SBK | Sykes potrebbe tornare nel Mondiale nel 2023 con Puccetti

Tom Sykes vuole tornare nel Mondiale Superbike il prossimo anno e il team Puccetti Kawasaki potrebbe essere la destinazione più probabile per il campione del mondo 2013.

SBK | Sykes potrebbe tornare nel Mondiale nel 2023 con Puccetti
Carica lettore audio

Con ben 349 gare nel Mondiale SBK all'attivo, nelle quali ha totalizzato 34 vittorie ed il record di 51 pole position, Tom Sykes ha chiuso la sua avventura nel team BMW ufficiale lo scorso anno per far posto al connazionale Scott Redding accanto al confermato Michael van der Mark.

La Casa bavarese gli aveva offerto un posto nel team satellite Bonovo MGM, che quest'anno si è allargato e schiera due moto, ma il britannico ha rifiutato l'offerta, preferendo tornare nel BSB in sella alla Ducati della Paul Bird Motorsport.

Tuttavia, l'assenza di Sykes dalla griglia del Mondiale potrebbe rivelarsi di breve durata, dato che il suo obiettivo è quello di rientrare nel giro iridato il prossimo anno, spinto anche da un ritorno nel BSB che non sta andando come sperato, visto che al momento si ritrova solo al 14° posto in campionato.

L'opportunità più ovvia per il 36enne sarebbe quella legata al team satellite della Kawasaki, il Team Puccetti, che sta per separarsi da Lucas Mahias dopo due stagioni nelle quali il francese non è mai riuscito a fare meglio di un settimo posto.

Mahias sembra destinato a fare ritorno nel Mondiale Supersport, nel quale si è anche laureato campione nel 2017 con la Yamaha. Manuel Puccetti invece non ha mai nascosto di volerlo sostituire con un pilota di esperienza, avendo sempre faticato a trovare la competitività dopo aver perso Toprak Razgatlioglu nel 2020.

Se Sykes dovesse effettivamente legarsi alla squadra italiana, tornerebbe a difendere i colori del marchio con cui ha conquistato il titolo nel 2013 e tutte le sue 34 vittorie di manche.

Lucas Mahias, Kawasaki Puccetti Racing

Lucas Mahias, Kawasaki Puccetti Racing

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

"Direi che in questa vita tutto è possibile", ha detto Sykes quando in occasione del round di Donington gli è stato chiesto di un suo eventuale ritorno nel Mondiale. "Naturalmente bisogna valutare la situazione, le possibilità e vedere cosa c'è per il futuro".

"Il tempo non è necessariamente dalla nostra parte, perché stanno già arrivando agosto e la pausa estiva, quindi vedremo. Ma, come ho detto, tutto è possibile".

Sykes ha ribadito che la decisione della BMW di sostituirlo nell'agosto dello scorso anno gli ha lasciato poco tempo per concludere un accordo con un'altra squadra, ma ritiene che un test positivo in sella alla versione SBK della Ducati V4 R abbia dimostrato che ha ancora il potenziale per guadagnarsi la sua chance.

"Credo di dover essere onesto", ha detto. "Quando mi hanno dato la notizia che non avremmo continuato, era piuttosto tardo. Ho perso l'opportunità di avere a che fare con altre squadre molto competitive nel Mondiale Superbike".

"Quindi, in questo senso, la porta non è certamente chiusa. Ho ancora fame e voglia di fare. Per ora sono molto grato della situazione in cui mi trovo, anche se nel BSB stiamo ancora vivendo un momento difficile".

"Ma per fortuna ho girato un po' con la Ducati in versione WSBK e il potenziale mio e del pacchetto non è di certo in discussione. Quindi vedremo cosa ci riserverà il futuro".

Leggi anche:
condivisioni
commenti
SBK | Redding rivela: "Avevo dubitato di essere competitivo con BMW"
Articolo precedente

SBK | Redding rivela: "Avevo dubitato di essere competitivo con BMW"

Prossimo Articolo

SBK | Yamaha non avrà una nuova R1 per la stagione 2023

SBK | Yamaha non avrà una nuova R1 per la stagione 2023