SBK | Portimao, Superpole Race: Razgatlioglu piega Bautista in volata

I primi due della classifica iridata regalano un bellissimo duello, con Bautista che sfrutta il motore della Ducati per passare sul rettilineo e Toprak la sua abilità in staccata della curva 1 per rispondere. Il copione si ripete fino al traguardo con la vittoria del turco, che riduce a 51 punti il gap. Rea è terzo, ma non sembra mai in lotta. Rinaldi chiude quinto, davanti a Bassani e Locatelli.

SBK | Portimao, Superpole Race: Razgatlioglu piega Bautista in volata
Carica lettore audio

La classifica finale è la stessa di Gara 1, almeno per quanto riguarda le prime tre posizioni, ma Toprak Razgatlioglu ha dovuto faticare decisamente di più per portarsi a casa la Superpole Race del round di Portimao e centrare la sua decima affermazione stagionale nel Mondiale Superbike.

Il pilota della Yamaha l'ha spuntata solamente in volata sulla Ducati di Alvaro Bautista e se è riuscito ad imporsi, lo deve soprattutto alla sua rinomata abilità in staccata, che gli ha permesso di rispondere colpo su colpo agli attacchi del leader iridato.

Il ducatista, scattato benissimo dalla seconda fila per portarsi subito lì davanti, usciva come un vero razzo dall'ultima curva e riusciva ad affiancare ed addirittura a sfilare la R1 del rivale turco. Ma poi Toprak era magistrale alla staccata della curva 1, quindi riusciva sempre a rimettersi davanti.

Una dinamica che praticamente poi si è ripetuta ad ogni giro fino alla bandiera a scacchi. A tre tornate dal termine Bautista ha perso per un attimo l'anteriore proprio alla curva 1 e sembrava poter essere il momento chiave. Il ducatista però non si è arreso ed è rimasto incollato a Toprak.

Il campione del mondo però ha stretto i denti ed è rimasto davanti fino alla fine per una manciata di centesimi, riuscendo a recuperare tre punticini e riportandosi a -51 dallo spagnolo, che stamattina ha celebrato il suo 50° podio nel Mondiale SBK.

A completare il podio c'è ancora Jonathan Rea, che per una buona metà di gara è rimasto a fare da spettatore al duello del tandem di testa, senza esserne mai parte troppo attiva però. Poi piano piano si è distanziato, vedendo aumentare il gap anche nella classifica iridata, perché ora sono 73 le lunghezze che lo separano da Bautista.

Con il quarto posto, Alex Lowes si è confermato in un ottimo momento di forma con la seconda Kawasaki, riuscendo a mettersi alle spalle un terzetto tutto tricolore composto dai due ducatisti Michael Ruben Rinaldi, autore di una bella rimonta, ed Axel Bassani, e dalla Yamaha di Andrea Locatelli.

Una bella rimonta l'ha fatta anche Michael van der Mark, bravo a portare la sua BMW fino all'ottavo posto pur partendo nelle parti meno nobili dello schieramento, per mettersi dietro l'altra BMW di Loris Baz e la Honda di Xavi Vierge. Rispetto alle ultime uscite, sta faticando molto invece l'altro pilota della Casa giapponese, ovvero Iker Lecuona, solo 12° davanti ad un deludente Scott Redding.

Da segnalare la caduta di Garrett Gerloff: pur essendosi rialzato da solo sulle sue gambe, il pilota della Yamaha GRT è subito parso piuttosto dolorante e quindi è stato condotto al centro medico per gli accertamenti di rito.

Cla Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Turkey Toprak Razgatlioglu Yamaha 10 -      
2 Spain Alvaro Bautista Ducati 10 0.123 0.123 0.123  
3 United Kingdom Jonathan Rea Kawasaki 10 1.434 1.434 1.311  
4 United Kingdom Alex Lowes Kawasaki 10 1.976 1.976 0.542  
5 Italy Michael Ruben Rinaldi Ducati 10 3.965 3.965 1.989  
6 Italy Axel Bassani Ducati 10 5.969 5.969 2.004  
7 Italy Andrea Locatelli Yamaha 10 6.067 6.067 0.098  
8 Netherlands Michael van der Mark BMW 10 11.297 11.297 5.230  
9 France Loris Baz BMW 10 11.945 11.945 0.648  
10 Spain Xavi Vierge Honda 10 12.014 12.014 0.069  
11 Germany Philipp Oettl Ducati 10 12.692 12.692 0.678  
12 Spain Iker Lecuona Honda 10 12.937 12.937 0.245  
13 United Kingdom Scott Redding BMW 10 15.165 15.165 2.228  
14 France Lucas Mahias Kawasaki 10 18.996 18.996 3.831  
15 Ireland Eugene Laverty BMW 10 20.677 20.677 1.681  
16 United States Jake Gagne Yamaha 10 20.816 20.816 0.139  
17 Germany Marvin Fritz Yamaha 10 24.172 24.172 3.356  
18 San Marino Luca Bernardi Ducati 10 24.575 24.575 0.403  
19 United Kingdom Leon Haslam Kawasaki 10 25.909 25.909 1.334  
20 Japan Kohta Nozane Yamaha 10 26.206 26.206 0.297  
21 Argentina Leandro Mercado Honda 10 26.421 26.421 0.215  
22 France Christophe Ponsson Yamaha 10 27.390 27.390 0.969  
23 Malaysia Hafizh Syahrin Honda 10 29.711 29.711 2.321  
24 Czech Republic Oliver Konig Kawasaki 10 45.459 45.459 15.748  
  United States Garrett Gerloff Yamaha 0        
  Italy Roberto Tamburini Yamaha 0        
condivisioni
commenti

SBK | Ecco gli orari TV di Sky e TV8 del round di Portimao

SBK | Portimao, Gara 2: Bautista nega la tripletta a Razgatlioglu