WSBK
27 set
-
29 set
Evento concluso
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
Evento concluso

Superbike 2019: il punto di vista di Brembo prima dell'inizio della stagione

condivisioni
commenti
Superbike 2019: il punto di vista di Brembo prima dell'inizio della stagione
Di:
20 feb 2019, 14:18

Brembo si presenta al via della stagione 2019 del Campionato Mondiale Superbike fornendo 15 delle 19 moto al via. Ecco quali sono i punti focali ed i consigli del costruttore bergamasco

Brembo, leader mondiale nella produzione di impianti frenanti per moto di serie ad alte prestazioni, anche quest’anno parteciperà al Campionato del Mondo Superbike come fornitore privilegiato dei principali team in gara. Delle 19 moto che disputeranno i 13 round iridati, ben 15 hanno scelto di affidarsi agli impianti frenanti Brembo, con una presenza pari quindi all’80%.

Brembo continua così il suo progresso nel Campionato del Mondo Superbike, a conferma di un particolare feeling tra i sistemi frenanti Brembo e il campionato per derivate di serie più famoso al mondo. Protagonista nel Campionato del Mondo Superbike sin dalla prima edizione, Brembo ha equipaggiato le moto vincitrici di 710 gare, trionfando in 31 Mondiali Piloti e in 31 Mondiali Costruttori dal 1988 ad oggi.

Leggi anche:

Per la stagione 2019 i tecnici Brembo prevedono che i team si orientino sull’uso di dischi in acciaio con due diversi diametri: 338,5 mm per i circuiti più severi e 336 mm per i restanti. L’adozione di una doppia opzione di diametro unita a diversi spessori, quattro in tutto, permetterà ai team e ai piloti di avere una scelta più ampia per riuscire a ottimizzare le temperature dell’impianto frenante e con esse le performance, a seconda della severità dei round.

Brembo prevede che nei circuiti particolarmente stressanti per l’impianto frenante, come Buriram (Thailandia), Imola (Italia) e Donington (Gran Bretagna), i piloti tenderanno a privilegiare dischi del massimo spessore disponibile. Nei restanti, invece, è probabile che i piloti si orientino verso dischi con spessori più contenuti, anche se la valutazione sulla configurazione più adatta verrà effettuata con i long-run del venerdì: dopo ogni sessione i tecnici Brembo, che lavorano in pista a stretto contatto con i team, controllano le usure delle pastiglie e le temperature raggiunte con le vernici termoviranti.

Oltre ai dischi, alle pinze e alle pastiglie, per le quali la ricerca di materiali d’attrito sempre più performanti non conosce sosta, Brembo fornisce ai team anche le pompe freno. A tal proposito Brembo segnala la diffusione crescente della pompa pollice che permette di azionare il freno posteriore premendo una leva specifica sul lato sinistro del manubrio, aiutando il pilota a gestire l’erogazione della coppia motore all’uscita curva in accelerazione. Attualmente ne fanno uso oltre il 60% dei piloti del Campionato del Mondo Superbike, ma si stima che la percentuale sia destinata a crescere nel corso della stagione.

Infine il Gruppo Brembo sarà presente nel Campionato del Mondo Superbike anche con le ruote in alluminio forgiato Marchesini, una soluzione adottata dalla maggior parte dei piloti iscritti all’edizione 2019, ben il 60%. Specializzato nella produzione di sofisticati cerchi in magnesio e alluminio forgiato, questo marchio è uno dei più prestigiosi del Gruppo Brembo. Le ruote Marchesini assicurano alle moto un risparmio di peso, favorendo l’accelerazione e la maneggevolezza nei cambi di direzione. I piloti avranno quest’anno una doppia opzione di scelta nel Campionato Superbike: cerchi a 5 razze a Y o a 7 razze alleggeriti.

Prossimo Articolo
A Phillip Island c'è il debutto di Delbianco: "Non so cosa aspettarmi, ma darò il 100%"

Articolo precedente

A Phillip Island c'è il debutto di Delbianco: "Non so cosa aspettarmi, ma darò il 100%"

Prossimo Articolo

Ecco le gomme scelte da Pirelli per il primo round SBK in Australia

Ecco le gomme scelte da Pirelli per il primo round SBK in Australia
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie WSBK
Autore Marco Congiu