Portimao, Libere 1: Johnny Rea fa subito paura

Impressionanti i distacchi inflitti dal britannico. Secondo posto per l'influenzato Davide Giugliano

Portimao, Libere 1: Johnny Rea fa subito paura

Nella tarda mattinata odierna ha preso il via anche il fine settimana di gara della World Superbike, con il primo turno di prove libere andato in scena sul tracciato portoghese di Portimao, sede del settimo appuntamento del Mondiale 2015.

Se nelle ultime due manche di gara, disputate a Donington Park, Thomas Sykes ha fatto la parte del leone conquistando due splendide vittorie sul tracciato di casa, nelle Libere 1 in Portogallo è stato Jonathan Rea a mettere tutti in fila al termine dei primi 45 minuti di prove di questo fine settimana. 

Il pilota della Kawasaki è rimasto nelle posizioni di testa per tutto l'arco della sessione, ma nei minuti finali ha mostrato quale sia l'attuale vero potenziale della Ninja grazie a una gomma posteriore nuova, prendendosi il primo posto e infliggendo distacchi molto pesanti a tutti. Il pilota britannico ha fermato il cronometro in 1'44"218, un tempo favoloso se pensiamo che è stato siglato proprio nelle prime prove del fine settimana. 

Alle spalle del leader della classifica generale dedicata ai piloti ecco la prima Ducati Panigale R, quella affidata a Davide Giugliano. Il pilota laziale è arrivato ieri in terra iberica con l'influenza e si è recato subito in Clinica Mobile per rimettersi in sesto. La buona prova odierna fa ben sperare in vista della Superpole e delle due manche di gara. Davide è stato inoltre in testa alla classifica dei tempi dall'inizio della sessione sino a pochi minuti dal termine, quando Rea lo ha distanziato di ben 704 millesimi.

A poco più di un decimo dal secondo tempo del ducatista ecco una delle sorprese di queste Libere 1: Alex Lowes. Il pilota della Suzuki continua a mostrrsi in crescita dopo i buoni piazzamenti nella gara di casa a Donington e potrebbe rivelarsi tra i protagonisti di questa tre giorni portoghese. A conferma della buona competitività della Ducati ecco il quarto crono di Chaz Davies, ad appena 18 millesimi di secondo dal crono del connazionale in sella alla Suzuki GSX-R1000. Il gallese è stato l'ultimo a contenere il distacco sotto il secondo.

Quinto tempo per un altro britannico, Thomas Sykes, apparso però moeno brillante rispetto all'appuntamento di Donington e non ancora in grado di poter replicare i tempi del compagno di squadra. Altra prestazione incoraggiante per Ayrton Badovini, davvero bravo a cogliere il sesto tempo ad appena due millesimi di secondo dal tempo del pilota del team ufficiale della Kawasaki. Ottavo tempo per la prima Aprilia RSV4 RF, quella dello spagnolo Jordi Torres, che però denota un distacco che oltrepassa il secondo e due decimi.

Dietro al pilota iberico, in nona posizione, è risalito il nostro Matteo Baiocco con la terza Ducati Panigale R, la prima del team Althea, che lo ha portato davanti a David Salom in sella alla terza Kawasaki Ninja tra i primi dieci. Il pilota spagnolo ha così completato la Top Ten. Subito problemi tecnici per Leon Haslam (Aprilia) che lo hanno costretto a passare gran parte della sessione ai box e a compiere appena tre tornate. 

condivisioni
commenti
Biaggi ha deciso: torna per due wild card a 44 anni!

Articolo precedente

Biaggi ha deciso: torna per due wild card a 44 anni!

Prossimo Articolo

Portimao, Libere 2: Giugliano all'ultimo respiro

Portimao, Libere 2: Giugliano all'ultimo respiro
Carica commenti
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021
Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits? Prime

Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits?

La tripletta di Magny-Cours diventa una doppietta per Toprak Razgatlioglu, privato della vittoria in Superpole Race per aver superato i limiti della pista all’ultimo giro. Il caso Yamaha-Kawasaki riapre la questione dei track limits, considerati ormai un’esasperazione che condiziona fin troppo gli esiti delle gare.

WSBK
7 set 2021
Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo Prime

Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo

Al termine del round di Assen, i volti di Redding e Rinaldi sono tutt’altro che distesi. L’incostanza è il comune denominatore di una stagione che prende una piega sempre più ‘nipponica’, e i due portacolori ufficiali chiedono un maggiore sviluppo se vogliono continuare a lottare per il titolo.

WSBK
4 ago 2021
Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha? Prime

Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha?

Garrett Gerloff è da sempre considerato la promessa del mondiale Superbike, tanto da ricevere le attenzioni della MotoGP e aver oscurato il pilota ufficiale Yamaha Superbike Andrea Locatelli. Ma il disastro di Assen cambia le gerarchie a Iwata?

WSBK
27 lug 2021
Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti" Prime

Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti"

In questo nuovo appuntamento con Il Rosa dei Motori, Lorenza D'Adderio intervista Ana Carrasco. La campionessa del Mondiale SSP300 del 2018 si racconta, evidenziando quanto l'ottimismo e l'entusiasmo siano ingredienti fondamentali per chi, come lei, ha dovuto recuperare le forze dopo un tremendo infortunio. Una motociclista temeraria e di talento, che non è indifferente a un altro grande campione come Jonathan Rea...

WSBK
22 lug 2021
BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita? Prime

BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita?

Tom Sykes e Michael van der Mark difficilmente dimenticheranno il round di Donington, grazie ai podi conquistati e alla solidità mostrata durante tutto il weekend. BMW convince e non vuole che questi risultati siano una tantum. L’obiettivo in Olanda è dimostrare di essere cresciuti davvero e di poter dire la propria, dando prova del fatto che Donington è stato solo il punto di partenza di una rinascita.

WSBK
9 lug 2021
Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale? Prime

Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale?

Scott Redding mette in archivio il round di Donington, il peggiore della sua stagione fino ad ora. Due zeri e neanche un podio sono il bilancio di un weekend che potrebbe segnare la fine della lotta iridata. "Difficile ma non impossibile", dice Redding. Ma da Assen serve la svolta.

WSBK
6 lug 2021