Jerez, Day 1: Sykes chiude davanti a Davies e Rea

condivisioni
commenti
Jerez, Day 1: Sykes chiude davanti a Davies e Rea
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
26 gen 2016, 18:54

Subito davanti Kawasaki e Ducati. Bene Nicky Hayden e Alex Lowes sulla Yamaha R1. Sofuoglu 1° in Supersport

Chaz Davies, Aruba.it Racing-Ducati Superbike Team
Karel Abraham, MILWAUKEE BMW
Nicky Hayden, Honda World Superbike Team
Tom Sykes, Kawasaki Ninja ZX-10R
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
Joshua Brookes, MILWAUKEE BMW

Oggi è scattata la prima due giorni di test collettivi della World Superbike sul tracciato andaluso di Jerez de la Frontera e, così come nel 2015, a chiudere in vetta alla prima graduatoria di quest'anno è stata una Kawasaki ZX-10R ufficiale.

A cogliere il miglior tempo assoluto della prima giornata dei due previsti a Jerez è stato Tom Sykes, il quale ha fermato il cronometro in 1'40"882. Il britannico, così come il compagno di squadra Jonathan Rea - terzo assoluto nella giornata di oggi a 4 decimi dal miglior crono - ha potuto prendere contatto con la nuova Ninja la scorsa settimana in uno shakedown compiuto sul tracciato di Sepang, in Malesia.

Tra le due Ninja ecco la prima Ducati, la Panigale R 1199 ufficiale del team Aruba.it - Ducati Superbike del britannico Chaz Davies. Il vice campione del mondo 2015 ha impiegato del tempo prima di riprendere confidenza con la sua Rossa, ma nel pomeriggio ha cambiato marcia, arrivando ad appena due decimi di secondo dal crono di Sykes, precedendo inoltre di due decimi la seconda Kawasaki, quella dell'iridato Jonathan Rea. 

Dietro la "verdona" di Rea e la  ecco un'altra moto originaria del Sol Levante. Stiamo parlando della Honda CBR1000 RR del rookie Nicky Hayden. L'ex campione del mondo della MotoGP è stato a lungo in vetta alla graduatoria assieme al compagno di squadra Michael van der Mark, per poi vedersi superare negli ultimi minuti della sessione odierna da un Tom Sykes che appare molto più incisivo rispetto alla stagione passata e da Chaz Davies.

Buoni i tempi fatti segnare dalle nuove Yamaha YZF-R1 ufficiali del team PATA Crescent Yamaha, soprattutto quello siglato dal britannico Alex Lowes, quinto assoluto, davanti alla Ducati Panigale R 1199 ufficiale del rientrante Davide Giugliano. Settimo tempo per Michael van der Mark con la seconda Honda CBR1000 RR del team Ten Kate. Ottavo tempo per Xavi Forés. Lo spagnolo ha portato all'interno della Top Ten la prima Ducati privata, quella del team Barni Racing, davanti alla Yamaha di Sylvain Guintoli e alla MV Agusta di Leon Camier.

Ai test erano presenti anche alcuni team del Mondiale Supersport e della SuperStock 1000. A svettare nella categoria delle 600 è stato il campione del mondo in carica Kenan Sofuoglu su Kawasaki ZX-6R, due decimi più veloce del compagno di squadra Randy Krummenacher. In SuperStock 1000 a conquistare il primo posto è stato l'ex pilota del team Barni Racing Superbike, Leandro "Tati" Mercado.

Prossimo articolo WSBK
Kawasaki impressiona a Jerez: la Ninja fa già paura

Articolo precedente

Kawasaki impressiona a Jerez: la Ninja fa già paura

Prossimo Articolo

Frattura dell'acetabolo per Menghi dopo una brutta caduta a Phillip Island

Frattura dell'acetabolo per Menghi dopo una brutta caduta a Phillip Island
Carica commenti