Bayliss: "Continuare con Ducati? Vedremo..."

L'australiano non chiude alla possibilità di sostituire l'infortunato Giugliano nelle prossime tre gare

Bayliss: "Continuare con Ducati? Vedremo..."
Carica lettore audio
Bayliss:

Troy Bayliss è tornato in sella a una Ducati ufficiale per correre la prima gara della stagione 2015 di Superbike dopo anni di inattività a livello così alto. Il pilota australiano, intervistato da La Gazzetta dello Sport, ha parlato di come sono andate le ore che hanno portato al rientro del tre volte campione del mondo della categoria delle derivate di serie. 

Il quarantaseienne ha subito ammesso che la voglia di competizioni non è mai mancata, rivelando un piccolo retroscena. "Fino a quattro-cinque anni fa ho chiesto tante volte alla Ducati la possibilità di tornare, mi avevano sempre convinto a desistere. pensavo fosse finita davvero, e invece...".

Invece l'infortunio di Davide Giugliano e la prima gara della stagione a Phillip Island, in Australia, ovvero casa sua, ha fatto sìì che il desiderio di Troy diventasse realtà. "Al mio ritorno ho provato le medesime sensazioni di sette anni fa. Ho salutato i meccnici, un po' di amici nel Paddock. Non amavo venire alle gare da spettatore, perfino quando la Superbike arrivava in Australia sono rimasto quasi sempre a casa mia. Essere qui con tuta e casco è come rinascere".

Bayliss non nasconde però la sua amarezza provata dopo il ritiro, conscio di aver potuto dare ancora tanto in termini di competitività. "Ho lasciato da campione, dominando l'ultima gara di Portimao. E' stato il massimo ma se avessi continuato sarei stato molto competitivo ancora a lungo, ne sono sicurissimo". Il pilota Ducati ha anche ammesso di non essere rimasto impressionato dai tempi staccati negli ultimi test dai suoi diretti concorrenti e, anche se definisce questo rientro "Una pazzia!", se dovesse ritrovare il ritmo su una pista conosciuta potrebbe fare bene.

L'inizio di questo fine settimana non è stato eccelso, ma più per un problema meccanico della sua Panigale R che per una questione di perdita di ritmo in pista. Quel che è certo è la voglia e l'entusiasmo di un ragazzino di quarantasei anni, che non chiude la porta qualora la Ducati avesse bisogno di lui per sostituire Giugliano anche nelle prossime gare in cui l'italiano sarà costretto a dare forfait per infortunio. "Mi dispiace molto per Davide. Continuare? Non ne abbiamo ancora parlato. Vedremo...".

condivisioni
commenti
Van der Mark: "Migliorati molto nel pomeriggio"
Articolo precedente

Van der Mark: "Migliorati molto nel pomeriggio"

Prossimo Articolo

Phillip Island, Libere 3: Torres e Haslam davanti

Phillip Island, Libere 3: Torres e Haslam davanti
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Most, teatro di scontro tra Redding e Razgatlioglu Prime

Le migliori gare del 2021: Most, teatro di scontro tra Redding e Razgatlioglu

A Most, Toprak Razgatlioglu e Scott Redding si sono scontrati nella lotta per la vittoria. Il pilota Yamaha ha avuto la meglio con un sorpasso deciso all’ultimo giro che il portacolori Ducati ha giudicato troppo aggressivo. Il duello è andato avanti con una breve polemica al termine di Gara 1, ma in un round che ha riaperto il mondiale le tensioni si sono alleggerite quasi subito.

WSBK
24 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Rinaldi e la Ducati tingono Misano tricolore Prime

Le migliori gare del 2021: Rinaldi e la Ducati tingono Misano tricolore

Quella di Michael Ruben Rinaldi è stata una stagione di alti e bassi, con una seconda metà decisamente complicata. Tuttavia il pilota romagnolo archivia il 2021 con la grande soddisfazione di aver conquistato una stratosferica doppietta a Misano, nel round di casa davanti al proprio pubblico. E battendo colui che sarebbe poi diventato campione del mondo, Toprak Razgatlioglu.

WSBK
10 gen 2022
SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale Prime

SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale

Toprak Razgatlioglu è il nuovo campione del mondo della Superbike, il turco è riuscito a battere Rea dopo sei anni di dominio incontrastato. Ma il titolo del pilota Yamaha non rappresenta solo un cambiamento al vertice, segna anche il rinnovo del campionato, un ricambio generazionale che disegna un bel futuro per le derivate di serie.

WSBK
24 nov 2021
Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike? Prime

Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike?

Axel Bassani ha sfiorato il podio in Argentina, dopo essere stato in lotta con i tre grandi protagonisti del mondiale. Un weekend incredibile quello del pilota del team Motocorsa, che conferma il grande cammino di crescita e fa pensare che un futuro roseo per Ducati possa essere proprio nelle sue mani.

WSBK
20 ott 2021
SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi Prime

SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi

La lotta mondiale fra Toprak Razgatlioglu e Jonathan Rea è sempre più intensa, con l'avvicinarsi della fine di questa stagione così avvincente i due sono molto vicini in classifica. Questa situazione di grande equilibrio, che a Portimao ha raggiunto il culmine, ci sta consegnando una vera e propria guerra di nervi fra i due contendenti al titolo.

WSBK
6 ott 2021
Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini" Prime

Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano, oltre a quanto successo in Russia, il lutto vissuto dal mondo delle due ruote in quel di Jerez, che piange la perdita di Dean Berta Vinales

WSBK
29 set 2021
SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento Prime

SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento

La tragica scompare di Dean Berta Vinales nel sabato del round di Jerez ha scosso non solo il paddock della Superbike ma l'intero motociclismo. Insieme al dolore, sorgono però tanti interrogativi e il grido che si leva è quello dei piloti, che chiedono un cambiamento per una classe diventata troppo pericolosa.

WSBK
28 set 2021
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021