Test Phillip Island, Day 2: Guintoli precede di un soffio Rea

In Australia è andata in scena la seconda giornata di prove, con Sylvain Guintoli che ha piazzato la sua Yamaha davanti alla Kawasaki di Jonathan Rea. Ancora indietro le Ducati, infortunio a Hook.

Sylvain Guintoli ha chiuso al comando la seconda e ultima sessione di test ufficiali della World Superbike, andati in scena sulla pista di Phillip Island, in una giornata finalmente soleggiata dopo il maltempo che aveva disturbato i piloti ieri.

Il francese del Team Pata ha piazzato la sua Yamaha YZF R1 ufficiale al primo posto completando la miglior tornata in 1'31"940, davanti alla Kawasaki ZX-10R di Jonathan Rea, staccato di appena 0"150. Da segnalare che Guintoli ha compiuto ben 11 giri in meno rispetto al britannico della "verdona" (16 contro 27) per via di una caduta nelle prime fasi di prove.

Quello del transalpino non è stato l'unico scivolone di giornata, dato che per tre volte i giudici si sono visti costretti ad esporre la bandiera rossa. Una è stata causata da Roman Ramos (Kawasaki-Team GoEleven), che ha posto fine anzitempo ai test con alcuni minuti ancora sul cronometro, mentre prima dello spagnolo aveva avuto la peggio il padrone di casa Josh Hook (Kawasaki-Grillini Racing Team), la cui caduta gli ha procurato la lussazione della spalla sinistra e una frattura al tubercolo maggiore dello scafoide. Tutte queste interruzioni hanno provocato un discreto ritardo, tant'è che le azioni in pista si sono molto ridotte rispetto alla giornata di lunedì.

Tornando ai risultati, terzo crono per l'altra Yamaha ufficiale guidata da Alex Lowes (+0"166), che si è preso la soddisfazione di precedere la seconda Kawasaki più temuta, quella di Tom Sykes (+0"343), il migliore della giornata di ieri; oggi il britannico non ha avuto un ritmo costante, almeno paragonato al suo compagno di squadra Rea.

In Top5 troviamo il tedesco Markus Reiterberger (Team Althea), che seppur staccato di 0"759 dalla vetta è il migliore dei "rider" su BMW S1000 RR. Alle sue spalle c'è la prima delle Honda CBR 1000 RR, quella condotta da Michael Van der Mark, seguita dall'altra BMW di Jordi Torres e dalle due Ducati 1199 Panigale di Xavi Forés (Barni Racing Team) e Chaz Davies (Aruba Racing), separate da un solo millesimo, ma distanti 8 decimi dal miglior crono di giornata.

Chiude la Top10 la Kawasaki di Román Ramos (Team GoEleven), con Nicky Hayden che peggiora la propria posizione rispetto alla sessione di ieri chiudendo undicesimo. Dietro allo statunitense troviamo il duo tricolore Davide Giugliano-Lorenzo Savadori, con il sanmarinese Alex DeAngelis (IodaRacing Team) che ha terminato quindicesimo in sella alla sua Aprilia. L'unica Agusta in azione, quella affidata a Leon Camier, occupa la sedicesima piazza.

Ora team e piloti avranno un paio di giorni per ragionare e analizzare i dati acquisiti, poi nella giornata di venerdì si tornerà in pista per dare il via ufficialmente al primo weekend stagionale, che scatterà nella notte italiana con le Prove Libere.

WSBK - Classifica Test Martedì

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Evento Phillip Island, test di febbraio
Sub-evento Martedì
Circuito Phillip Island Grand Prix Circuit
Piloti Tom Sykes , Sylvain Guintoli , Jonathan Rea , Alex Lowes
Team Kawasaki Racing
Articolo di tipo Test