SBK | Portimao, Gara 1: trionfa Razgatlioglu, ma Bautista limita i danni

Il pilota della Yamaha si impone nella gara ritardata ed accorciata a soli 14 giri dopo l'incidente di Steeman nella Supersport 300. Dopo essersi visto restituire il quarto posto in griglia, Bautista esce alla distanza e si piazza secondo, mantenendo 54 punti su Toprak. Rea parte forte, ma alla fine si deve accontentare del gradino più basso del podio. Quarto c'è un super Bassani, mentre Locatelli e Rinaldi sono sesto e settimo.

SBK | Portimao, Gara 1: trionfa Razgatlioglu, ma Bautista limita i danni
Carica lettore audio

L'attesa è stata molto lunga, ma ne è valsa la pena. La prima gara del weekend di Portimao del Mondiale Superbike avrebbe dovuto prendere il via quando in Italia erano le ore 15, ma si è dovuto aspettare fino alle 16:15, vivendo anche momenti di grande tensione.

Si è dovuto attendere infatti il ritorno dell'elicottero, che aveva trasportato all'ospedale di Faro Victor Steeman, vittima di un grave incidente durante la gara della Supersport 300, che ha inevitabilmente ritardato tutto il programma della giornata.

Una situazione che ha portato ad accorciare a soli 14 giri la distanza di gara, ma che ha anche permesso ai commissari di rivedere alcune delle penalità inflitte al termine della Superpole, riassegnando ad Alvaro Bautista ed Axel Bassani i tempi che gli erano stati cancellati e restituendogli rispettivamente il quarto ed il sesto posto in griglia.

Dopo aver mostrato un grande passo per tutto il weekend, ad imporsi è stato Toprak Razgatlioglu, che ha risposto con grinta allo "sgarbo" di Jonathan Rea, che stamani gli aveva soffiato la Superpole in extremis.

Al via è stato proprio il poleman della Kawasaki a prendere il comando delle operazioni, dando anche la sensazione di aver la possibilità di poter reggere il confronto con la R1 del pilota turco. Al quinto giro però il campione del mondo in carica ha cambiato ritmo e si è infilato di forza all'interno della prima staccata, obbligando anche il nordirlandese della Kawasaki a finire largo.

Una dinamica che ha permesso non solo a Toprak di scavare subito un piccolo solco, involandosi verso la sua nona affermazione stagionale, ma anche alle due Ducati di Bassani e di Bautista di rifarsi sotto. E a sfruttare l'occasione è stato il pilota spagnolo che, nonostante un paio di lunghi alla prima staccata, si è liberato prima dell'italiano e poi anche di Rea.

Tra la posizione restituita in griglia e l'ottima prova odierna, il ducatista è quindi riuscito a limitare i danni su una pista che sulla carta ostica per la Panigale V4, perché dopo gara 1 la situazione lo vede ancora a +54 su Razgatlioglu e a +71 su un Rea battagliero, ma che alla fine si è dovuto accontentare del gradino più basso del podio.

Ennesima grande prova anche per Bassani, che una volta di più ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per lottare con i migliori del lotto, nonostante una moto privata. Dopo essere stato terzo a lungo, il modo con cui ha difeso con le unghie il quarto posto dal ritorno della Kawasaki di Alex Lowes dice molto del momento di forma che sta vivendo Axel, fresco di rinnovo con il Motocorsa Racing.

Subito fuori dalla top ten c'è il tandem tutto tricolore composto da Andrea Locatelli e Michael Ruben Rinaldi, con il pilota della Yamaha che quindi è riuscito a recuperare qualcosina sul ducatista nella battaglia per il quarto posto nel Mondiale. La caduta all'ultimo giro di Scott Redding ha invece spalancato le porte dell'ottavo posto alla Honda di Xavi Vierge, con la BMW di Loris Baz e la Yamaha di Garrett Gerloff a completare la top 10.

Cla Pilota Giri Tempo Gap Distacco Punti
1 Turkey Toprak Razgatlioglu 14 23'33.449     25
2 Spain Alvaro Bautista 14 23'34.106 0.657 0.657 20
3 United Kingdom Jonathan Rea 14 23'36.481 3.032 2.375 16
4 Italy Axel Bassani 14 23'37.920 4.471 1.439 13
5 United Kingdom Alex Lowes 14 23'38.011 4.562 0.091 11
6 Italy Andrea Locatelli 14 23'42.254 8.805 4.243 10
7 Italy Michael Ruben Rinaldi 14 23'46.063 12.614 3.809 9
8 Spain Xavi Vierge 14 23'50.739 17.290 4.676 8
9 France Loris Baz 14 23'50.899 17.450 0.160 7
10 United States Garrett Gerloff 14 23'51.168 17.719 0.269 6
11 Spain Iker Lecuona 14 23'54.840 21.391 3.672 5
12 Germany Philipp Oettl 14 23'55.077 21.628 0.237 4
13 France Lucas Mahias 14 23'56.421 22.972 1.344 3
14 Netherlands Michael van der Mark 14 23'59.257 25.808 2.836 2
15 Ireland Eugene Laverty 14 24'03.328 29.879 4.071 1
16 Italy Roberto Tamburini 14 24'03.717 30.268 0.389  
17 San Marino Luca Bernardi 14 24'04.368 30.919 0.651  
18 United Kingdom Scott Redding 14 24'07.234 33.785 2.866  
19 United States Jake Gagne 14 24'07.622 34.173 0.388  
20 Japan Kohta Nozane 14 24'11.582 38.133 3.960  
21 Germany Marvin Fritz 14 24'12.449 39.000 0.867  
22 France Christophe Ponsson 14 24'14.550 41.101 2.101  
23 Argentina Leandro Mercado 14 24'21.109 47.660 6.559  
24 Czech Republic Oliver Konig 14 24'35.209 1'01.760 14.100  
  United Kingdom Leon Haslam 7 7 laps      
  Malaysia Hafizh Syahrin 2 12 laps      
condivisioni
commenti

Supersport 300 | Grave incidente per Victor Steeman a Portimao

SBK | Ecco gli orari TV di Sky e TV8 del round di Portimao