Test Jerez, Day 2: Rea cade ma si conferma. Volano Savadori e Melandri!

Jonathan Rea chiude in vetta i test di Jerez con una Ninja 2017 che impressiona già. Grande tempo per Lorenzo Savadori con l'Aprilia del team Milwaukee e di Melandri, che migliora sempre più con la Ducati Panigale ufficiale.

Test Jerez, Day 2: Rea cade ma si conferma. Volano Savadori e Melandri!
Jonathan Rea, Kawasaki
Lorenzo Savadori, Milwaukee Aprilia World Superbike Team
Chaz Davies, Ducati
Marco Melandri, Ducati Team
Nicky Hayden, Honda World Superbike Team
Xavi Forés, Barni Racing Team
Tom Sykes, Kawasaki
Michael van der Mark, Pata Yamaha
Eugene Laverty, Milwaukee Aprilia World Superbike Team

Oggi i protagonisti della World Superike sono tornati in pista a Jerez de la Frontera per disputare la seconda e ultima giornata di test prevista sul tracciato andaluso e, anche in questo caso, il sigillo finale lo ha messo il solito Jonathan Rea.

Il due volte campione del mondo in carica della Kawasaki ha portato la nuova Ninja ZX-10RR in vetta alla classifica generale grazie a un crono di 1'39"809. La giornata del nord-irlandese è stata caratterizzata anche da un brutto incidente nel corso della prima parte del pomeriggio avvenuto alla Curva 1. Dopo un rapido controllo al Centro Medico, Johnny è stato ritenuto in grado di poter proseguire le prove e, poco dopo essere tornato in sella della sua "verdona", ha stampato il miglior tempo della giornata.

Kawasaki può sorridere una volta di più scorrendo la classifica, perché in terza posizione troviamo la seconda Ninja 2017, ossia quella affidata a Tom Sykes. Il britannico, così come il compagno di squadra, è incappato in una caduta (sul rettilineo...) ma fortunatamente senza conseguenze fisiche.

In mezzo alle due Kawasaki ecco il primo pilota italiano: Lorenzo Savadori. Il centauro del team Aprilia Milwaukee è stato autore di un tempo eccezionale con cui si è portato prima in vetta alla classifica, poi a chiudere la giornata a poco più di un decimo dal campione del mondo in carica. Una bella iniezione di fiducia per il suo secondo anno nella massima categoria dedicata alle moto di serie.

Peggio è andata al suo compagno di squadra, Eugene Laverty, autore di un incidente alla Curva 1 in collaborazione con Randy Krummenacher, pilota del team Puccetti ed esordiente in Superbike (ha chiuso 11esimo assoluto). Anche in questo caso i due piloti non hanno riportato conseguenze degne di nota.

Quarta posizione per Marco Melandri, secondo degli italiani in classifica generale. Il ravennate è anche il primo pilota Ducati avendo battuto per appena 11 millesimi di secondo il compagno di squadra Chaz Davies, fermo in quinta posizione. Ducati continua a essere la più accreditata rivale della Kawasaki e se Melandri confermerà questa crescita anche nel Mondiale allora a Borgo Panigale potrebbero avere due piloti in grado di lottare in tutti gli appuntamenti con Rea e Sykes.

Inizia a migliorare sensibilmente la nuova Honda CBR1000RR SP2 Fireblade grazie a Nicky Hayden. Il rider nativo del Kentucky ha chiuso in sesta posizione a un paio di decimi dalla Ducati ufficiale di Davies dopo un avvio di mattinata non troppo convincente. La nuova due ruote nipponica ha bisogno di un lavoro di sgrossamento, ricordiamo infatti che ha debuttato solo nella giornata di ieri ed è indietro rispetto alla diretta concorrenza per quanto riguarda lo sviluppo. Migliora anche Stefan Bradl, oggi all'interno della Top 10 grazie al nono posto finale.

Timidi segnali di miglioramento arrivano dalla Yamaha grazie ad Alex Lowes. Il britannico è riuscito a migliorare il proprio riferimento di giornata proprio all'ultimo tentativo disponibile salendo così in settima posizione davanti alla Ducati del team Barni affidata a Xavi Forés. Michael van der Mark non è riuscito ad andare oltre al decimo tempo.

Giornata difficile per il team Althea BMW Racing, che ha potuto contare sul solo Markus Reiterberger (12esimo) a causa di un incidente che ha fermato Jordi Torres. Lo spagnolo ha riportato una contusione a una clavicola e una brutta abrasione a un gomito, per questo è stato dichiarato "unfit" dai medici, dunque non abile a condurre la sua S1000RR nei test di Jerez.

Test di Jerez de la Frontera - classifica generale

     PosizionePilotaMotoTempo/distacco
1 Jonathan Rea Kawasaki Ninja ZX-10RR 1'39”809
2 Lorenzo Savadori Aprilia RSV4 RF +0"111
3 Tom Sykes Kawasaki Ninja ZX-10RR +0"410
4 Marco Melandri Ducati Panigale R +0"504
5 Chaz Davies Ducati Panigale R +0"515
6 Nicky Hayden Honda CBR1000RR SP2 +0"739
7 Alex Lowes Yamaha YZF-R1 +0"791
8 Xavi Forés Ducati Panigale R +0"929
9 Stefan Bradl Honda CBR1000RR SP2 +1"045
10 Michael van der Mark Yamaha YZF-R1 +1"641
condivisioni
commenti
Test Jerez, Day 1: Rea e Sykes davanti a tutti, ma la Ducati c'è
Articolo precedente

Test Jerez, Day 1: Rea e Sykes davanti a tutti, ma la Ducati c'è

Prossimo Articolo

Althea: Torres in forse per i test di Portimao dopo l'infortunio di Jerez

Althea: Torres in forse per i test di Portimao dopo l'infortunio di Jerez
Carica commenti
SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale Prime

SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale

Toprak Razgatlioglu è il nuovo campione del mondo della Superbike, il turco è riuscito a battere Rea dopo sei anni di dominio incontrastato. Ma il titolo del pilota Yamaha non rappresenta solo un cambiamento al vertice, segna anche il rinnovo del campionato, un ricambio generazionale che disegna un bel futuro per le derivate di serie.

WSBK
24 nov 2021
Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike? Prime

Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike?

Axel Bassani ha sfiorato il podio in Argentina, dopo essere stato in lotta con i tre grandi protagonisti del mondiale. Un weekend incredibile quello del pilota del team Motocorsa, che conferma il grande cammino di crescita e fa pensare che un futuro roseo per Ducati possa essere proprio nelle sue mani.

WSBK
20 ott 2021
SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi Prime

SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi

La lotta mondiale fra Toprak Razgatlioglu e Jonathan Rea è sempre più intensa, con l'avvicinarsi della fine di questa stagione così avvincente i due sono molto vicini in classifica. Questa situazione di grande equilibrio, che a Portimao ha raggiunto il culmine, ci sta consegnando una vera e propria guerra di nervi fra i due contendenti al titolo.

WSBK
6 ott 2021
Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini" Prime

Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano, oltre a quanto successo in Russia, il lutto vissuto dal mondo delle due ruote in quel di Jerez, che piange la perdita di Dean Berta Vinales

WSBK
29 set 2021
SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento Prime

SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento

La tragica scompare di Dean Berta Vinales nel sabato del round di Jerez ha scosso non solo il paddock della Superbike ma l'intero motociclismo. Insieme al dolore, sorgono però tanti interrogativi e il grido che si leva è quello dei piloti, che chiedono un cambiamento per una classe diventata troppo pericolosa.

WSBK
28 set 2021
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021
Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits? Prime

Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits?

La tripletta di Magny-Cours diventa una doppietta per Toprak Razgatlioglu, privato della vittoria in Superpole Race per aver superato i limiti della pista all’ultimo giro. Il caso Yamaha-Kawasaki riapre la questione dei track limits, considerati ormai un’esasperazione che condiziona fin troppo gli esiti delle gare.

WSBK
7 set 2021