Misano, Libere 3: Jordi Torres sorprende tutti

Lo spagnolo mantiene l'Aprilia davanti a tutti con un bel tempo. Biaggi quarto e Sykes in Superpole 1!

Misano, Libere 3: Jordi Torres sorprende tutti

Anche nel terzo turno di prove libere sul tracciato di Misano Adriatico l'Aprilia ha fatto valere la propria legge. La RSV4 RF ha colto il terzo primo posto consecutivo in due giorni di prove ma questa volta non è stato il "corsaro" Max Biaggi a mettere tutti in fila, bensì il più giovane della line up piloti di Noale, ovvero lo spagnolo Jordi Torres

Torres sta mostrando, turno dopo turno, di prendere sempre più confidenza con la sua arma italiana e nella seconda parte delle Libere 3 ha sfoggiato progressi stupefacenti, riuscendo a firmare un tempo di tutto rispetto: 1'34"984, risultando inoltre l'unico centauro a scendere sotto il muro del minuto e trentacinque secondi. Da segnalare anche i progressi fatti dal compagno di squadra di Torres, Leon Haslam, terzo, a 372 millesimi di ritardo dal crono di riferimento della sessione. 

Secondo tempo assoluto per Jonathan Rea che è risultato sin dai primi minuti molto incisivo. Johnny, molto tranquillo sin dal giovedì, ha lavorato molto bene in ottica gara nella giornata di ieri e questa mattina ha mostrato di avere prestazione anche sul giro singolo e sarà sicuramente tra i protagonisti della Superpole 2. Jonathan ha 127 millesimi di secondo di ritardo dall'Aprilia di Torres ma il britannico ha dato la sensazione di avere ancora margine in vista delle Qualifiche.

Quarto tempo per Max Biaggi, il quale non è però riuscito a migliorare il proprio tempo di ieri, stampato nelle Libere 2. Max non è riuscito a sfruttare le gomma nuova a causa del troppo traffico ma conta di avvicinare i tempi siglati dalle dua Aprilia di Torres e Haslam e magari lottare con Rea anche in Superpole 2. 

Notevole il quinto posto per Alex Lowes, in sella alla sua Suzuki GSX-R1000. Il britannico, così come Torres, ha continuato a migliorare per tutto l'arco della sessione numero tre di libere dopo i primi due turni passati a trovare un assetto convincente della sua nipponica. Alle spalle di Lowes, ad appena due millesimi di secondo, ecco la prima Ducati Pangale R ufficiale, quella di Chaz Davies, ancora alla ricerca del compromesso migliore sulla sua Rossa, che non sembra perfetta sull'anteriore e dà meno fiducia al gallese in inserimento curva. 

A quattro millesimi da Davies ecco il secondo pilota Ducati, Michele Pirro, che ha sosttuito lo sfortunato Luca Scassa, il quale si è fratturato la clavicola nel pomeriggio di ieri durante le FP2. Pirro ha stampato un ottimo tempo proprio all'ultimo tentativo, riuscendo a non trovare traffico e portando la sua Panigale in sesta posizione. Michele è stato inoltre protagonista di una innocua caduta nelle prime fasi delle Libere 3. Davide Giugliano, ottavo tempo per lui, ha completato il terzetto Ducati-Aruba nei primi dieci posti. Davide appare ancora sofferente al fianco destro dopo l'highside che lo ha disarcionato dalla sua Panigale nel giro d'installazione delle Libere 1 di ieri mattina. 

Nono tempo per la quarta Ducati Panigale R, quella del team Althea affidata a Matteo Baiocco, mentre Niccolò Canepa - al rientro nel team laziale - è tredicesimo. Sylvain Guintoli ha invece completato la Top Ten, in sella a una Honda CBR1000 che sembra involuta rispetto alle ultime uscite.

Da segnalare l'undicesimo tempo di Tom Sykes, che sarà così costretto a prendere parte alla Superpole 1 per cercare di entrare nella 2 e lottare con i migliori piloti della Superbike. Il britannico si è concentrato sull'assetto della moto in vista delle due manche di gara ma non montando la gomma nuova è stato sopravanzato da dieci piloti, rimanendo incredibilmente fuori dalla Superpole 2.

condivisioni
commenti
Presentata la livrea Missoni della MV Agusta
Articolo precedente

Presentata la livrea Missoni della MV Agusta

Prossimo Articolo

Misano, Libere 4: la Ducati risponde con Giugliano

Misano, Libere 4: la Ducati risponde con Giugliano
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Rinaldi e la Ducati tingono Misano tricolore Prime

Le migliori gare del 2021: Rinaldi e la Ducati tingono Misano tricolore

Quella di Michael Ruben Rinaldi è stata una stagione di alti e bassi, con una seconda metà decisamente complicata. Tuttavia il pilota romagnolo archivia il 2021 con la grande soddisfazione di aver conquistato una stratosferica doppietta a Misano, nel round di casa davanti al proprio pubblico. E battendo colui che sarebbe poi diventato campione del mondo, Toprak Razgatlioglu.

WSBK
10 gen 2022
SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale Prime

SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale

Toprak Razgatlioglu è il nuovo campione del mondo della Superbike, il turco è riuscito a battere Rea dopo sei anni di dominio incontrastato. Ma il titolo del pilota Yamaha non rappresenta solo un cambiamento al vertice, segna anche il rinnovo del campionato, un ricambio generazionale che disegna un bel futuro per le derivate di serie.

WSBK
24 nov 2021
Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike? Prime

Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike?

Axel Bassani ha sfiorato il podio in Argentina, dopo essere stato in lotta con i tre grandi protagonisti del mondiale. Un weekend incredibile quello del pilota del team Motocorsa, che conferma il grande cammino di crescita e fa pensare che un futuro roseo per Ducati possa essere proprio nelle sue mani.

WSBK
20 ott 2021
SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi Prime

SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi

La lotta mondiale fra Toprak Razgatlioglu e Jonathan Rea è sempre più intensa, con l'avvicinarsi della fine di questa stagione così avvincente i due sono molto vicini in classifica. Questa situazione di grande equilibrio, che a Portimao ha raggiunto il culmine, ci sta consegnando una vera e propria guerra di nervi fra i due contendenti al titolo.

WSBK
6 ott 2021
Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini" Prime

Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano, oltre a quanto successo in Russia, il lutto vissuto dal mondo delle due ruote in quel di Jerez, che piange la perdita di Dean Berta Vinales

WSBK
29 set 2021
SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento Prime

SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento

La tragica scompare di Dean Berta Vinales nel sabato del round di Jerez ha scosso non solo il paddock della Superbike ma l'intero motociclismo. Insieme al dolore, sorgono però tanti interrogativi e il grido che si leva è quello dei piloti, che chiedono un cambiamento per una classe diventata troppo pericolosa.

WSBK
28 set 2021
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021