SSP300, Magny-Cours: Huertas firma la doppietta e allunga

Adrian Huertas vince entrambe le gare del round di Magny-Cours e incrementa il proprio vantaggio in classifica su Tom Booth-Amos, secondo sia in Gara 1 sia in Gara 2. I due contendenti al titolo sono separati ora da 21 punti.

SSP300, Magny-Cours: Huertas firma la doppietta e allunga

Dopo una lunga pausa, a Magny-Cours è tornata in pista la Supersport300, che rinnova la lotta per il mondiale con gare combattute e spettacolari, come di consueto. Ad avere la meglio in entrambe le gare è Adrian Huertas, che si impone sugli avversari dopo una grande lotta e incrementa il suo vantaggio in classifica, grazie alla doppietta che lo porta a +21 su Tom Booth-Amos, secondo nella generale.

Gara 1 – A fare la differenza nella prima manche del weekend sono i due contendenti al titolo, che lottano per la vittoria con un buon margine sugli inseguitori. Huertas e Booth-Amos, scattati davanti a tutti, fanno gara a sé, ma a cinque giri dal termine è lo spagnolo a dare uno strappo e passa poi sotto la bandiera a scacchi con oltre cinque decimi di vantaggio sul secondo. Il britannico si avvicina al rivale proprio nei giri finali, dopo aver perso terreno nei suoi confronti ed è autore di una grande manovra che gli consente di essere davanti al pilota di casa Samuel Di Sora.

Il francese sale sul terzo gradino del podio nel round casalingo e resta alle spalle di Booth-Amos per soli 222 millesimi. Se i primi tre sono racchiusi in otto decimi, il quarto paga un ritardo di ben tre secondi e mezzo. Dorren Loureiro resta ai piedi del podio e precede Daniel Mogeda, chiamato a sostituire James McManus nel Team#109 Kawasaki). Alle sue spalle troviamo Inigo Iglesias, che è sesto davanti a Gabriele Mastroluca, settimo e primo degli italiani. Victor Steeman è ottavo, mentre Tom Kawakami e Jose Luis Perez Gonzalez chiudono la top 10 in nona e decima posizione rispettivamente.

Gara 2 – Anche nella seconda manche del weekend Huertas e Booth-Amos sono appaiati e fanno la differenza sui rivali. Al traguardo è ancora una volta lo spagnolo ad avere la meglio e grazie alla doppietta francese incrementa il vantaggio in classifica e vola a +21 sul britannico. Il pilota del team Fusport – RT Motorsports by SKM – Kawasaki difende la seconda posizione in gara da Jeffrey Buis, che gli arriva a un decimo e sale sul terzo gradino del podio. Il campione in carica prova a mettere pressione ai due davanti a sé ma deve accontentarsi della terza piazza.

Dietro ai primi tre i distacchi iniziano a farsi importanti, il quarto è Dean Berta Vinales, che paga otto decimi dal vincitore. Il portacolori Vinales Racing Team precede Yuta Okaya, quinto al traguardo. Ancora una volta è Gabriele Mastroluca il migliore dei piloti italiani, grazie alla sesta posizione di Gara 2. Il pilota del team ProGP Racing resta davanti a Yeray Ruiz, che nel suo round di debutto chiude la seconda manche con il settimo posto. Inigo Iglesias rientra fra i primi dieci in entrambe le gare disputate, così come gli altri due piloti che completano la top 10, Dorren Loureiro e Daniel Mogeda, nono e decimo rispettivamente.

condivisioni
commenti
Rea: “Toprak mi porta al limite, sogno di vincere come Edwards!”

Articolo precedente

Rea: “Toprak mi porta al limite, sogno di vincere come Edwards!”

Prossimo Articolo

Tegola Bernardi: vertebra fratturata, stagione a rischio

Tegola Bernardi: vertebra fratturata, stagione a rischio
Carica commenti
SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento Prime

SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento

La tragica scompare di Dean Berta Vinales nel sabato del round di Jerez ha scosso non solo il paddock della Superbike ma l'intero motociclismo. Insieme al dolore, sorgono però tanti interrogativi e il grido che si leva è quello dei piloti, che chiedono un cambiamento per una classe diventata troppo pericolosa.

WSBK
12 o
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021
Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits? Prime

Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits?

La tripletta di Magny-Cours diventa una doppietta per Toprak Razgatlioglu, privato della vittoria in Superpole Race per aver superato i limiti della pista all’ultimo giro. Il caso Yamaha-Kawasaki riapre la questione dei track limits, considerati ormai un’esasperazione che condiziona fin troppo gli esiti delle gare.

WSBK
7 set 2021
Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo Prime

Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo

Al termine del round di Assen, i volti di Redding e Rinaldi sono tutt’altro che distesi. L’incostanza è il comune denominatore di una stagione che prende una piega sempre più ‘nipponica’, e i due portacolori ufficiali chiedono un maggiore sviluppo se vogliono continuare a lottare per il titolo.

WSBK
4 ago 2021
Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha? Prime

Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha?

Garrett Gerloff è da sempre considerato la promessa del mondiale Superbike, tanto da ricevere le attenzioni della MotoGP e aver oscurato il pilota ufficiale Yamaha Superbike Andrea Locatelli. Ma il disastro di Assen cambia le gerarchie a Iwata?

WSBK
27 lug 2021
Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti" Prime

Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti"

In questo nuovo appuntamento con Il Rosa dei Motori, Lorenza D'Adderio intervista Ana Carrasco. La campionessa del Mondiale SSP300 del 2018 si racconta, evidenziando quanto l'ottimismo e l'entusiasmo siano ingredienti fondamentali per chi, come lei, ha dovuto recuperare le forze dopo un tremendo infortunio. Una motociclista temeraria e di talento, che non è indifferente a un altro grande campione come Jonathan Rea...

WSBK
22 lug 2021
BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita? Prime

BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita?

Tom Sykes e Michael van der Mark difficilmente dimenticheranno il round di Donington, grazie ai podi conquistati e alla solidità mostrata durante tutto il weekend. BMW convince e non vuole che questi risultati siano una tantum. L’obiettivo in Olanda è dimostrare di essere cresciuti davvero e di poter dire la propria, dando prova del fatto che Donington è stato solo il punto di partenza di una rinascita.

WSBK
9 lug 2021