Leon Haslam beffa Davies: doppietta Aprilia a Losail!

Il britannico batte il connazionale della Ducati all'ultima curva. Tom Sykes terzo. Rea costretto al ritiro

Leon Haslam beffa Davies: doppietta Aprilia a Losail!
Leon Haslam, Aprilia Racing Team
Leon Haslam, Aprilia Racing Team
Leon Haslam, Aprilia Racing Team
Chaz Davies, Ducati Team, et Leon Haslam, Aprilia Racing Team
Chaz Davies, Ducati Team
Chaz Davies, Ducati Team
Chaz Davies, Ducati Team
Kyle Smith, Pata Honda
Kyle Smith, Pata Honda
Javier Fores, Ducati Team
Javier Fores, Ducati Team
Superpole : il secondo Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team, il poleman Leon Haslam, Aprilia Racing Te

La Superbike saluta la stagione 2015 con una delle più belle e incerte gare della stagione, in cui sul tracciato di Losail, Aprilia ha riscattato un'annata al di sotto delle aspettative centrando una doppietta fantastica grazie a Jordi Torres e Leon Haslam. In Qatar le RSV4 RF si sono mostrate subito competitive e il risultato finale non potrà che far piacere alla casa di Noale, soprattutto dopo le difficoltà patite per gran parte della stagione.

Gara 2 è stata conquistata da Leon Haslam, grazie a un sorpasso proprio all'ultima curva su un indomito Chaz Davies. Il britannico dell'Aprilia ha compiuto modifiche decisive tra le due manche di gara e ha potuto così lottare per la vittoria. Leon ha potuto avvalersi anche della grande potenza del motore Aprilia, che gli ha concesso più volte di duellare con il connazionale della Ducati negli ultimi giri. 

Haslam ha dovuto fare i conti anche con la sindrome compartimentale a un avambraccio, che in gara 1 non gli ha concesso di andare oltre il sesto posto, mentre in Gara 2 ha dato meno fastidio, ma non ha cessato di infastidire il centauro della casa italiana, soprattutto nei tratti misti. 

Nonostante il secondo posto finale, Chaz Davies è stato autore di una gara eccezionale, in cui ha provato a sopperire alla mancanza di cavalli del motore Ducati (rispetto all'Aprilia) con staccate molto profonde al termine dei rettilinei, soprattutto in quello principale. La difesa del primo posto del gallese è stata stoica e proficua sino all'ultimo giro, o meglio, all'ultima curva. Chaz ha infatti commesso una sbavatura in entrata e ha permesso ad Haslam di infilarsi e involarsi verso la vittoria. Probabilmente, però, il propulsore della RSV4 avrebbe consentito ad Haslam di vincere ugualmente, anche uscendo secondo dall'ultima curva.

Terzo posto per un Tom Sykes sottotono, come se avesse perso carica agonistica dopo il sorpasso subito al nono giro di Gara 1 dal compagno di squadra Jonathan Rea. Il britannico della Kawasaki è rimasto a contatto per tutta la gara con i primi due, ma non ha mai tentato l'affondo anche avendo alcune ghiotte opportunità, dovute a errori di Haslam e Davies. Con questo risultato Sykes si è dovuto accontentare del terzo posto anche nella classifica generale riservata ai piloti, con Davies che è il nuovo vice campione del mondo 2015.

Ottima gara per le Honda CBR1000 del team Pata Ten Kate. Michael van der Mark si è però rivelato più competitivo di Sylvain Guintoli, chiudendo la corsa al quarto posto, proprio davanti al transalpino. L'olandese è rimasto a contatto con i primi sino a quattro giri dal termine, dando valore a una stagione certamente positiva, nonostante qualche battuta d'arresto di troppo. Per Guintoli finisce un anno molto complesso. Da domani potrà concentrarsi sulla nuova avventura targata Yamaha.

Questo fine settimana rimarrà certamente impresso nella mente di Leandro Mercado. "Tati" ha infatti chiuso Gara 1 al decimo posto, mentre nella seconda manche ha fatto molto meglio, chiudendo al sesto posto assoluto in sella alla sua Ducati Panigale R gestita dal team Barni Racing. L'argentino ha preceduto sul traguarrdo l'unica Suzuki GSX-R1000 superstite, quella di Randy De Puniet, il quale ha chiuso la stagione con un settimo posto. Alex Lowes, invece, non è nemmeno stato in grado di prendere il via della gara per problemi sulla sua Suzuki.

In ottava posizione ecco il primo degli italiani, Niccolò Canepa, bravo a stringere i denti dopo un fine settimana moto complesso e a cogliere un buon risultato per il team Althea. Ancora molto bene David Salom, nono al traguardo, davanti alla BMW S1000 RR di Ayrton Badovini, gestita dal team BMW Motorrad Italia.

Gara da dimenticare invece per Jonathan Rea. Il nordirlandese è stato costretto a ritirarsi al quinto passaggio per un problema non ancora identificato alla sua Kawasaki ZX-10R. Per lui è il primo ritiro della stagione, ma risulta dolente perché ha impedito a Rea di cogliere il record di punti in una sola stagione - che rimarrà nelle mani di Colin Edwards per almeno un'altra stagione - e di chiudere il 2015 con tutte le gare a punti. La conquista del titolo piloti, però, potrà certamente lenire questi piccoli fastidi, in attesa della stagione 2016. 

condivisioni
commenti
Rea: "Peccato, potevo finire tutte le gare a punti!"
Articolo precedente

Rea: "Peccato, potevo finire tutte le gare a punti!"

Prossimo Articolo

Aprilia chiude il 2015 con una bella doppietta

Aprilia chiude il 2015 con una bella doppietta
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Rinaldi e la Ducati tingono Misano tricolore Prime

Le migliori gare del 2021: Rinaldi e la Ducati tingono Misano tricolore

Quella di Michael Ruben Rinaldi è stata una stagione di alti e bassi, con una seconda metà decisamente complicata. Tuttavia il pilota romagnolo archivia il 2021 con la grande soddisfazione di aver conquistato una stratosferica doppietta a Misano, nel round di casa davanti al proprio pubblico. E battendo colui che sarebbe poi diventato campione del mondo, Toprak Razgatlioglu.

WSBK
10 gen 2022
SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale Prime

SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale

Toprak Razgatlioglu è il nuovo campione del mondo della Superbike, il turco è riuscito a battere Rea dopo sei anni di dominio incontrastato. Ma il titolo del pilota Yamaha non rappresenta solo un cambiamento al vertice, segna anche il rinnovo del campionato, un ricambio generazionale che disegna un bel futuro per le derivate di serie.

WSBK
24 nov 2021
Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike? Prime

Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike?

Axel Bassani ha sfiorato il podio in Argentina, dopo essere stato in lotta con i tre grandi protagonisti del mondiale. Un weekend incredibile quello del pilota del team Motocorsa, che conferma il grande cammino di crescita e fa pensare che un futuro roseo per Ducati possa essere proprio nelle sue mani.

WSBK
20 ott 2021
SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi Prime

SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi

La lotta mondiale fra Toprak Razgatlioglu e Jonathan Rea è sempre più intensa, con l'avvicinarsi della fine di questa stagione così avvincente i due sono molto vicini in classifica. Questa situazione di grande equilibrio, che a Portimao ha raggiunto il culmine, ci sta consegnando una vera e propria guerra di nervi fra i due contendenti al titolo.

WSBK
6 ott 2021
Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini" Prime

Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano, oltre a quanto successo in Russia, il lutto vissuto dal mondo delle due ruote in quel di Jerez, che piange la perdita di Dean Berta Vinales

WSBK
29 set 2021
SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento Prime

SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento

La tragica scompare di Dean Berta Vinales nel sabato del round di Jerez ha scosso non solo il paddock della Superbike ma l'intero motociclismo. Insieme al dolore, sorgono però tanti interrogativi e il grido che si leva è quello dei piloti, che chiedono un cambiamento per una classe diventata troppo pericolosa.

WSBK
28 set 2021
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021