Razgatlioglu snobba la MotoGP: rinnova con Yamaha in SBK fino al 2023!

Toprak Razgatlioglu e il team Pata Yamaha hanno rinnovato l’accordo per altri due anni. Il pilota turco resterà in Superbike fino alla fine del 2023, come aveva già annunciato il suo manager Kenan Sofuoglu. In MotoGP Petronas resta dunque con un candidato in meno per il 2022.

Razgatlioglu snobba la MotoGP: rinnova con Yamaha in SBK fino al 2023!

“Deciderò il futuro nella prossima settimana”. Queste le parole di Kenan Sofuoglu sul 2022 del proprio pilota Toprak Razgatlioglu, che proprio oggi ha dato l’annuncio ufficiale della permanenza in Superbike. Il turco, che era stato dato più volte vicino all’approdo in MotoGP a partire dalla prossima stagione, ha confermato invece la sua presenza nel mondiale delle derivate di serie con un accordo biennale.

Toprak Razgatlioglu dunque rinnova il contratto con il team Pata Yamaha e sarà un portacolori della Casa di Iwata in Superbike fino alla fine del 2023. La punta di diamante del Costruttore dei tre diapason dunque si conferma tale anche in vista delle prossime due stagioni, in cui sarà chiamato a frenare l’egemonia di Jonathan Rea, impresa che sta già tentando quest’anno.

A Donington con soli 20 punti di distacco dal leader, Razgatlioglu sta dando prova ancora una volta di essere il pilota di punta di questo campionato, mostrando una grande solidità in sella alla R1. Razgatlioglu ha debuttato con Yamaha all’inizio del 2020, conquistando subito il successo e candidandosi come uno dei talenti più cristallini del panorama attuale.

Le sue capacità non sono sfuggite agli altri team Superbike che, a detta di Sofuoglu, gli hanno fatto offerte per le prossime stagioni. Ma non sono passate inosservate neanche alla MotoGP, che gli ha fatto la corte offrendogli di passare ai prototipi per la prossima stagione. L’addio di Maverick Vinales e il molto probabile ritiro di Valentino Rossi hanno delineato uno scenario particolare in Yamaha nella classe regina del mondiale e nel team Petronas si stava facendo sempre più insistente la voce che potesse sostituire proprio il Dottore qualora dovesse lasciare.

Il team gestito da Razlan Razali dunque si sta trovando un candidato in meno per la sostituzione di Valentino se decidesse di non restare nel 2022. A questo punto, il futuro di Yamaha si sta delineando, sia per quanto riguarda la Superbike sia per quanto riguarda la MotoGP, in quest’ultimo caso perché Razgatlioglu ha preso la sua decisione rifiutando di fatto l’offerta di approdare al team Petronas.

Razgatlioglu esprime il proprio entusiasmo nel confermare la sua permanenza in Superbike con il team Pata: “Yamaha è diventata la mia famiglia e sono davvero felice di rinnovare per altri due anni. Penso che abbiamo migliorato molto la moto da quando sono arrivato nel 2020, quindi è stata una decisione facile da prendere. Stiamo lottando per il titolo quest’anno, siamo vicini alla vetta e ho le persone migliori intorno a me nel team Pata Yamaha con Brixx che mi aiutano a raggiungere i miei obiettivi. Mi piace il paddock della Superbike e sono felice di correre qui. Forse la MotoGP è qualcosa a cui penserò in futuro, ma per ora sono concentrato sul far bene qui in Superbike. Ringrazio tutti coloro che hanno lavorato per far sì che accadesse e ora non vedo l’ora di vivere il futuro con Yamaha”.

Gli fa eco Andrea Dosoli: “Abbiamo iniziato il viaggio con Toprak nel 2020, un anno strano per tutti, ma in cui abbiamo instaurato un buon rapporto. Questo ci è servito da base per la stagione attuale, che fino ad ora è molto positiva, la migliore da quando Yamaha è rientrata in Superbike. La R1 continua a migliorare gara dopo gara e questo permette a Toprak di esprimere il suo grande talento. La decisione di estendere la collaborazione fra Toprak e Yamaha Motor Europe per le prossime due stagioni è arrivata prima di quanto ci aspettassimo, siamo convinti che ci sia ancora molto che debba arrivare e insieme affronteremo la sfida per il titolo in Superbike. Apprezzo moltissimo la fiducia che Toprak ha riposto in Yamaha, per questo lo ringrazio e posso garantire che faremo del nostro meglio per soddisfare le sue alte aspettative”.

condivisioni
commenti
Sofuoglu: “Toprak resterà in SBK, abbiamo offerte da tutti”

Articolo precedente

Sofuoglu: “Toprak resterà in SBK, abbiamo offerte da tutti”

Prossimo Articolo

SBK, Donington, Libere 1: si riparte da Rea, quarto Rinaldi

SBK, Donington, Libere 1: si riparte da Rea, quarto Rinaldi
Carica commenti
Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha? Prime

Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha?

Garrett Gerloff è da sempre considerato la promessa del mondiale Superbike, tanto da ricevere le attenzioni della MotoGP e aver oscurato il pilota ufficiale Yamaha Superbike Andrea Locatelli. Ma il disastro di Assen cambia le gerarchie a Iwata?

WSBK
27 lug 2021
Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti" Prime

Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti"

In questo nuovo appuntamento con Il Rosa dei Motori, Lorenza D'Adderio intervista Ana Carrasco. La campionessa del Mondiale SSP300 del 2018 si racconta, evidenziando quanto l'ottimismo e l'entusiasmo siano ingredienti fondamentali per chi, come lei, ha dovuto recuperare le forze dopo un tremendo infortunio. Una motociclista temeraria e di talento, che non è indifferente a un altro grande campione come Jonathan Rea...

WSBK
22 lug 2021
BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita? Prime

BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita?

Tom Sykes e Michael van der Mark difficilmente dimenticheranno il round di Donington, grazie ai podi conquistati e alla solidità mostrata durante tutto il weekend. BMW convince e non vuole che questi risultati siano una tantum. L’obiettivo in Olanda è dimostrare di essere cresciuti davvero e di poter dire la propria, dando prova del fatto che Donington è stato solo il punto di partenza di una rinascita.

WSBK
9 lug 2021
Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale? Prime

Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale?

Scott Redding mette in archivio il round di Donington, il peggiore della sua stagione fino ad ora. Due zeri e neanche un podio sono il bilancio di un weekend che potrebbe segnare la fine della lotta iridata. "Difficile ma non impossibile", dice Redding. Ma da Assen serve la svolta.

WSBK
6 lug 2021
Mara Soto: "Essere meccanico di Rea, l'occasione della vita" Prime

Mara Soto: "Essere meccanico di Rea, l'occasione della vita"

In questa puntata de "Il Rosa dei Motori", Lorenza D'Adderio intervista Mara Soto, meccanico Kawasaki nel team impegnato nel mondiale Superbike. Un viaggio attraverso i ricordi, gli obiettivi di una giovane ragazza che realizza il sogno di lavorare al fianco di un grande campione come Jonathan Rea.

WSBK
1 lug 2021
SBK: Redding crolla a Misano. È Razgatlioglu l’anti-Rea? Prime

SBK: Redding crolla a Misano. È Razgatlioglu l’anti-Rea?

Scott Redding doveva essere l’uomo incaricato di fermare il dominio di Jonathan Rea, eppure lascia Misano con l’amaro in bocca e con un distacco in classifica importante, considerando la solidità di Rea e Razgatlioglu, i due che lo precedono. Il turco convince e si avvicina il leader del mondiale. È dunque il pilota Yamaha il vero anti-Rea?

WSBK
15 giu 2021
WSBK: a Misano Rea è dominato dalla Next Generation Prime

WSBK: a Misano Rea è dominato dalla Next Generation

Prima puntata podcast di Debriefing WSBK, in cui Lorenza D'Adderio e Giacomo Rauli commentano il round di Misano Adriatico della classe regina delle moto derivate di serie. Buon ascolto!

WSBK
13 giu 2021
SBK: Rea trionfa, Redding capitola. Mondiale già scritto? Prime

SBK: Rea trionfa, Redding capitola. Mondiale già scritto?

Jonathan Rea conquista due gare su tre nel weekend dell’Estoril e allunga in classifica, approfittando di un passo falso di Scott Redding, scivolato in Gara 2 e ora inseguitore con un distacco già piuttosto importante.

WSBK
2 giu 2021