La FIM concede quattro mesi di tempo alla Bimota

La FIM concede quattro mesi di tempo alla Bimota

Le BB3 correranno "subject to homologation" e senza punti, ma entro agosto servono i 125 esemplari

Le voci dei giorni scorsi hanno di fatto trovato conferma: le Bimota BB3 del Team Alstare potranno fare il loro esordio nel Mondiale Superbike a partire dal secondo round stagionale, che si disputerà questo fine settimana a Motorland Aragon. Le indiscrezioni provenienti dalla squadra di Francis Batta, che la settimana scorsa ha completato anche il primo test importante a Portimao, dicevano che le moto di Ayrton Badovini e Christian Iddon avrebbero iniziato la loro avventura in Spagna, ma che non avrebbero preso punti fino a quando non sarebbe arrivata l'omologazione, vincolata alla produzione di 125 esemplari della BB3. La svolta è arrivata con la pubblicazione dell'ultima versione del regolamento da parte della FIM, che chiarisce che coloro che non avranno ancora a disposizione 125 esemplari nel momento dell'omologazione, dovrà completarli entro quattro mesi dalla prima gara disputata e nel frattempo potrà comunque presentarsi al via, ma appunto senza incamerare punti. Questo vuol dire che la Bimota avrà tempo fino al 13 agosto per produrre gli esemplari necessari della BB3, quindi fino alla tappa di Laguna Seca. Nel caso in cui l'obiettivo non dovesse essere raggiunto, allora scatterebbero delle sanzioni ed anche il possibile allontanamento del costruttore dal campionato. Per quanto riguarda i 250 esemplari da produrre entro la fine dell'anno ed i 500 a cui arrivare entro l'anno successivo, è stato aggiunto che saranno valide anche delle versioni alternative dello stesso modello, a patto perà che non superino il 50% delle quote totali necessarie per l'omologazione.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Christian Iddon , Ayrton Badovini
Articolo di tipo Ultime notizie