Rea: "Ora il mio obiettivo è guidare e divertirmi"

Con il titolo già in tasca, "Johnny" punta ad attaccare in Francia. Sykes andrà a caccia di Davies

Nonostante il titolo piloti ottenuto da Jonathan Rea nell’ultimo round a Jerez ed il sigillo costruttori conquistato matematicamente grazie ai piazzamenti del nordirlandese e del compagno di squadra Tom Sykes in gara 2 in Spagna, il Kawasaki Racing Team è deciso ad affrontare le restanti due gare della stagione con obiettivi di successo, per poter ulteriormente impreziosire un 2015 già di per sé quasi perfetto.

Il Circuit de Nevers Magny-Cours ha già sorriso in passato agli alfieri ufficiali della casa di Akashi in passato, con Sykes vincitore di tre gare in sella alla ZX-10R sull’asfalto francese, oltre ad altri tre podi. Rea invece ha chiuso nella top 3 in tre occasioni, l’ultima delle quali lo scorso anno in sella alla Honda.

Senza la pressione del titolo sulle spalle, Rea ora punta solo ad ottenere altri successi di gara, mentre Sykes vuole riprendersi il secondo posto in classifica prima della fine della stagione. Per fare questo, l’iridato 2013 deve recuperare 22 punti sul gallese Chaz Davies.

Jonathan Rea: "La vittoria del titolo a Jerez è stata emozionante, ma è pur vero che in gara abbiamo avuto problemi. Prima di tutto dobbiamo capire la ragione per la quale abbiamo faticato così tanto nella domenica di gare, quando invece sabato tutto sembrava perfetto. Quando ci siederemo al tavolo per capire che strategie prendere, sarà tutto più chiaro. Dopodiché il mio obiettivo è di guidare e divertirmi. In Francia possiamo dire che ripartiremo da zero e non vedo perché non potremo riuscire a lottare per il successo, visti i buoni risultati ottenuti a Magny-Cours in passato. Vincere il titolo è stato un traguardo incredibile, ma da allora non ho mai abbassato la guardia. Ho continuato più o meno la mia vita come sempre, convinto che ci sarà del duro lavoro davanti a noi nelle ultime due trasferte. Voglio tornare sullo stato di forma precedente e lottare lì davanti a Magny-Cours".

Tom Sykes: "Magny-Cours mi ha sempre dato dei sentimenti contrastanti in passato. È un circuito che mi ha dato tanto quanto a vittorie di gara, non altrettanto per quanto riguarda i titoli. Nel 2012 ho mancato il successo finale per mezzo punto mentre lo scorso anno, dopo le buone prestazioni delle prime due giornate, la pioggia della domenica ha sconvolto i piani e le gare sono state durissime. È comunque una pista che mi piace molto e Kawasaki a questa gara non fa mancare di certo il proprio supporto, tanti sono i nostri tifosi che vengono a sostenerci. Spero di poterli ripagare".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Tom Sykes , Jonathan Rea
Team Kawasaki Racing
Articolo di tipo Preview