Rea: "A Jerez mi focalizzerò sulla posizione in sella"

condivisioni
commenti
Rea:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
23 nov 2015, 10:45

Johnny vuole trovare più grip con queste prove spagnole, che iniziano nella giornata odierna

Jonathan Rea, Kawasaki
Jonathan Rea, Kawasaki
Jonathan Rea, Kawasaki
Jonathan Rea, Kawasaki
Jonathan Rea, Kawasaki
Jonathan Rea, Kawasaki Ninja ZX-10R
Jonathan Rea, Kawasaki Ninja ZX-10R, ai box

Continuano senza sosta i test per il Kawasaki Racing Team in vista della prossima stagione di World Superbike, in cui il team nipponico tenterà di replicare la strepitosa annata appena andata in archivio con due titoli mondiali conseguiti sui due messi a disposizione dal campionato dedicato alle derivate di serie.

Proprio oggi le Kawasaki Ninja ZX-10R ibride torneranno in pista sul tracciato andaluso di Jerez de la Frontera per l'ultimo test dell'anno, che è suddiviso in due parti. Oggi e domani Jonathan Rea e Tom Sykes continueranno a lavorare per il 2016, valutando le nuove componenti da montare sulla prossima Ninja, poi avranno due giorni di sosta per la valutazione dei dati. 

Nel fine settimana, invece, entrambi torneranno in pista per disputare l'ultima sessione di prove, che sancirà il pensionamento della ZX-10R 2015 ibrida, dopo aver dato tante soddisfazioni negli ultimi anni, confermate anche in questa stagione con il bis di titoli portati a casa. 

"Nei primi giorni del test mi concentrerò su una nuova posizione sulla moto, perché l'obiettivo è quello di trovare maggior grip proprio distribuendo in modo diverso il mio peso sul telaio, ma anche trovare maggiore feeling. Abbiamo già provato tante novità per il prossimo anno e continueremo a farlo anche nel corso di questi test, cercheremo di mettere insieme tutto quanto e vedere come funziona tutto il pacchetto completo. Proveremo inoltre a fare una simulazione gara. Questo sarà molto importante per poter valutare tutto quanto dopo aver provato aggiornamento per aggiornamento nel corso di questi primi test per il 2016", ha dichiarato un fiducioso Jonathan Rea.

Anche Tom Sykes ha dichiarato di essere pronto per l'ultimo test e di aspettarsi molto dalla nuova moto, che dovrebbe essere competitiva tanto quanto la 2015. "Dopo i test di Aragon devo ammettere di aver trovato un'ottima base di lavoro sulla moto e devo ammettere che gli aggiornamenti portati in Spagna sembrano davvero molto buoni. La direzione che abbiamo preso in questi test è positiva, tutte le prove fatte dal termine del Mondiale 2015 sono state buone. Ora possiamo recuperare ancora più informazioni per il 2016, cercando di portare l'assetto della moto a un livello alto, così da arrivare a Phillip Island già pronti e affidare solo gli ultimi dettagli".

Prossimo articolo WSBK
Aligi Deganello torna in Superbike con Ducati

Articolo precedente

Aligi Deganello torna in Superbike con Ducati

Prossimo Articolo

Kawasaki impressiona a Jerez: la Ninja fa già paura

Kawasaki impressiona a Jerez: la Ninja fa già paura
Carica commenti

Su questo articolo

Serie WSBK
Piloti Tom Sykes , Jonathan Rea
Autore Giacomo Rauli
Tipo di articolo Ultime notizie