Nel 2016 Jonathan Rea tornerà a usare freni Nissin?

Il campione del mondo in carica li ha testati ad Aragon e potrebbe decidere di lasciare i Brembo

Squadra che vince non si cambia, ma la moto - e qualche componente fondamentale - probabilmente sì. E' il caso di Jonathan Rea, iridato per la prima volta in carriera nel 2015 al primo anno da pilota ufficiale Kawasaki nel Mondiale Superbike, che dalla prossima stagione potrebbe trovarsi a guidare un mezzo completamente nuovo.

Kawasaki sta infatti ultimando la nuova versione della Ninja ZX-10R 2016, presentata a Barcellona nella seconda parte dell'anno appena trascorso, ma i cambiamenti per l'irlandese potrebbero essere ancora più profondi. Nelle prossima settimane "Johnny" sceglierà la marca di freni con cui affrontare il Mondiale 2016.

Se nel 2015 Rea ha utilizzato - con grande successo - l'impianto frenante fornito alla Kawasaki dalla Brembo, da quest'anno la casa italiana potrebbe essere sostituita dalla Nissin, impresa nipponica che ha lavorato con Jonathan quando quest'ultimo correva con il team Pata Honda Ten Kate. 

Rea ha compiuto il primo test con i freni Nissin a metà novembre, sul tracciato di Aragon, in Spagna. l'impianto era montato su una Ninja ZX-10R ibrida, equipaggiata da alcune soluzioni inedite da valutare per il 2016. Jonathan aveva richiesto questo test per cercare di migliorare quello che in Honda era il suo punto forte, la frenata, e che in Kawasaki aveva perso un po' dell'efficacia mostrata negli anni precedenti. 

Il test sembra essere andato bene, ma Rea vuole aspettare sino all'ultimo prima di prendere una decisione definitiva. Con l'impianto Nissin la sua frenata è più stabile e potente - lo ha ammesso lo stesso irlandese - ma il Brembo lo ha portato a conquistare il suo primo titolo iridato in carriera. La decisione è attesa per i prossimi giorni, in vista dei primi test con la moto 2016.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Jonathan Rea
Team Kawasaki Racing
Articolo di tipo Rumor