Ten Kate dichiara bancarotta! Fuori dalla SBK lo storico team vincitore di 10 mondiali fra SBK e Supersport

condivisioni
commenti
Ten Kate dichiara bancarotta! Fuori dalla SBK lo storico team vincitore di 10 mondiali fra SBK e Supersport
Di: Lewis Duncan
27 nov 2018, 18:21

Con una mossa a sorpresa Honda ha scelto di scaricare Ten Kate a favore di Althea e Moriwaki mettendo così lo storico team olandese nella condizione di dichiarare bancarotta.

Con un comunicato a sorpresa, il team Ten Kate, che era team ufficiale Honda in Superbike con i piloti Leon Camier e Jake Gagne, ha dichiarato bancarotta e quindi cesserà immediatamente qualunque attività agonistica. La squadra olandese, parte integrante della Superbike negli ultimi 18 anni (da non dimenticare il titolo conquistato nel 2007 con James Toseland e i 9 titoli conquistati in Supersport), il prossimo anno non sarà quindi parte della massima disciplina dedicata alle derivate di serie.

Nel 2019 infatti sarà Honda HRC come team ufficiale a tornare nella Superbike per la prima volta dopo il 2002 assieme ad Althea e Moriwaki, una scelta strategica che ha colto i vertici di Ten Kate di sorpresa, visto che si aspettavano di poter continuare nella loro partnership anche il prossimo anno.

La comunicazione di questa scelta da parte di Honda è stata notificata a Ten Kate solo il 30 ottobre scorso, (scelta da attribuire al fatto che, per i vertici giapponesi, il team olandese non sarebbe al momento in grado di assicurare un valido supporto tecnico per il 2019) ha obbligato, dati i tempi stretti, il team a dichiarare bancarotta.

"La cosa più triste" si legge da un comunicato stampa diffuso nelle ultime ore da Ten Kate, "è che la dichiarazione dello stato di bancarotta è causata dal fatto che Honda ci ha notificato della sua scelta di interrompere i rapporti con noi troppo in ritardo. Honda ha deciso comunque di continuare in Superbike con altri due partner logistici e tecnici (Althea e Moriwaki n.d.r.) che si assumeranno la responsabilità di far correre le Fireblade".

"La notifica da parte di Honda ci è stata fatta pervenire solo lo scorso 30 ottobre senza alcuna preventiva avvisaglia di ciò che stava accadendo lasciandoci completamente scoperti per il prossimo anno. Nel corso dell'ultimo weekend di gare, in Qatar lo scorso 27 ottobre, i rapporti tra noi ed Honda erano assolutamente nella norma con già tutta la pianificazione per i prossimi test invernali fatta".

Il comunicato aggiunge che Honda avrebbe dovuto annunciare la sua scelta di non continuare con Ten Kate prima della pausa estiva in modo da dare al team il tempo necessario per trovare una valida alternativa per il prossimo anno e per meglio organizzare il proprio personale e la propria attività. Gli stessi accordi esistenti tra Ten Kate e Honda, come da contratto, prevedevano che qualunque scelta circa l'anno successivo sarebbe stata da notificare entro la pausa estiva.

Ten Kate aggiunge che ha ricevuto offerte da altre case costruttrici ma che le tempistiche non sono state le migliori per concludere alcun accordo. Il comunicato diramato dal team olandese inoltre dice che è in corso una procedura legale nei confronti di Honda con l'accusa di aver messo il team nella scomoda posizione di dover dichiarare bancarotta.

Al momento non ci sono altre informazioni, probabilmente Ten Kate chiederà a Honda un risarcimento e proverà a tornare in pista nel 2020.

Prossimo Articolo
Bautista: "Il carattere della Panigale V4 R è abbastanza simile a quello della Desmosedici"

Articolo precedente

Bautista: "Il carattere della Panigale V4 R è abbastanza simile a quello della Desmosedici"

Prossimo Articolo

Test Jerez SBK, Giorno 2: Rea al comando, Ducati soddisfatta

Test Jerez SBK, Giorno 2: Rea al comando, Ducati soddisfatta
Carica commenti

Su questo articolo

Serie WSBK
Team Ten Kate Racing
Autore Lewis Duncan