Test Superbike Portimao, Giorno 2: Rea domina ancora, ma Bautista si conferma competitivo

condivisioni
commenti
Test Superbike Portimao, Giorno 2: Rea domina ancora, ma Bautista si conferma competitivo
Di:
28 gen 2019, 18:57

Il Campione del mondo in carica archivia i test in Portogallo con il miglior crono, staccando tutti gli inseguitori. Secondo tempo per Alex Lowes, mentre Alvaro Bautista è terzo e dimostra un buon adattamento alla Panigale V4 Superbike.

Jonathan Rea, Kawasaki Racing
Jonathan Rea, Kawasaki Racing
Alex Lowes, Pata Yamaha
Leon Haslam, Kawasaki Racing
Leon Haslam, Kawasaki Racing
#19 Ducati Aruba.IT: Alvaro Bautista
#7 Ducati Aruba.IT: Chaz Davies
Marco Melandri, GRT Yamaha WorldSBK Team
#11 GRT Yamaha Official: Sandro Cortese
Tom Sykes, BMW Motorrad WorldSBK Team
#54 Kawasaki Puccetti Racing: Toprak Razgatlioglu, #33 GRT Yamaha Official: Marco Melandri
Toprak Razgatlioglu, Kawasaki Puccetti Racing

Cala il sipario anche sulla seconda giornata di test a Portimao, ultimo appuntamento in Europa prima che il mondiale Superbike voli in Australia. Squadre e piloti hanno sfruttato al massimo il secondo giorno di prove sul tracciato portoghese nonostante il vento e hanno continuato a lavorare in vista degli ultimi test a Phillip Island, che precedono l’inizio della stagione.

Nessuna sorpresa al vertice, anche nel secondo giorno è Jonathan Rea a comandare la classifica e lo fa infliggendo un pesante gap su tutti gli inseguitori. Il Campione del mondo in carica ha chiuso i test con ben 9 decimi su Alex Lowes, secondo. Rea però non era a caccia del crono, ha proseguito infatti il lavoro sulla ZX-10RR, archiviando questi test con soddisfazione per i miglioramenti fatti. Bilancio positivo per il britannico, che lascia il Portogallo con positività nonostante una piccola caduta nelle ultime fasi di test. Sorride anche Leon Haslam, quarto alla fine dei test a poco più di un secondo dal compagno di squadra ma contento della fiducia acquistata in sella alla Kawasaki.

Rispetto alla prima giornata, non cambia la classifica dei primi, anche nell’ultimo giorno è Alex Lowes a chiudere in seconda posizione. Il pilota Yamaha resta a 9 decimi da Rea, ma conferma l’ottimo passo fermando il cronometro sull’1:41.814. Anche Michael van der Mark archivia l’ultimo test europeo con buone sensazioni, alla luce del quinto tempo. Continuano a fare progressi anche i due portacolori del team GRT Yamaha: Sandro Cortese è settimo e precede Marco Melandri, in ottava posizione.

Inarrestabile Alvaro Bautista, che dimostra di sapersi adattare bene alla Superbike. In sella alla Panigale V4, lo spagnolo stampa un 1:41.934 che lo porta in terza posizione. È il primo ad andare oltre il secondo di ritardo da Rea, ma in casa Ducati c’è soddisfazione per il lavoro svolto anche a Portimao. Bautista ha lavorato sul setup di base e ha provato gomme diverse. Chaz Davies non è andato oltre l’undicesimo crono a causa dei dolori alla schiena che accusa già dai test di Jerez. Il britannico è riuscito comunque a completare 42 giri nonostante le difficoltà.

Protagonisti dei test di Portimao anche i due piloti BMW. La squadra ha presentato oggi la livrea del 2019 ed è scesa in pista dimostrando che il lavoro di sviluppo sta andando per il verso giusto. Tom Sykes è sesto dopo aver fatto segnare il tempo di 1:42.246, mentre Markus Reiterberger ha chiuso la seconda giornata in decima posizione. Sono state provate diverse gomme e ci si è concentrati sulla geometria della moto, con un bilancio decisamente positivo che porta la squadra tedesca a volare verso l’Australia con ottimismo.

Il miglior pilota dei team indipendenti è ancor una volta Toprak Razgatlioglu, nono a poco più di un secondo e mezzo dal compagno di marca e leader della classifica. Michael Ruben Rinaldi ed Eugene Laverty hanno continuato l’adattamento alla Panigale V4, chiudendo in dodicesima e tredicesima posizione rispettivamente. Chiude il gruppo Alessandro Delbianco, quattordicesimo.

Si concludono così gli ultimi test europei del mondiale Superbike, che avrà l’ultima occasione di provare a Phillip Island, il 18 ed il 19 febbraio, prima dell’avvio della stagione 2019.

Classifica tempi non ufficiali

Posizione

Pilota

Team

Tempo

Gap

1.

Jonathan Rea United Kingdom

Kawasaki Racing Team World SBK

1:40.855

 

2.

Alex Lowes United Kingdom

Pata Yamaha WorldSBK Team

1:41.814

+0.959

3.

Alvaro Bautista Spain

Aruba.it Racing - Ducati

1:41.934

+1.079

4.

Leon Haslam United Kingdom

Kawasaki Racing Team World SBK

1:42.144

+1.289

5.

Michael van der Mark Netherlands

Pata Yamaha WorldSBK Team

1:42.191

+1.336

6.

Tom Sykes United Kingdom

BMW Motorrad WorldSBK Team

1:42.246

+1.391

7.

Sandro Cortese Germany

GRT Yamaha WorldSBK

1:42.469

+1.614

8.

Marco Melandri Italy

GRT Yamaha WorldSBK

1:42.507

+1.652

9.

Toprak Razgatlioglu Turkey

Turkish Puccetti Racing

1:42.537

+1.682

10.

Markus Reiterberger Germany

BMW Motorrad WorldSBK Team

1:43.146

+2.291

11.

Chaz Davies United Kingdom

Aruba.it Racing - Ducati

1:43.361

+2.506

12.

Michael Ruben Rinaldi Italy

BARNI Racing Team

1:43.834

+2.979

13.

Eugene Laverty Ireland

Team Goeleven

1:43.950

+3.095

14.

Alessandro Delbianco Italy

Althea MIE Racing Team

1:44.885

+4.030

Prossimo Articolo
Il team BMW Motorrad ha presentato la livrea delle S1000 per il Mondiale Superbike 2019

Articolo precedente

Il team BMW Motorrad ha presentato la livrea delle S1000 per il Mondiale Superbike 2019

Prossimo Articolo

Bautista: "Abbiamo trovato una buona base per la Panigale V4, ma c'è ancora tanto lavoro"

Bautista: "Abbiamo trovato una buona base per la Panigale V4, ma c'è ancora tanto lavoro"
Carica commenti