Svolta Ducati: svelato il motore V4 Desmosedici Stradale

Questa mattina i vertici della Casa di Borgo Panigale hanno presentato il nuovo motore a 4 cilindri. Sarà il "cuore" che spingerà l'erede della Panigale, che si chiamerà Panigale V4.

Svolta Ducati: svelato il motore V4 Desmosedici Stradale

 

 

Il 7 settembre 2017 è una data che, a tutti gli effetti, entra di prepotenza nella storia della Ducati. Questa mattina la Casa di Borgo Panigale ha svelato ufficialmente il nuovo motore V4 e lo ha fatto nell'Hospitality Ducati Corse all'Autodromo Marco Simoncelli di Misano Adriatico, dove questo fine settimana il Motomondiale disputerà il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini.

Il nuovo motore, come detto, è il primo a 4 cilindri e sarà il "cuore" dell'erede della splendida e fortunata Panigale, e si chiama Desmosedici Stradale. Questo propulsore sarà inoltre la base di quello che equipaggerà le nuove Rosse che dal 2019 prenderanno parte alla World Superbike per tentare di riportare i titoli mondiali a Borgo Panigale.

Il V4 è stato svelato da Claudio Domenicali, amministratore delegato di Ducati, assieme ai due piloti titolari Ducati MotoGP - Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo - oltre al terzo pilota e collaudatore Michele Pirro.

"E' per me un onore essere qui per svelare il nuovo motore V4 Ducati in questo fine settimana così importante per il nostro Reparto Corse. Questo per noi è un motore speciale e pensiamo che non vi sia miglior posto per presentarlo che questo. Nel Paddock di MotoGP".

Domenicali "illustra" le caratteristiche del V4

Domenicali ha successivamente presentato più da vicino il nuovo motore, entrando nei dettagli tecnici. L'amministratore delegato ha spiegato che il progetto del Desmosedici Stradale nasce partendo dal cuore del motore V4 della MotoGP, ovvero le teste. La fluidodinamica del Desmosedici Stradale riprende le dimensioni e la geometria utilizzate sulla Desmosedici GP, così come la configurazione del motore: V4 a 90° ruotato all’indietro di 42°. Questa soluzione rende il nuovo motore Ducati estremamente compatto, permette di centrare le masse, consentendone una perfetta integrazione nel veicolo.

L’albero motore, come sui prototipi Ducati utilizzati in gara, è controrotante per ridurre l’effetto giroscopico delle ruote e conferire maneggevolezza ed agilità nei cambi di direzione oltre a ridurre la tendenza all’impennata in accelerazione ed al ribaltamento in frenata.

I perni di biella sfalsati di 70° comportano un ordine di accensione del tipo “Twin Pulse” che, oltre a regalare un suono unico ed affascinante per l’appassionato, genera un’erogazione facile da gestire ed un’ottima trazione in uscita di curva.

il motore ha una cilindrata leggermente superiore alla MotoGP, per la precisone di 1.103 cm³. Eroga una potenza di oltre 155 kW (210 CV) a 13.000 giri/minuto, e una coppia massima di oltre 120 Nm (12,2 Kgm) da 8.750 a 12.250 giri/minuto, in configurazione Euro 4.

Il Desmosedici Stradale è stato inoltre progettato per essere elemento strutturale del telaio. Nella parte anteriore del semicarter superiore e nella testa della bancata posteriore sono stati ricavati gli attacchi al telaio principale. Inoltre il basamento funge anche da fissaggio della sospensione posteriore e del forcellone.

Con un peso di 64,9 Kg il Desmosedici Stradale è solo 2,2 Kg più pesante del bicilindrico Superquadro da 1.285 cm³ confermando l’enorme attenzione verso la leggerezza, fulcro di ogni progetto Ducati.

In Superbike debutterà nel 2019

Il Desmosedici Stradale è indubbiamente un motore ideale per l’uso in pista, non a caso sarà la base del motore che equipaggerà la Desmosedici Stradale che farà il suo esordio nel Mondiale Superbike nel 2019, sostituendo la Panigale.

Lo ha ufficializzato direttamente l'ingegner Gigi Dall'Igna, general manager di Ducati: "Posso confermare che la nuova moto sarà preparata per fare il suo debutto nella World Superbike nel 2019. I primi test della nuova moto per il Mondiale saranno svolti entro le due prossime settimane, così da arrivare pronti per il debutto tra poco più di una stagione".

Principali dati tecnici del Desmosedici Stradale

• Motore quattro cilindri a V di 90° da 1.103 cm³
• Alesaggio x corsa 81 x 53,5 mm
• Rapporto di compressione 14:1
• Potenza massima oltre 155 kW (210 CV) a 13.000 giri/minuto
• Coppia massima oltre 120 Nm (12,2 Kgm) da 8.750 a 12.250 giri/minuto
• Omologazione Euro 4
• Distribuzione mista catena – ingranaggi con doppio albero a camme in testa
desmodromica, 4 valvole per cilindro
• Albero motore controrotante con perni di biella sfalsati di 70°
• Frizione multidisco a bagno d’olio, asservita e con antisaltellamento
• Lubrificazione a carter semi-secco e quattro pompe olio: 1 di mandata e 3 di recupero
• Alimentazione con quattro corpi ovali con diametro equivalente di 52 mm e cornetti ad
altezza variabile
• Cambio a sei rapporti con sistema DQS up & down
• Intervallo di manutenzione “Desmo Service” fissato a 24.000 km

condivisioni
commenti
La Honda cambia ancora: Takahashi al posto di Giugliano
Articolo precedente

La Honda cambia ancora: Takahashi al posto di Giugliano

Prossimo Articolo

Althea, Torres: "Portimao è una pista molto impegnativa per le BMW"

Althea, Torres: "Portimao è una pista molto impegnativa per le BMW"
Carica commenti
Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike? Prime

Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike?

Axel Bassani ha sfiorato il podio in Argentina, dopo essere stato in lotta con i tre grandi protagonisti del mondiale. Un weekend incredibile quello del pilota del team Motocorsa, che conferma il grande cammino di crescita e fa pensare che un futuro roseo per Ducati possa essere proprio nelle sue mani.

WSBK
20 ott 2021
SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi Prime

SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi

La lotta mondiale fra Toprak Razgatlioglu e Jonathan Rea è sempre più intensa, con l'avvicinarsi della fine di questa stagione così avvincente i due sono molto vicini in classifica. Questa situazione di grande equilibrio, che a Portimao ha raggiunto il culmine, ci sta consegnando una vera e propria guerra di nervi fra i due contendenti al titolo.

WSBK
6 ott 2021
Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini" Prime

Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano, oltre a quanto successo in Russia, il lutto vissuto dal mondo delle due ruote in quel di Jerez, che piange la perdita di Dean Berta Vinales

WSBK
29 set 2021
SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento Prime

SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento

La tragica scompare di Dean Berta Vinales nel sabato del round di Jerez ha scosso non solo il paddock della Superbike ma l'intero motociclismo. Insieme al dolore, sorgono però tanti interrogativi e il grido che si leva è quello dei piloti, che chiedono un cambiamento per una classe diventata troppo pericolosa.

WSBK
28 set 2021
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021
Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits? Prime

Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits?

La tripletta di Magny-Cours diventa una doppietta per Toprak Razgatlioglu, privato della vittoria in Superpole Race per aver superato i limiti della pista all’ultimo giro. Il caso Yamaha-Kawasaki riapre la questione dei track limits, considerati ormai un’esasperazione che condiziona fin troppo gli esiti delle gare.

WSBK
7 set 2021
Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo Prime

Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo

Al termine del round di Assen, i volti di Redding e Rinaldi sono tutt’altro che distesi. L’incostanza è il comune denominatore di una stagione che prende una piega sempre più ‘nipponica’, e i due portacolori ufficiali chiedono un maggiore sviluppo se vogliono continuare a lottare per il titolo.

WSBK
4 ago 2021