Magny-Cours, Libere 2: Johnny Rea davanti a tutti

Prova di forza del nuovo campione del mondo, che infligge tre decimi alla Ducati di Chaz Davies

La prima giornata del dodicesimo e penultimo appuntamento del Mondiale Superbike 2015 si è conclusa con il secondo turno di prove libere sul tracciato di Magny-Cours, circuito che sorge a pochi passi dalla cittadina di Nevers, in Francia. 

Così come mostrato nelle Libere 1, la Kawasaki ha voluto timbrare anche il secondo turno di prove odierno grazie all'ottimo crono di Jonathan Rea. Il nuovo campione del mondo 2015 ha fermato il cronometro in 1'37"750, infliggendo distacchi molto pesanti a tutti. La punta di diamante del team ufficiale Kawasaki ha così mostrato di aver compiuto ulteriori passi avanti nella messa a punto della sua Ninja ZX-10R e il tempo siglato questo pomeriggio ne testimonia l'ottimo lavoro fatto in giornata.

A quasi tre decimi dal britannico ecco Chaz Davies, il quale ha regalato alla Ducati il secondo posto assoluto dopo aver fatto bene anche nelle libere di questa mattina. Il gallese è il pilota più vincente dell'ultimo periodo, avendo trionfato in quattro delle ultime sei manche disputate, dunque in Francia tenterà di aumentare questo bottino e assicurarsi il secondo posto nel mondiale dedicato ai piloti.

A conferma del dominio della Kawasaki ecco il terzo miglior crono di giornata datto siglare da Tom Sykes. Il vice campione del mondo 2014 non è riuscito a replicare l'ottima prestazione del mattino, quando è riuscito a mettersi tutti alle spalle. Questa volta ha dovuto arrendersi non solo al compagno di squadra, ma anche al diretto rivale per la seconda posizione nel mondiale. 

A quasi sei decimi dalla vetta ecco la prima Aprilia RSV4 RF ufficiale, quella del britannico Leon Haslam. L'inglese ha preceduto per appena 60 millesimi di secondo il connazionale Alex Lowes su Suzuki GSX-R1000, con quest'ultimo che ha completato una Top Five interamente occupata da piloti britannici. A interrompere la loro egemonia è stato il nostro Niccolò Canepa, confermatosi a buoni livelli anche nelle prime libere a Magny-Cours in sella alla Ducati Panigale R gestita dal team Althea. Il pilota genovese è risultato più lento di Lowes di appena un decimo di secondo. 

Dopo Canepa, i distacchi dalla vetta della classifica si sono fatti abissali: Jordi Torres, alfiere del team ufficiale Aprilia, ha chiuso in settima posizione le Libere 2, ma a oltre un secondo da Jonathan Rea. Dietro l'iberico ecco un altro pilota del team Althea, ovvero Matteo Baiocco. L'italiano è caduto nel corso della sessione ma non ha apparentemente riportato danni fisici, chiudendo ottavo assoluto. 

Hanno chiuso la Top Ten la Ducati Panigale R ufficiale di Luca Scassa e la BMW S1000 RR di Ayrton Badovini. Il pilota aretino sostituisce in questo fine settimana l'infortunato Davide Giugliano e avrà il compito di portare a casa punti importanti, aiutando magari Davies nella sua rincorsa al secondo posto nel Mondiale. Badovini è invece alla ricerca di riscatto dopo due manche di gara a Jerez de la Frontera non particolarmente brillanti. 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Evento Magny-Cours
Circuito Circuit de Nevers Magny-Cours
Piloti Tom Sykes , Chaz Davies , Jonathan Rea
Articolo di tipo Prove libere