Bevilacqua: "Baiocco migliori in qualifica, vale i primi 6"

Il team manager di Althea Ducati elogia anche le due manche di gara di Michel Fabrizio, sostituto di Nicolas Terol

Bevilacqua: "Baiocco migliori in qualifica, vale i primi 6"
Bevilacqua:

Il team Althea Ducati lascia Imola con quattro arrivi in Top Ten, frutto di due gare regolari e solide da parte dei due piloti titolari, Matteo Baiocco e Michel Fabrizio, sostituto dell'infortunato Nicolas Terol. 

Al termine di Gara 2 abbiamo incontrato Genesio Bevilacqua, team manager della scuderia laziale, per parlare dei risultati maturati in questo fine settimana imolese, ma anche del futuro di Michel Fabrizio e anche delle aspettative sempre maggiori che il team ripone su Matteo Baiocco, ormai diventato una piacevole realtà della World Superbike. 

Bevilacqua, ci parli delle due manche di gara di Fabrizio. E' soddisfatto?
"Michel ha fatto sicuramente una bellissima gara, anche se dal punto di vista della posizione del distacco dai primi sembrerebbe il contrario. Io sono fortemente convinto che lui potrebbe avere anche qualche altra chance e spero che se la possa giocare perché decidere di fare tutto in una gara certo non aiuta, non si è lucidi e qualche volta si può sbagliare. Chiaramente questo fine settimana è stata la sua prima esperienza su questa moto e di certo non ha sfigurato, ha fatto una bellissima gara, è riuscito a girare sempre su tempi molto buoni, peccato appunto che la relativa esperienza sul mezzo gli abbia impedito di avere il controllo completo per cui qualche piccolo errore e sbavatura l'ha commesso. Poi recuperare secondi è difficile ma io sono estremamente contento soprattutto che abbia potuto fare questa esperienza con noi, ci tenevo molto e se avrò occasione considererò di riprenderlo perché oggi ha dimostrato che ne vale la pena".

Baiocco ha chiuso Gara 2 con un fantastico sesto posto. Dove deve migliorare per confermarsi ad alti livelli?
"Per quanto riguarda Matteo, ormai le sue buone prestazioni sono una costante. Lui ha solo bisogno di partire più avanti in griglia, per il resto ha dimostrato di avere potenziale e di poter stare a ridosso dei primi cinque. Il quarto, il quinto o il sesto posto potrebbero sempre essere alla sua portata. Però, a volte, partendo molto dietro in griglia può succedere di avere problemi a superare certi avversari che si trovano davanti. Qui non è mai facile: tutti i piloti sono qui per guardagnarsi la posizione migliore e ti fanno perdere tempo e il distacco dai primi si amplifica e sembra pesante. I suoi tempi di oggi rispecchiavano il passo tenuto dagli altri piloti Ducati che gli stavano davanti e lui non avrebe sfigurato assolutamente se fosse partito più avanti".

Da dove derivano le difficoltà in qualifica di Baiocco?
"Le difficoltà di Matteo in qualifica non sono dovute al mezzo, che è identico a quello di Davies e Giugliano, dunque stando alla nostra esperienza sappiamo che tutto ciò è riconducibie all'esperienza che hanno i piloti. Nel caso di Matteo era fortissimo nel campionato italiano, ma gli manca quell'approccio rapido che altri piloti hanno perch corrono in categoria da più tempo, magari da due o tre anni, però una volta prese le misure lui riesce a girare su tempi significativi, che dovrebbero invitarlo a riflettere sulle qualifiche e alle partenze, perché lo porterebbe a essere sempre tra i primi sei sette piloti di testa. Oggi è successo e, anche grazie a ritiri di piloti davanti a noi, rimane comunque un merito. Non era facile".  

condivisioni
commenti
Badovini: "Due buone gare ma dobbiamo migliorare"

Articolo precedente

Badovini: "Due buone gare ma dobbiamo migliorare"

Prossimo Articolo

Ottimo debutto per la nuova gomma posteriore Pirelli

Ottimo debutto per la nuova gomma posteriore Pirelli
Carica commenti
SBK: Redding crolla a Misano. È Razgatlioglu l’anti-Rea? Prime

SBK: Redding crolla a Misano. È Razgatlioglu l’anti-Rea?

Scott Redding doveva essere l’uomo incaricato di fermare il dominio di Jonathan Rea, eppure lascia Misano con l’amaro in bocca e con un distacco in classifica importante, considerando la solidità di Rea e Razgatlioglu, i due che lo precedono. Il turco convince e si avvicina il leader del mondiale. È dunque il pilota Yamaha il vero anti-Rea?

WSBK
15 giu 2021
WSBK: a Misano Rea è dominato dalla Next Generation Prime

WSBK: a Misano Rea è dominato dalla Next Generation

Prima puntata podcast di Debriefing WSBK, in cui Lorenza D'Adderio e Giacomo Rauli commentano il round di Misano Adriatico della classe regina delle moto derivate di serie. Buon ascolto!

WSBK
13 giu 2021
SBK: Rea trionfa, Redding capitola. Mondiale già scritto? Prime

SBK: Rea trionfa, Redding capitola. Mondiale già scritto?

Jonathan Rea conquista due gare su tre nel weekend dell’Estoril e allunga in classifica, approfittando di un passo falso di Scott Redding, scivolato in Gara 2 e ora inseguitore con un distacco già piuttosto importante.

WSBK
2 giu 2021
Kawasaki limitata dai giri motori ma trionfa: tutti zitti e buoni Prime

Kawasaki limitata dai giri motori ma trionfa: tutti zitti e buoni

Jonathan Rea ha dominato due delle tre gare disputate ad Aragon, round di apertura della stagione SBK. Il pilota Kawasaki è stato più forte dei limiti imposti dal regolamento e gli avversari devono già correre ai ripari.

WSBK
26 mag 2021
SBK, inizia il 2021: Rea non abdica, ma i rivali pressano Prime

SBK, inizia il 2021: Rea non abdica, ma i rivali pressano

Inizia la stagione 2021 del mondiale Superbike e c’è fermento per il nuovo campionato che è alle porte. Sarà ancora Rea a dettare legge o dovrà cedere lo scettro dopo sei titoli mondiali?

WSBK
19 mag 2021
SBK: per Ducati e Yamaha il ‘Gioco del Trono’ parte dai test Prime

SBK: per Ducati e Yamaha il ‘Gioco del Trono’ parte dai test

I test di Aragon svolti da Ducati e Yamaha hanno chiarito le idee alle squadre e lasciato alcuni dubbi che verranno dissipati solamente con l’inizio della stagione. L’unica certezza è che al momento i due team impegnati al Motorland possono essere davvero i veri contendenti al titolo 2021, in una stagione che vede Rea ancora come l’uomo da battere.

WSBK
14 apr 2021
Rea è ancora l’uomo da battere: si apre la caccia al ‘Cannibale’ Prime

Rea è ancora l’uomo da battere: si apre la caccia al ‘Cannibale’

Gli ultimi test collettivi svolti a Barcellona si sono conclusi nel segno di Jonathan Rea, che ancora una volta appare come l’uomo da battere. Ma Ducati e Yamaha non stanno a guardare e si candidano come le due squadre pronte a fermare il dominio Kawasaki.

WSBK
4 apr 2021
Ducati, la squadra pioniera che ancora sfiora il titolo Prime

Ducati, la squadra pioniera che ancora sfiora il titolo

Il team Aruba.it Racing – Ducati ha presentato la Panigale V4R che sarà incaricata di fermare il dominio Kawasaki. Ma le innovazioni della pioniera Casa bolognese e la determinazione dei piloti saranno in grado di mettere un freno a Rea?

WSBK
25 mar 2021