Alti e bassi per il team Barni a Misano Adriatico

Leandro Mercado è stato protagonista di una scivolata in gara 2 che lo ha messo fuori causa

Alti e bassi per il team Barni a Misano Adriatico
Carica lettore audio

Misano Adriatico, 21 Giugno 2015. Sono stati 62.540 gli spettatori che in questo primo fine settimana estivo hanno assistito alle emozionanti prove dell’ottavo round del Mondiale Superbike 2015, andato in scena al Misano World Circuit “Marco Simoncelli”. 

Dopo la conquista di un positivissimo 11esimo posto in Gara 1, il weekend di casa del Barni Racing Team ha avuto però un finale sfortunato; nella seconda manche di giornata il portacolori Leandro Mercado è incappato in una scivolata, che ha interrotto la straordinaria sequenza di risultati in zona punti avuta finora da inizio campionato.

 Il semaforo rosso si è spento puntuale alle 10:30 della domenica mattina, sotto un sole caldo e prettamente estivo. Protagonista di un’ottima partenza, Tati è rimasto vicino agli avversari Lowes (Suzuki), Van der Mark (Honda) e Badovini (BMW), aspettando il momento giusto per sorpassarli e raggiungere la top ten. Nella seconda parte di gara, l’eccessiva usura del pneumatico posteriore lo ha però costretto a gestire il resto della corsa; scavalcato dalla wild card del team Aruba Racing Michele Pirro (Ducati), ottavo al traguardo, il portacolori del Barni Racing Team ha cercato di mantenere il vantaggio sul resto degli inseguitori, concludendo la prova vinta dall’inglese Tom Sykes (Kawasaki), con un importante undicesimo posto ai fini della classifica di campionato. Decisi a terminare al meglio anche Gara 2, dominata poi dal leader Jonathan Rea (Kawasaki), i tecnici della squadra e Mercado hanno modificato ancora il setting della loro Panigale, in modo da limitare il consumo delle gomme nei 21 giri previsti.

Partito nuovamente bene dalla quinta fila, l’argentino si è portato alle spalle di Lowes (Suzuki), Vd Mark (Honda) e Baiocco (Ducati) subito dopo lo start. Al terzo giro, mentre cercava di rimanere vicino agli avversari, Mercado è incappato in una scivolata alla “Curva della Quercia”, che lo ha costretto a concludere anzitempo la manche sul circuito romagnolo.Nonostante lo sfortunato epilogo di Gara 2 il bilancio stagionale resta comunque positivo, visti i risultati ottenuti nelle 16 gare disputate fino ad oggi.

Marco Barnabò, Principal Manager: “Purtroppo il weekend non si è concluso come ci aspettavamo. Speravamo di riuscire ad ottenere un buon risultato in Gara 2 come in Gara 1, ma una scivolata ci ha costretti al ritiro. Non è stato possibile sistemare la moto per permettere a Tati di ripartire e provare a concludere in zona punti perché l’intervento avrebbe richiesto troppo tempo. Tutto sommato il fine settimana non è stato completamente negativo; questo è il nostro primo zero della stagione, sono cose che succedono! Faremo del nostro meglio nel prossimo round. Ringrazio Ducati e gli sponsor per il loro supporto, il team ed il pilota per l’ottimo lavoro svolto“.

Leandro Mercado, #36: “Gara 1 non è andata così male ed è stata una bella manche. Nei primi giri avevo un buon passo, poi però sul finale la gomma posteriore ha subito un calo e non sono più riuscito a mantenere lo stesso ritmo. Prima di Gara 2 abbiamo fatto una modifica sulla moto per cercare di ridurre l’usura degli pneumatici, ma purtroppo al terzo giro sono scivolato alla “Curva della Quercia”. È un vero peccato aver concluso così il weekend, ma ci riproveremo alla prossima gara di Laguna Seca! Voglio ringraziare tutto il team“.

condivisioni
commenti
Rea: "Pensavo al titolo, ma ho corso per vincere"
Articolo precedente

Rea: "Pensavo al titolo, ma ho corso per vincere"

Prossimo Articolo

Due gare agli antipodi per Tom Sykes a Misano

Due gare agli antipodi per Tom Sykes a Misano
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Most, teatro di scontro tra Redding e Razgatlioglu Prime

Le migliori gare del 2021: Most, teatro di scontro tra Redding e Razgatlioglu

A Most, Toprak Razgatlioglu e Scott Redding si sono scontrati nella lotta per la vittoria. Il pilota Yamaha ha avuto la meglio con un sorpasso deciso all’ultimo giro che il portacolori Ducati ha giudicato troppo aggressivo. Il duello è andato avanti con una breve polemica al termine di Gara 1, ma in un round che ha riaperto il mondiale le tensioni si sono alleggerite quasi subito.

WSBK
24 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Rinaldi e la Ducati tingono Misano tricolore Prime

Le migliori gare del 2021: Rinaldi e la Ducati tingono Misano tricolore

Quella di Michael Ruben Rinaldi è stata una stagione di alti e bassi, con una seconda metà decisamente complicata. Tuttavia il pilota romagnolo archivia il 2021 con la grande soddisfazione di aver conquistato una stratosferica doppietta a Misano, nel round di casa davanti al proprio pubblico. E battendo colui che sarebbe poi diventato campione del mondo, Toprak Razgatlioglu.

WSBK
10 gen 2022
SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale Prime

SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale

Toprak Razgatlioglu è il nuovo campione del mondo della Superbike, il turco è riuscito a battere Rea dopo sei anni di dominio incontrastato. Ma il titolo del pilota Yamaha non rappresenta solo un cambiamento al vertice, segna anche il rinnovo del campionato, un ricambio generazionale che disegna un bel futuro per le derivate di serie.

WSBK
24 nov 2021
Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike? Prime

Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike?

Axel Bassani ha sfiorato il podio in Argentina, dopo essere stato in lotta con i tre grandi protagonisti del mondiale. Un weekend incredibile quello del pilota del team Motocorsa, che conferma il grande cammino di crescita e fa pensare che un futuro roseo per Ducati possa essere proprio nelle sue mani.

WSBK
20 ott 2021
SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi Prime

SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi

La lotta mondiale fra Toprak Razgatlioglu e Jonathan Rea è sempre più intensa, con l'avvicinarsi della fine di questa stagione così avvincente i due sono molto vicini in classifica. Questa situazione di grande equilibrio, che a Portimao ha raggiunto il culmine, ci sta consegnando una vera e propria guerra di nervi fra i due contendenti al titolo.

WSBK
6 ott 2021
Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini" Prime

Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano, oltre a quanto successo in Russia, il lutto vissuto dal mondo delle due ruote in quel di Jerez, che piange la perdita di Dean Berta Vinales

WSBK
29 set 2021
SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento Prime

SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento

La tragica scompare di Dean Berta Vinales nel sabato del round di Jerez ha scosso non solo il paddock della Superbike ma l'intero motociclismo. Insieme al dolore, sorgono però tanti interrogativi e il grido che si leva è quello dei piloti, che chiedono un cambiamento per una classe diventata troppo pericolosa.

WSBK
28 set 2021
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021