Mercado: "Sono felicissimo per il sesto posto di Gara 2"

"Tati" ha colto un buon nono posto e un grande sesto in Gara 2, chiudendo al meglio il 2015

Mercado: "Sono felicissimo per il sesto posto di Gara 2"
Leandro Mercado, Barni Racing Team Ducati
Leandro Mercado, Barni Racing Team Ducati
Leandro Mercado, Barni Racing Team
Leandro Mercado, Barni Racing Team
Leandro Mercado, Barni Racing Team Ducati
Leandro Mercado, Barni Racing Team
Leandro Mercado, Barni Racing Team Ducati
Leandro Mercado, Barni Racing Team Ducati
Leandro Mercado, Barni Racing Team Ducati

Sul circuito di Losail, in Qatar, giunge al termine la stagione di debutto del Barni Racing Team e di Leandro Mercado nel Campionato Eni FIM World Superbike. E lo fa nel migliore dei modi, con un’ottava posizione in campionato, che supera le migliori previsioni, e il grande successo in classifica come prima moto privata. 

Motivati più che mai, il pilota di Cordoba e il team sono arrivati a Losail lo scorso giovedì con la consapevolezza di dover affrontare, studiare e imparare a conoscere una pista completamente nuova, oltre ad abituarsi alla novità di correre in notturna, sotto i numerosi riflettori che illuminano a giorno il tracciato immerso nel deserto.

TURNI DI LIBERE e QUALIFICHE 
I turni di libere si sono così conclusi con il sedicesimo tempo complessivo, che ha significato per l’argentino l’accesso alla Superpole 1, dove si è classificato secondo grazie ad un giro veloce in 1’58.676 con la gomma da tempo, e il successivo passaggio nel turno decisivo (Superpole 2), qualificandosi al decimo posto.

GARA 1 
Scattato dalla quarta fila, Mercado ha subito dovuto fare i conti con un imprevisto: la perdita della saponetta protettiva del ginocchio destro, al primo giro. Nonostante questo, non si è sottratto alla battaglia, rimanendo agganciato a Guintoli (Honda) e difendendosi nel migliore dei modi dai ripetuti attacchi di De Puniet (Suzuki), Salom (Kawasaki) e Badovini (BMW). Tati ha tagliato il traguardo della prima manche di giornata al nono posto, dopo aver lottato all’interno del gruppetto per mantenere la posizione conquistata, mentre vincitore della prova è stato lo spagnolo Jordi Torres (Aprilia) in un duello serrato con il già campione del mondo Jonathan Rea (Kawasaki).

GARA 2 
Sensazionale il risultato in Gara 2 che ha permesso al team di guadagnare punti importanti e posizionarsi in classifica all’ottavo posto, come prima moto privata! Allo spegnersi del semaforo rosso, Mercado si è subito portato alle spalle di Guintoli (Honda), occupando la nona posizione. Trovato il giusto ritmo in sella alla sua Ducati, l’argentino ha continuato a battagliare con gli avversari e a scambiarsi ripetutamente posizione, mentre Torres (Aprilia) e Rea (Kawasaki), entrambi in testa, sono usciti di scena: il primo a causa di una caduta e il secondo per un problema tecnico. Tati ha chiuso al sesto posto l’ultima gara di campionato, vinta da Leon Haslam (Aprilia), facendo segnare al team il miglior risultato stagionale.

Marco Barnabò, Principal Manager: “Sono molto felice per il risultato di oggi. Il nostro obiettivo era quello di concludere la stagione entro i primi dieci nella classifica di campionato. Siamo riusciti a terminare ottavi e siamo la prima moto privata in classifica. È stata sicuramente una stagione difficile, nella quale si sono alternati momenti positivi e negativi, ma l’importante è aver dato il massimo sempre. Sono contentissimo del lavoro che la squadra ed il pilota hanno svolto durante tutto l’anno. Dedico questo successo non solo a coloro che sono stati sempre qui in pista, ma anche a chi ha lavorato per noi da casa, contribuendo a questo successo”.

Leandro Mercado, #36: “Sono felicissimo! Oggi ho davvero dato il massimo per poter concludere al meglio la stagione. Sono state due gare molto dure: in Gara 1 sono riuscito a partire bene e avevo un buon passo, ma al primo giro ho perso la saponetta destra ed è stato difficile guidare! Oltretutto questa è una pista con molte curve a destra, ma fortunatamente sono riuscito a rimanere concentrato, portando avanti una bella battaglia con Guintoli e Salom e chiudendo nono. In Gara 2 non mi sentivo molto bene fisicamente, ma sapevo di poter fare una buona prestazione e non mi sono arreso. Ho chiuso sesto e questo è stato il mio miglior risultato dell’anno. Sono contento di aver terminato nella top ten della classifica! Questa stagione è stata molto intensa, ho dovuto riiniziare da capo per imparare e fare esperienza. È stata dura a volte! Ringrazio tutto il team e le persone che mi sono state vicine in questo anno fantastico!”.

condivisioni
commenti
Davies: "Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo!"
Articolo precedente

Davies: "Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo!"

Prossimo Articolo

Canepa: "Non il miglior modo di chiudere il 2015"

Canepa: "Non il miglior modo di chiudere il 2015"
Carica commenti
SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale Prime

SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale

Toprak Razgatlioglu è il nuovo campione del mondo della Superbike, il turco è riuscito a battere Rea dopo sei anni di dominio incontrastato. Ma il titolo del pilota Yamaha non rappresenta solo un cambiamento al vertice, segna anche il rinnovo del campionato, un ricambio generazionale che disegna un bel futuro per le derivate di serie.

WSBK
24 nov 2021
Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike? Prime

Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike?

Axel Bassani ha sfiorato il podio in Argentina, dopo essere stato in lotta con i tre grandi protagonisti del mondiale. Un weekend incredibile quello del pilota del team Motocorsa, che conferma il grande cammino di crescita e fa pensare che un futuro roseo per Ducati possa essere proprio nelle sue mani.

WSBK
20 ott 2021
SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi Prime

SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi

La lotta mondiale fra Toprak Razgatlioglu e Jonathan Rea è sempre più intensa, con l'avvicinarsi della fine di questa stagione così avvincente i due sono molto vicini in classifica. Questa situazione di grande equilibrio, che a Portimao ha raggiunto il culmine, ci sta consegnando una vera e propria guerra di nervi fra i due contendenti al titolo.

WSBK
6 ott 2021
Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini" Prime

Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano, oltre a quanto successo in Russia, il lutto vissuto dal mondo delle due ruote in quel di Jerez, che piange la perdita di Dean Berta Vinales

WSBK
29 set 2021
SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento Prime

SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento

La tragica scompare di Dean Berta Vinales nel sabato del round di Jerez ha scosso non solo il paddock della Superbike ma l'intero motociclismo. Insieme al dolore, sorgono però tanti interrogativi e il grido che si leva è quello dei piloti, che chiedono un cambiamento per una classe diventata troppo pericolosa.

WSBK
28 set 2021
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021
Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits? Prime

Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits?

La tripletta di Magny-Cours diventa una doppietta per Toprak Razgatlioglu, privato della vittoria in Superpole Race per aver superato i limiti della pista all’ultimo giro. Il caso Yamaha-Kawasaki riapre la questione dei track limits, considerati ormai un’esasperazione che condiziona fin troppo gli esiti delle gare.

WSBK
7 set 2021