Sykes: "Peccato, volevo la slick al posteriore"

Il pilota della Kawasaki si lamenta di un problema di comunicazione per cui gli è stata montata la gomma sbagliata al posteriore nel pit stop.

Tom Sykes sembra davvero sempre di più un separato in casa all'interno del box Kawasaki. Oggi ad Assen il britannico ha conteso la vittoria di gara 2 del Mondiale Superbike a Jonathan Rea praticamente fino alla bandiera a scacchi, ma una volta arrivato al parco chiuso non è parso affatto contento.

Quella odierna, infatti, è stata una gara particolare, iniziata con la pista bagnata che andava via via asciugando, che quindi ha imposto un cambio gomme in corsa. Nel momento del pit sto Rea ha puntato sulle slick, mentre a "The Grinner" sono state montate le intermedie.

Da parte sua però è arrivato un attacco abbastanza duro alla sua squadra, perché Tom ha spiegato che in realtà lui aveva chiesto una slick al posteriore, dando adito quindi a nuove polemiche.

"Oggi bisognava un po' azzardare. Ho iniziato con le gomme da bagnato e nei primi giri si sono comportate bene. Poi sono rientrato ed io avevo scelto un'intermedia all'anteriore e la slick dietro, ma è stato difficile anche solo parlare con il responsabile, quindi non siamo riusciti a montare la gomma dietro giusta. Il posteriore praticamente lo abbiamo perso" ha detto Sykes.

Sul proseguimento della gara poi ha aggiunto: "Peccato perché dopo il pit stop ho trovato un buonissimo passo, che mi ha permesso di rimanere attaccato a Jonathan anche se lui aveva le slick. Un secondo posto è sicuramente meglio del ritiro di ieri, ma dispiace per questo problema di comunicazione in pitlane".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Evento Assen
Circuito Assen
Piloti Tom Sykes
Team Kawasaki Racing
Articolo di tipo Intervista