Giugliano: "La Panigale è cambiata in mia assenza"

Il pilota della Ducati traccia un bilancio positivo del ritorno in sella dopo 4 mesi. Conferme pure per Davies

Giugliano: "La Panigale è cambiata in mia assenza"
Chaz Davies, Ducati Team
Chaz Davies, Ducati Team
Chaz Davies, Ducati Team
Davide Giugliano, Ducati Team
Chaz Davies, Ducati Team
Chaz Davies, Ducati Team
Chaz Davies, Ducati Team
Davide Giugliano, Ducati Team

L'Aruba.it Racing - Ducati Superbike Team ha concluso positivamente la stagione con tre giorni di prove sul circuito di Jerez, dove la formazione ufficiale è tornata al completo con il rientro di Davide Giugliano dopo quattro mesi di stop.

Il meteo favorevole ha consentito ai piloti e squadra di sfruttare a pieno il tempo a disposizione in pista, completando con successo il programma di lavoro e ponendo solide basi per la prossima stagione prima della pausa invernale. Davies e Giugliano hanno percorso rispettivamente 177 e 169 giri in totale, effettuando diverse prove comparative e valutando gli ultimi aggiornamenti sviluppati per la Ducati Panigale R in configurazione Superbike 2016.

Entrambi i piloti hanno offerto riscontri positivi sia in termini di ciclistica che di motore ed apprezzato le nuove strategie elettroniche. Molto lavoro è stato dedicato anche alle nuove forcelle Öhlins, che hanno evidenziato una migliore stabilità e precisione di guida. Per Davide Giugliano è stata anche la prima presa di contatto sul campo con il suo nuovo capotecnico Aligi Deganello e l'ingegnere elettronico Paolo Biasio, con i quali ha lavorato intensamente nelle tre giornate a disposizione.

Chaz Davies (Aruba.it Racing - Ducati Superbike Team #7), 1'40"774: "Fortunatamente questa volta abbiamo potuto lavorare in condizioni meteo stabili, valutando nel dettaglio i nuovi componenti ed iniziando a lavorare sull'assetto. Rispetto alla scorsa settimana ad Aragon, abbiamo trovato conferme importanti. Il nuovo materiale rappresenta un passo avanti. In particolare, la nuova forcella restituisce un feedback più dettagliato e sincero. Nonostante le condizioni climatiche differenti, abbiamo anche potuto lavorare con le configurazioni utilizzate in gara lo scorso settembre, facendo delle comparazioni molto utili. Ci siamo concentrati sul ritmo, ed ho tenuto un passo in linea con il mio miglior tempo, fatto con gomme da gara".

Davide Giugliano (Aruba.it Racing - Ducati Superbike Team #34), 1'41"047: "Il bilancio è molto positivo. La Panigale R è migliorata durante la mia assenza, e logicamente è anche cambiata. Ho voluto innanzitutto ritrovare gli automatismi ed adattarmi alla moto nella sua configurazione attuale, per poi iniziare il lavoro su un assetto di base. Ho appena conosciuto la mia nuova squadra, ed è sicuramente emozionante lavorare con persone di così alto livello. Ci siamo concentrati sul passo, dal momento che la velocità pura non ha rappresentato un problema in passato, svolgendo un ottimo lavoro con gomme usate. Dal punto di vista fisico è andata meglio di quanto mi aspettassi, anche se ho sofferto un po' con le braccia. Fino ad ora ho potuto solo fare riabilitazione ed allenarmi in piscina, ma ora inizierò una preparazione più strutturata per presentarmi ai primi test del 2016 al massimo della forma".

condivisioni
commenti
Jerez, Day 5: Sykes polverizza la pole del 2015

Articolo precedente

Jerez, Day 5: Sykes polverizza la pole del 2015

Prossimo Articolo

Prima uscita positiva per Fores con Barni a Jerez

Prima uscita positiva per Fores con Barni a Jerez
Carica commenti
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021
Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits? Prime

Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits?

La tripletta di Magny-Cours diventa una doppietta per Toprak Razgatlioglu, privato della vittoria in Superpole Race per aver superato i limiti della pista all’ultimo giro. Il caso Yamaha-Kawasaki riapre la questione dei track limits, considerati ormai un’esasperazione che condiziona fin troppo gli esiti delle gare.

WSBK
7 set 2021
Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo Prime

Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo

Al termine del round di Assen, i volti di Redding e Rinaldi sono tutt’altro che distesi. L’incostanza è il comune denominatore di una stagione che prende una piega sempre più ‘nipponica’, e i due portacolori ufficiali chiedono un maggiore sviluppo se vogliono continuare a lottare per il titolo.

WSBK
4 ago 2021
Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha? Prime

Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha?

Garrett Gerloff è da sempre considerato la promessa del mondiale Superbike, tanto da ricevere le attenzioni della MotoGP e aver oscurato il pilota ufficiale Yamaha Superbike Andrea Locatelli. Ma il disastro di Assen cambia le gerarchie a Iwata?

WSBK
27 lug 2021
Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti" Prime

Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti"

In questo nuovo appuntamento con Il Rosa dei Motori, Lorenza D'Adderio intervista Ana Carrasco. La campionessa del Mondiale SSP300 del 2018 si racconta, evidenziando quanto l'ottimismo e l'entusiasmo siano ingredienti fondamentali per chi, come lei, ha dovuto recuperare le forze dopo un tremendo infortunio. Una motociclista temeraria e di talento, che non è indifferente a un altro grande campione come Jonathan Rea...

WSBK
22 lug 2021
BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita? Prime

BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita?

Tom Sykes e Michael van der Mark difficilmente dimenticheranno il round di Donington, grazie ai podi conquistati e alla solidità mostrata durante tutto il weekend. BMW convince e non vuole che questi risultati siano una tantum. L’obiettivo in Olanda è dimostrare di essere cresciuti davvero e di poter dire la propria, dando prova del fatto che Donington è stato solo il punto di partenza di una rinascita.

WSBK
9 lug 2021
Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale? Prime

Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale?

Scott Redding mette in archivio il round di Donington, il peggiore della sua stagione fino ad ora. Due zeri e neanche un podio sono il bilancio di un weekend che potrebbe segnare la fine della lotta iridata. "Difficile ma non impossibile", dice Redding. Ma da Assen serve la svolta.

WSBK
6 lug 2021
Mara Soto: "Essere meccanico di Rea, l'occasione della vita" Prime

Mara Soto: "Essere meccanico di Rea, l'occasione della vita"

In questa puntata de "Il Rosa dei Motori", Lorenza D'Adderio intervista Mara Soto, meccanico Kawasaki nel team impegnato nel mondiale Superbike. Un viaggio attraverso i ricordi, gli obiettivi di una giovane ragazza che realizza il sogno di lavorare al fianco di un grande campione come Jonathan Rea.

WSBK
1 lug 2021