successivamente nella giornata di test ufficiali post gara di Imola. A parte un'innocua scivolata occorsa nella mattinata del primo giorno, Lowes ha mostrato una buona costanza di rendimento nonostante le condizioni fisiche non perfette (vista la frattura al piede rimediata a Phillip Island). Le difficili condizioni meteorologiche della giornata conclusiva non hanno fermato il britannico, che è apparso più in forma che mai. Anche Lowes ha provato, con ottimi risultati, il nuovo forcellone sviluppato da FTR, il quale verrà utilizzato da entrambi i piloti già dal prossimo round. Eugene Laverty: "E' stato un test difficile e abbiamo dovuto affrontare dei problemi mai riscontrati prima, ma sono concento che è andato tutto bene, abbiamo imparato molto. Il nuovo forcellone ha da subito mostrato i suoi lati positivi e per questo abbiamo deciso di utilizzarlo già da Aragon. Anche il mio primo test assoluto in sella alla GSX-R dello scorso novembre, sempre qui a Jerez, ci aveva creato dei problemi. Forse è quindi è questo tracciato ad avere qualcosa contro di noi, perché su altre piste la moto è andata sempre in modo perfetto! Detto questo, ci siamo fermati a solo mezzo secondo dal miglior crono con gomma da gara e lo ritengo un buon punto di partenza, quindi guardo con attesa al round di Aragon!". Alex Lowes: "Il test è stato più duro del previsto, ma venivo comunque da un primo round difficile e da un infortunio abbastanza importante. Ho imparato molto in questo mese e mi sento molto meglio. Siamo riusciti a migliorare notevolmente la moto nell'ultima giornata, nonostante le condizioni della pista non fossero il massimo. Una settimana fa non ero neanche sicuro del fatto che sarei stato in grado di provare, quindi tutto ciò che ho imparato questa settimana rappresenta un grandissimo bonus per me. Spero che le mie condizioni fisiche possano migliorare ulteriormente prima del weekend di gara. La squadra ha lavorato in modo perfetto e apprezzo tantissimo il loro sforzo".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Eugene Laverty , Alex Lowes
Articolo di tipo Ultime notizie