Magny-Cours, Libere 4: ancora dominio Kawasaki

Questa volta è stato Sykes a staccare il miglior tempo. Rea subito a ruota e Davies ancora convincente

Anche le Libere 4 della World Superbike sul tracciato francese di Magny-Cours hanno ribadito il dominio della Kawasaki. La casa giapponese sta vivendo un'annata magica, con Jonathan Rea già campione del mondo piloti e il titolo costruttori in tasca da Jerez de la Frontera. 

Nel quarto turno di prove sul circuito che sorrge a pochi passi da Nevers, le "verdone" hanno fatto la voce grossa conquistando subito i primi due posti nella graduatoria, per poi non lasciarli sino allo sventolare della bandiera a scacchi. Questa volta il più rapido in assoluto è stato Tom Sykes, autore di un 1'37"918 che è anche il crono di riferimento sino a ora di questo fine settimana. Il britannico ha letteralmente dominato la sessione, lasciando sempre tutti alle proprie spalle.

Anche Jonathan Rea ha dato prova di non aver ancora esaurito la fame di vittorie, nonostante il titolo piloti lo abbia conquistato già da un paio di settimane. Il ventottenne è risultato l'unico in grado di avvicinare i tempi del compagno di squadra, chiudendo poi ad appena 69 millesimi di secondo da Sykes. In realtà, nell'ultimo passaggio Johnny avrebbe potuto prendersi la prima posizione, ma dopo tre settori da record ha chiuso il gas, accontentandosi della seconda posizione.

Ancora un'ottima prestazione per il gallese della Ducati Chaz Davies. Il biondo centauro di Borgo Panigale continua nel suo momento di grande forma e appare l'unico in grado di mettere a repentaglio una doppietta Kawasaki che in Francia sembra più che plausibile. 106 sono i millesimi che lo separano da Sykes e la Panigale R - vale la pena ricordarlo - sta continuando a progredire in maniera vistosa. 

Quarta posizione per Leon Haslam, in difficoltà nella prima parte del turno e venuto fuori alla distanza. Proprio nell'ultimo passaggio a sua disposizione il pilota inglese ha recuperato una posizione nei confronti di Niccolò Canepa, relegato dunque in quinta posizione. Il nostro connazionale sta comunque disputando un fine settimana di tutto rispetto, e il risultato di questa mattina conferma che in Superpole 2 potrà dire la sua per un posto in seconda fila nello schieramento di domani.

Alex Lowes continua a mantenere la sua Suzuki GSX-R1000 nelle prime sei posizioni, questa volt precedendo un Michael van der Mark risvegliato dal torpore che lo aveva avvolto nei primi tre turni di prove libere di Magny Cours. L'olandese è finalmente tornato davanti al compagno di squadra Sylvain Guintoli (solo dodicesimo), mettendosi inoltre alle spalle anche il nostro Ayrton Badovini su BMW S1000 RR del team Motorrad Italia.

Più in difficoltà Jordi Torres, in sella alla seconda Aprilia RSV4 RF. Il pilota iberico non ha ripetuto la buona prestazione delle Libere 3 di questa mattina venendo risucchiato nelle posizioni meno rilevanti della Top Ten. Markus Riterberger ha riportato per la seconda volta di fila la sua BMW S1000 RR al decimo posto.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Evento Magny-Cours
Circuito Circuit de Nevers Magny-Cours
Piloti Tom Sykes , Chaz Davies , Jonathan Rea
Articolo di tipo Prove libere