Davies: "Grandi su una delle piste più ostiche per noi"

Il ducatista ha ottenuto il terzo successo in quattro gare a Sepang ed ora è secondo nel Mondiale

Davies: "Grandi su una delle piste più ostiche per noi"
Chaz Davies, Ducati Team
Chaz Davies, Ducati Team
Chaz Davies, Ducati Team
Il vincitore Chaz Davies, Ducati Team
P. J. Jacobsen, CORE
Jordi Torres, Aprilia Racing Team, Tom Sykes, Kawasaki, e Sylvain Guintoli, Pata Honda
Jordi Torres, Aprilia Racing Team
Carica lettore audio

Chaz Davies e l’Aruba.it Racing - Ducati Superbike Team sono stati autori di due fantastiche gare oggi al Sepang International Circuit in Malesia, salendo sul secondo gradino del podio in gara 1 e centrando una grande vittoria in gara 2.

Gara 1 – Partito molto velocemente dalla sesta posizione in griglia, Davies era già secondo nelle prime curve. Al nono giro il gallese è stato raggiunto da Rea, dopodiché i due piloti hanno dato la caccia a Sykes, leader momentaneo della gara, che aveva accumulato qualche secondo di vantaggio. A cinque giri dalla fine Chaz ha sorpassato Sykes per prendere il comando della corsa, seguito anche da Rea. La spettacolare lotta per la vittoria è proseguita sino al traguardo, con Davies che è passato sotto la bandiera a scacchi in seconda posizione, a solo 0.1 di secondo da Rea. Un ottimo risultato per il pilota Aruba Ducati, che ha dimostrato una grande tenacità fino al traguardo sul circuito malese.

Gara 2 – Di nuovo ottima la partenza di Chaz che lo ha visto prendere subito il comando, sin dalla prima curva. Al terzo passaggio Davies ha fatto registrare il giro più veloce della gara (2'04"707), aumentando gradualmente il suo vantaggio su Rea, secondo. Chaz ha mantenuto un vantaggio di oltre 2 secondi, per quasi tutta la gara, dovendo difendersi da Rea solo negli ultimi 3 giri quando la sua gomma posteriore ha perso grip e il nordirlandese ha cominciato ad avvicinarsi, raggiungendolo all’ultimo giro. Nonostante un piccolo contatto fra i due piloti proprio nell’ultima curva, è stato Davies a tagliare il traguardo in prima posizione, centrando così la sua terza vittoria nelle ultime quattro gare e la quarta del campionato!

Alla conclusione del decimo round del Mondiale Superbike, grazie ai 45 punti conquistati a Sepang, Davies si proietta in seconda posizione in classifica, con 308 punti, mentre Ducati è sempre seconda nel campionato costruttori con 363 punti.

Chaz Davies: "La prima manche è andata molto bene, soprattutto considerando dove eravamo ieri, quando pensavo che chiudere nei primi sei sarebbe stato il miglior risultato possibile. Abbiamo apportato delle modifiche alla moto fra ieri ed oggi. Cambiamenti che ci hanno dato la possibilità di lottare per la vittoria, anche se ci manca ancora qualcosa negli ultimi giri, per quanto riguarda la combinazione di grip ed elettronica. In gara 2 ho visto che Johnny si avvicinava ma negli ultimi due giri c’è stato un calo della mia gomma ed ho dovuto stringere i denti e difendermi. E’ stata una lotta fino alla fine, ed all’ultima curva io e Rea siamo venuti a contatto. Ho avuto paura di cadere, ma fortunatamente siamo rimasti in piedi entrambi e sono riuscito a finire davanti! Sono molto contento dei risultati di oggi, ottenuto su una delle piste più ostiche per noi. Questo dimostra che abbiamo fatto tanti progressi durante la stagione. Sono anche felice di essere secondo nella classifica, avendo guadagnato parecchi punti su Sykes oggi. Grazie a tutto il team. I ragazzi hanno fatto un lavoro fantastico qui in questo weekend. Adesso mi rilasserò un po’ e dopo una bella vacanza il nostro lavoro ricomincerà!".

Ernesto Marinelli – Ducati SBK Project Director: "Sono davvero felicissimo di questo risultato ottenuto qui a Sepang. Su questa pista l’anno scorso abbiamo avuto tante difficoltà e poter fare bene era sicuramente un obiettivo difficile. Il team ha lavorato benissimo, sfruttando al meglio tutte le evoluzioni e le esperienze fatte in questi mesi. Chaz ha coronato il weekend con una guida magistrale ed un temperamento incredibile che ha portato la nostra Panigale di nuovo alla vittoria in gara 2. Ora ci aspetta qualche settimana di vacanza prima di tornare al lavoro. Andarci dopo questi risultati è sicuramente positivo per il morale e per ricominciare con ancora più entusiasmo al rientro".

condivisioni
commenti
Rea: "Contento per i punti che ho portato a casa"
Articolo precedente

Rea: "Contento per i punti che ho portato a casa"

Prossimo Articolo

Torres: "In gara 2 ho guidato in maniera più dolce"

Torres: "In gara 2 ho guidato in maniera più dolce"
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Most, teatro di scontro tra Redding e Razgatlioglu Prime

Le migliori gare del 2021: Most, teatro di scontro tra Redding e Razgatlioglu

A Most, Toprak Razgatlioglu e Scott Redding si sono scontrati nella lotta per la vittoria. Il pilota Yamaha ha avuto la meglio con un sorpasso deciso all’ultimo giro che il portacolori Ducati ha giudicato troppo aggressivo. Il duello è andato avanti con una breve polemica al termine di Gara 1, ma in un round che ha riaperto il mondiale le tensioni si sono alleggerite quasi subito.

WSBK
20 o
Le migliori gare del 2021: Rinaldi e la Ducati tingono Misano tricolore Prime

Le migliori gare del 2021: Rinaldi e la Ducati tingono Misano tricolore

Quella di Michael Ruben Rinaldi è stata una stagione di alti e bassi, con una seconda metà decisamente complicata. Tuttavia il pilota romagnolo archivia il 2021 con la grande soddisfazione di aver conquistato una stratosferica doppietta a Misano, nel round di casa davanti al proprio pubblico. E battendo colui che sarebbe poi diventato campione del mondo, Toprak Razgatlioglu.

WSBK
10 gen 2022
SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale Prime

SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale

Toprak Razgatlioglu è il nuovo campione del mondo della Superbike, il turco è riuscito a battere Rea dopo sei anni di dominio incontrastato. Ma il titolo del pilota Yamaha non rappresenta solo un cambiamento al vertice, segna anche il rinnovo del campionato, un ricambio generazionale che disegna un bel futuro per le derivate di serie.

WSBK
24 nov 2021
Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike? Prime

Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike?

Axel Bassani ha sfiorato il podio in Argentina, dopo essere stato in lotta con i tre grandi protagonisti del mondiale. Un weekend incredibile quello del pilota del team Motocorsa, che conferma il grande cammino di crescita e fa pensare che un futuro roseo per Ducati possa essere proprio nelle sue mani.

WSBK
20 ott 2021
SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi Prime

SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi

La lotta mondiale fra Toprak Razgatlioglu e Jonathan Rea è sempre più intensa, con l'avvicinarsi della fine di questa stagione così avvincente i due sono molto vicini in classifica. Questa situazione di grande equilibrio, che a Portimao ha raggiunto il culmine, ci sta consegnando una vera e propria guerra di nervi fra i due contendenti al titolo.

WSBK
6 ott 2021
Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini" Prime

Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano, oltre a quanto successo in Russia, il lutto vissuto dal mondo delle due ruote in quel di Jerez, che piange la perdita di Dean Berta Vinales

WSBK
29 set 2021
SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento Prime

SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento

La tragica scompare di Dean Berta Vinales nel sabato del round di Jerez ha scosso non solo il paddock della Superbike ma l'intero motociclismo. Insieme al dolore, sorgono però tanti interrogativi e il grido che si leva è quello dei piloti, che chiedono un cambiamento per una classe diventata troppo pericolosa.

WSBK
28 set 2021
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021