SSP | Barcellona: Aegerter imprendibile, è sempre più leader

Dominique Aegerter si afferma in entrambe le gare del round di Barcellona e incrementa ulteriormente il proprio vantaggio in classifica. Lorenzo Baldassarri conquista una seconda e una quarta posizione e ora si fa dura...

SSP | Barcellona: Aegerter imprendibile, è sempre più leader
Carica lettore audio

Il mondiale Supersport sta andando sempre più nella direzione di Dominique Aegerter, che anche a Barcellona la fa da padrone e si impone in entrambe le gare. Lo svizzero, grande dominatore della scorsa stagione, si sta riconfermando quest’anno e lo sta facendo con una solidità e un’efficacia impressionanti. Non è stato un round semplice quello catalano, in cui una bandiera rossa in Gara 1 e un lungo in Gara 2 lo hanno costretto a sudarsi le vittorie, che però sono arrivate per portarlo a consolidare ulteriormente il primato in classifica.

Con questa nuova doppietta, la quinta stagionale, il portacolori Ten Kate vola a 336 punti, e si mostra il pilota da battere in questo 2022 intenso. Già, perché quando mancano quattro round al termine della stagione, i punti che dividono Aegerter da Lorenzo Baldassarri sono 36. Per l’italiano del team Evan Bros non è un margine semplice da recuperare, se si tiene in considerazione la solidità del suo avversario. Dominique non sbaglia veramente nulla, è sempre implacabile e l’unico vero errore lo ha commesso a Most, quando con la simulazione dell’infortunio si è precluso la possibilità di mettersi in tasca altri 25 punti per l’espulsione da Gara 2 (qui il report del gesto di Aegerter).

Tuttavia, Baldassarri ha provato a riscattare l’errore dello scorso round a Magny-Cours dove è scivolato nella foga di voler prendere il proprio rivale: in Gara 1 è riuscito a conquistare la seconda posizione, pagando comunque quasi tre secondi e mezzo dallo svizzero. In Gara 2 è rimasto ai piedi del podio, dopo una grande bagarre fino alla bandiera a scacchi con Can Oncu, Stefano Manzi e lo stesso Aegerter. Il portacolori Evan Bros ha un compito arduo, sulla carta 36 punti non sono molti e con quattro round rimanenti restano in palio ben 400 punti. Tuttavia, con un Aegerter praticamente perfetto, è molto dura recuperare un gap che non è mai troppo ampio, ma è il giusto per far stare relativamente tranquillo lo svizzero.

Nonostante ciò, Aegerter non gestisce e va all’attacco, sapendo di averne di più rispetto agli avversari. Lui e Baldassarri fanno la differenza netta su tutti gli altri, perché il terzo in classifica, Can Oncu, è a quota 171 punti, mentre i primi due hanno scollinato i 300 punti (cifra tonda per Baldassarri al termine del round di Barcellona). La costanza dei primi due è ciò che sta pagando in questa stagione, ma quella di Aegerter si sta dimostrando davvero vincente (in tutti i sensi).

Non basta una gara come quella che abbiamo visto domenica a Barcellona per Can Oncu, fuori dai giochi ma comunque molto combattivo in pista. Lo spettacolo offerto al Montmelo è la prova che, al netto della manifesta superiorità di Aegerter, la lotta è davvero intensa. Protagonista del weekend catalano è anche Stefano Manzi, autore di una Gara 2 impeccabile che gli ha consentito di salire sul podio. L’unica sbavatura del portacolori Dynavolt Triumph è stato pizzicare il verde alla Curva 9 all’ultimo giro, manovra che lo ha costretto a cedere la seconda posizione al turco, chiudendo così al terzo posto.

Chi manca un po’ all’appello nel round di Barcellona è Nicolò Bulega. Dopo un grande inizio di stagione, il pilota Ducati ha avuto una flessione e al Montmelo ha raccolto solo due punti con il 14° posto di Gara 2, una magra consolazione dopo la caduta della prima manche che lo ha costretto al ritiro. Bulega resta comunque in quarta posizione nel mondiale, a quota 170 punti, uno solo in meno di Can Oncu. La lotta dunque è su due fronti: la prima è il duello per il titolo, la seconda è per decretare “il primo degli altri”.

condivisioni
commenti
SBK | Barcellona, Gara 2: Bautista senza rivali, 1-2 Ducati con Rinaldi
Articolo precedente

SBK | Barcellona, Gara 2: Bautista senza rivali, 1-2 Ducati con Rinaldi

Prossimo Articolo

Fotogallery SBK | Bautista trionfa in casa e fa sognare Ducati

Fotogallery SBK | Bautista trionfa in casa e fa sognare Ducati

SBK | Test Jerez: la pioggia condiziona il Day 1, solo Redding in pista

Nella prima delle due giornate di test a Jerez, Scott Redding è l’unico ad aver girato a causa della pioggia che ha scombinato i piani. Il duo Kawasaki ufficiale e Tom Sykes sono rimasti ai box e puntano a scendere in pista nella giornata di domani.

WSBK
5 h

SBK | Granado correrà con il team MIE Honda nel 2023

Il team MIE Racing Honda ha annunciato l’ingaggio del pilota brasiliano Eric Granado per la stagione 2023 del Mondiale Superbike.

WSBK
7 h

SBK | Bradley Ray approda nel Mondiale con la Yamaha di Motoxracing

Il campione del BSB farà il salto sul palcoscenico iridato nel 2023, guidando una R1 gestita dalla struttura di Sandro Carusi nelle gara europee inserite nel calendario della prossima stagione.

WSBK
30 nov 2022

Petrucci spiega perché ha preferito la SBK al MotoAmerica

Danilo Petrucci ha spiegato i motivi per cui ha preferito debuttare nel mondiale Superbike nel 2023 piuttosto che restare un secondo anno nel MotoAmerica con Ducati.

WSBK
29 nov 2022

SBK | Laverty di nuovo in ospedale dopo l’incidente di Phillip Island

Eugene Laverty è tornato in ospedale per ulteriori accertamenti dopo aver rassicurato tutti sulle sue condizioni fisiche a seguito della frattura all’anca rimediata nell’incidente di Gara 2 a Phillip Island.

WSBK
28 nov 2022

SBK | Danilo Petrucci correrà con il team Barni nel 2023

Il team Barni Racing ha messo sotto contratto Danilo Petrucci per il 2023: il ternano correrà il prossimo Mondiale Superbike in sella a una Ducati Panigale V4.

WSBK
24 nov 2022

SBK | Redding si aspettava di più da BMW dopo i progressi iniziali

Scott Redding si sarebbe aspettato ulteriori miglioramenti da parte di BMW nel corso del Mondiale Superbike 2022, dopo che i progressi di metà stagione lo avevano spinto a salire più volte sul podio.

WSBK
23 nov 2022

Ducati: è la prima doppietta MotoGP-SBK. Ma ci sono 5 precedenti

Dopo quello della MotoGP con Pecco Bagnaia, la Ducati si è aggiudicata anche il titolo piloti della Superbike grazie ad Alvaro Bautista. Questa non è la prima volta però che un marchio riesce a centrare la doppietta: ripercorriamole tutte con questa cronistoria realizzata dalla Brembo.

MotoGP
23 nov 2022