Sykes: "Ho perso due occasioni, ma spero ancora nel titolo"

Tom Sykes ha chiuso al secondo posto anche la seconda manche di gara della Superbike a Misano Adriatico. Il britannico spera che Kawasaki porti nei test di domani materiale utile a lottare con Rea per il titolo 2016.

Sykes: "Ho perso due occasioni, ma spero ancora nel titolo"
Tom Sykes, Kawasaki Racing Team
Tom Sykes, Kawasaki Racing Team
Tom Sykes, Kawasaki Racing Team
Tom Sykes, Kawasaki Racing Team
Tom Sykes, Kawasaki Racing Team
Tom Sykes e Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
Tom Sykes, Kawasaki Racing Team
Tom Sykes, Kawasaki Racing Team
Tom Sykes, Kawasaki Racing Team
Jonathan Rea, Kawasaki Racing team e Tom Sykes, Kawasaki Racing Team

Il sorriso stampato sul volto di Tom Sykes al termine della seconda manche di gara di Misano Adriatico rende perfettamente l'idea dello stato d'animo del pilota britannico. Il rider della Kawasaki ha centrato per la seconda volta consecutiva il secondo posto, sempre alle spalle del compagno di squadra Jonathan Rea.

In Gara 2, Sykes era partito forte, cercando di staccare il campione del mondo in carica, ma senza riuscirci. A quattro giri dal termine Rea lo ha infilato con una manovra d'autore ed è andato a centrare il secondo successo in due giorni.

"Probabilmente Jonathan ha trovato qualcosa che ha migliorato il comportamento delle sue gomme", ha detto Sykes al termine della corsa. "Ieri se consideriamo come si è svolta la gara abbiamo avuto una bella occasione per vincere, invece ho finito la corsa due volte secondo e ho fatto la pole position sabato e in fin dei conti è stato un fine settimana normale. E' un peccato però perché mi sono allontanato ancora dalla prima posizione nel Mondiale, il risultato riflette negativamente su questo aspetto, ma ci sono ancora cinque appuntamenti da disputare e dieci manche di gara. Ora il nostro obiettivo è chiaro. Cercare di fare più punti possibile da qui alla fine".

Domani proverete aggiornamenti per evolvere ulteriormente la moto?
"Spero che domani la giornata sia bella perché cercheremo di provare proprio qui a Misano qualche soluzione nuova e interessante per la moto".

Sei rammaricato per gli errori che hai commesso sino a questo momento nel corso di questo campionato?
"Sì, devo dire che parte del gap che ho nei confronti di Rea sia dovuto agli errori che ho commesso in Australia e, soprattutto, quello di Assen. Senza quelli sarei certamente molto più vicino. Ma oramai la situazione è questa e dovremo tentare di non fare come nel 2012, quando arrivai molto vicino a Max Biaggi e poi vedere che succederà nell'ultimo appuntamento. Speriamo di migliorare la moto, così proverò a vincere quante più gare possibile e vedere cosa accadrà alla fine".

Rispetto a ieri sei sembrato molto più aggressivo...
"Oggi ho provato a essere molto più aggressivo rispetto a ieri e ho tentato di farlo sin da subito. Purtroppo il mio ritmo è calato e non sono riuscito a difendere la mia posizione dall'attacco di Rea. Non è stato un fine settimana indimenticabile, ma cercheremo di imparare per fare meglio nelle prossime gare. Nei test di domani cercheremo inoltre di risolvere alcuni problemi che mi impediscono di guidare sempre come vorrei e, magari, evitare i cali di prestazione come quelli di oggi".

Ora la lotta al titolo sembra essere circoscritta tra te e Rea. Davies è caduto all'inizio della gara...
"E' un peccato che Chaz sia finito a terra. E' un duello più interessante quest'anno per il titolo, anche se non siamo così vicini. Da parte nostra tenteremo di lottare fino alla fine. Non sarà semplice, perché anche se mancano molti punti da assegnare Rea è forte, comunque bastano in realtà un paio di errori e allora tutto potrebbe riaprirsi".

condivisioni
commenti
Giugliano dedica il terzo posto a Pirovano, poi punge Davies

Articolo precedente

Giugliano dedica il terzo posto a Pirovano, poi punge Davies

Prossimo Articolo

Rea: "Due vittorie diverse e belle. Ora il vantaggio nel Mondiale è ampio"

Rea: "Due vittorie diverse e belle. Ora il vantaggio nel Mondiale è ampio"
Carica commenti
SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi Prime

SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi

La lotta mondiale fra Toprak Razgatlioglu e Jonathan Rea è sempre più intensa, con l'avvicinarsi della fine di questa stagione così avvincente i due sono molto vicini in classifica. Questa situazione di grande equilibrio, che a Portimao ha raggiunto il culmine, ci sta consegnando una vera e propria guerra di nervi fra i due contendenti al titolo.

WSBK
6 ott 2021
Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini" Prime

Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano, oltre a quanto successo in Russia, il lutto vissuto dal mondo delle due ruote in quel di Jerez, che piange la perdita di Dean Berta Vinales

WSBK
29 set 2021
SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento Prime

SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento

La tragica scompare di Dean Berta Vinales nel sabato del round di Jerez ha scosso non solo il paddock della Superbike ma l'intero motociclismo. Insieme al dolore, sorgono però tanti interrogativi e il grido che si leva è quello dei piloti, che chiedono un cambiamento per una classe diventata troppo pericolosa.

WSBK
28 set 2021
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021
Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits? Prime

Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits?

La tripletta di Magny-Cours diventa una doppietta per Toprak Razgatlioglu, privato della vittoria in Superpole Race per aver superato i limiti della pista all’ultimo giro. Il caso Yamaha-Kawasaki riapre la questione dei track limits, considerati ormai un’esasperazione che condiziona fin troppo gli esiti delle gare.

WSBK
7 set 2021
Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo Prime

Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo

Al termine del round di Assen, i volti di Redding e Rinaldi sono tutt’altro che distesi. L’incostanza è il comune denominatore di una stagione che prende una piega sempre più ‘nipponica’, e i due portacolori ufficiali chiedono un maggiore sviluppo se vogliono continuare a lottare per il titolo.

WSBK
4 ago 2021
Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha? Prime

Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha?

Garrett Gerloff è da sempre considerato la promessa del mondiale Superbike, tanto da ricevere le attenzioni della MotoGP e aver oscurato il pilota ufficiale Yamaha Superbike Andrea Locatelli. Ma il disastro di Assen cambia le gerarchie a Iwata?

WSBK
27 lug 2021