Test Jerez, Giorno 1: Rea subito un fulmine. Debutto della Ducati V4

condivisioni
commenti
Test Jerez, Giorno 1: Rea subito un fulmine. Debutto della Ducati V4
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
23 gen 2018, 17:52

Il tre volte iridato in carica stacca il miglior tempo davanti a Lowes e a Sykes. Quarta la Ducati con Melandri. Esordio per la Panigale V4 condotta da Lorenzo Zanetti in versione stock. Bene la Honda con Camier.

La stagione 2018 della World Superbike è ufficialmente inziata oggi, con la prima giornata della sessione inaugurale di test invernali del nuovo anno svolta sul tracciato andaluso di Jerez de la Frontera, in Spagna.

Il rigido inverno e le temperature basse hanno permesso ai piloti di scendere in pista dalle ore 12:00 locali, proprio come previsto dagli organizzatori. Il tempo trascorso dall'ultimo test sembra non aver modificato in maniera significativa gli equilibri della massima categoria dedicata alle moto derivate di serie. Quantomeno non nelle posizioni di testa.

Il miglior tempo assoluto della giornata è stato ottenuto, nemmeno a dirlo, dal tre volte campione del mondo in carica Jonathan Rea, che continua a rivelarsi implacabile pur avendo percorso appena 22 passaggi. Il migliore di questi è stato ottenuto in 1'39"862, con cui è riuscito a staccare la sorprendente Yamaha YZF-R1 ufficiale di Alex Lowes di 202 millesimi di secondo.

Molto buona la crescita della moto di Iwata, che con il pilota britannico è riuscita a migliorare giro dopo giro sino ad avvicinarsi in maniera promettente al binomio che nelle ultime tre stagioni si è rivelato imbattibile, quello formato da Rea e Kawasaki. A confermare la buona forma delle Ninja ZX-10RR ufficiali è stato Tom Sykes, terzo assoluto a 316 millesimi dal compagno di squadra e a poco più di un decimo da Lowes.

Marco Melandri e Chaz Davies si sono concentrati sulla preparazione di quella che sarà l'ultima versione della Ducati Panigale R prima di essere sostituita l'anno prossimo dall'innovativa V4. Entrambi hanno lavorato per adattare la moto al nuovo regolamento sui giri motore per il 2018, ma anche su elettronica, telaio e motore. Il ravennate è riuscito a mettersi alle spalle Davies facendo meglio di quasi mezzo secondo. Melandri ha chiuso la sessione a 60 millesimi da Sykes.

A un passo da Davies troviamo la seconda Yamaha R1 ufficiale, quella di Michael van der Mark, che ha preceduto la prima Aprilia del team Milwaukee condotta da Eugene Laverty. Oltre alla Yamaha, la seconda - grande - sorpresa di giornata è il bell'ottavo tempo centrato da Leon Camier. Il britannico è ancora alle primissime uscite in sella alla Honda CBR1000RR SP2 Fireblade, eppure sembra aver già trovato un buon feeling tanto da aver mancato il settimo tempo per appena 113 millesimi.

La Top 10 è stata completata da due piloti italiani: Niccolò Canepa e Lorenzo Savadori. Il genovese ha portato in pista la terza Yamaha ufficiale cogliendo un solido nono tempo, di poco davanti al connazionale del team Milwaukee Aprilia. Appena fuori dalle prime 10 posizioni la BMW S1000RR del team Althea, affidata quest'anno al francese Loris Baz di ritorno dalla MotoGP. Jordi Torres sta ancora prendendo le misure alla MV Agusta e oggi non è andato oltre la 13esima posizione alle spalle di Michael Ruben Rinaldi.

In questo test, però, gran parte degli occhi erano puntati su una moto nera, totalmente senza livrea, solo con un numero sul cupolino e poco altro. Si trattava della Ducati Panigale V4, che, in attesa del debutto nel Mondiale che avverà l'anno prossimo, ha esordito oggi a Jerez condotta dal tester Lorenzo Zanetti. La nuova creatura di Bordo Panigale che ha girato oggi è ancora una versione molto vicina a quella base. Zanetti ha iniziato a dare le prime indicazioni agli ingegneri Ducati per indirizzarne lo sviluppo, che avverrà nel corso dell'anno corrente. Il suo tempo di riferimento nei 64 giri effettuati è stato 1'41"665, staccato di 1"8 dal miglior tempo di Rea.

World Superbike - Jerez de la Frontera - Test Giorno 1

   PosizionePilotaMotoTempo/distacco
1 Jonathan Rea Kawasaki Ninja ZX-10RR 1'39”862
2 Alex Lowes Yamaha YZF-R1 +0"202
3 Tom Sykes Kawasaki Ninja ZX-10RR +0"312
4 Marco Melandri Ducati Panigale R +0"376
5 Chaz Davies Ducati Panigale R +0"842
6 Michael van der Mark Yamaha YZF-R1 +0"896
7 Eugene Laverty Aprilia RSV4 RF +0"913
8 Leon Camier Honda CBR1000RR SP2 +1"026
9 Niccolò Canepa Yamaha YZF-R1 +1"173
10 Lorenzo Savadori Aprilia RSV4 RF +1"177
Prossimo articolo WSBK
Fotogallery: il primo giorno di test Superbike invernali di Jerez

Previous article

Fotogallery: il primo giorno di test Superbike invernali di Jerez

Next article

Presentato il team Pedercini Racing. Il pilota è Yonny Hernandez

Presentato il team Pedercini Racing. Il pilota è Yonny Hernandez

Su questo articolo

Serie WSBK
Autore Giacomo Rauli
Tipo di articolo Test