SBK, Most, Libere 2: pioggia protagonista, la spunta Gerloff

Garrett Gerloff guida la doppietta Yamaha precedendo Toprak Razgatlioglu nella seconda sessione di prove libere, caratterizzata dalla pioggia. Molti piloti sono rimasti nei box e solo in 14 hanno un tempo cronometrato. Rea e Redding hanno preferito non prendere rischi.

SBK, Most, Libere 2: pioggia protagonista, la spunta Gerloff

Nella seconda sessione di prove libere, la pioggia rovina i piani dei piloti, che avevano l’intenzione di sfruttare i turni del venerdì per familiarizzare con la nuova pista e lavorare sulle moto in vista delle gare. Tuttavia l’asfalto bagnato ha fatto sì che molti decidessero di non prendere rischi, rimanendo così ai box. A saggiare le condizioni del tracciato sono stati durante i 45 minuti di sessione solo 14 piloti, con Garrett Gerloff che ha ottenuto il miglior crono.

Lo statunitense chiude al comando la seconda sessione di prove libere, dimostrando anche sul bagnato quanto Yamaha sia efficace a Most. L’alfiere GRT è autore di un 1’35”301, un tempo alto chiaramente, ma che lo porta davanti a tutti infliggendo quattro decimi sul compagno di marca. Toprak Razgatlioglu guida la doppietta Yamaha con il secondo crono ed è l’unico dei top rider ad essere sceso in pista in questa seconda sessione così insidiosa.

Alle spalle del duo Yamaha troviamo un ottimo Axel Bassani, primo degli unici due piloti Ducati scesi in pista in questo turno. L’italiano è terzo e paga 640 millesimi dalla vetta, mentre Tito Rabat, con l’altra Panigale V4R del team Barni, resta in decima posizione dopo aver completato solo due giri. Spettatori invece i due portacolori ufficiali: Michael Ruben Rinaldi e Scott Redding sono rimasti nei box per tutto il turno, con quest’ultimo spesso a colloquio con Jonathan Rea e Chaz Davies, anche loro fermi per tutti i 45 minuti di sessione. Il gallese è uscito per verificare le condizioni, salvo poi rientrare immediatamente e nessuno di loro ha un tempo cronometrato.

In quarta posizione si piazza Alvaro Bautista, che con la sua Honda precede il plotone Yamaha. Chiaramente il turno di questo pomeriggio non è indicativo, ma la presenza di ben cinque R1 nelle prime sette posizioni lascia pensare che questa moto ben si adatti alle 21 curve del tracciato ceco. Lo spagnolo resta davanti ad un ancora sorprendente Marvin Fritz. Il pilota Yart, wildcard per questo weekend, si conferma in forma  e si porta in quinta posizione, davanti a un altrettanto ottimo Andrea Locatelli. Il campione Supersport in carica è sesto con la R1 del team ufficiale ed è davanti all’altro portacolori Yart, Karel Hanika, settimo.

Honda approfitta della pioggia per continuare a lavorare sulla CBR 1000RR-R e porta entrambi i piloti in top 10, grazie allo specialista del bagnato Leon Haslam: il britannico è nono, alle spalle di Michael van der Mark, primo dei piloti BMW in pista in questa sessione pomeridiana. A chiudere la top 10 troviamo Rabat che, come detto, è decimo.

Un altro tempo cronometrato è quello di Alessandro Delbianco, presente questo weekend per sostituire Mercado, positivo al Covid. L’italiano in sella alla Honda è il pilota che ha completato il maggior numero di giri, ben 11, e chiude in 11esima posizione, a poco più di 14 secondi dalla vetta. Alle sue spalle di piazza Khota Nozane, 12esimo, mentre chiudono il gruppo dei piloti con un crono Jonss Folger, 13esimo con l’altra BMW, e Christophe Ponsson, 14esimo. Senza tempo, oltre ai già citati, sono Isaac Vinales, Alex Lowes, Jayson Uribe, Tom Sykes e Loris Cresson.

condivisioni
commenti
SBK, Most, Libere 1: Razgatlioglu detta legge, Rea sesto

Articolo precedente

SBK, Most, Libere 1: Razgatlioglu detta legge, Rea sesto

Prossimo Articolo

Furia Redding: “Most è pericolosa, perché siamo qui? Ho paura!”

Furia Redding: “Most è pericolosa, perché siamo qui? Ho paura!”
Carica commenti
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021
Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits? Prime

Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits?

La tripletta di Magny-Cours diventa una doppietta per Toprak Razgatlioglu, privato della vittoria in Superpole Race per aver superato i limiti della pista all’ultimo giro. Il caso Yamaha-Kawasaki riapre la questione dei track limits, considerati ormai un’esasperazione che condiziona fin troppo gli esiti delle gare.

WSBK
7 set 2021
Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo Prime

Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo

Al termine del round di Assen, i volti di Redding e Rinaldi sono tutt’altro che distesi. L’incostanza è il comune denominatore di una stagione che prende una piega sempre più ‘nipponica’, e i due portacolori ufficiali chiedono un maggiore sviluppo se vogliono continuare a lottare per il titolo.

WSBK
4 ago 2021
Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha? Prime

Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha?

Garrett Gerloff è da sempre considerato la promessa del mondiale Superbike, tanto da ricevere le attenzioni della MotoGP e aver oscurato il pilota ufficiale Yamaha Superbike Andrea Locatelli. Ma il disastro di Assen cambia le gerarchie a Iwata?

WSBK
27 lug 2021
Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti" Prime

Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti"

In questo nuovo appuntamento con Il Rosa dei Motori, Lorenza D'Adderio intervista Ana Carrasco. La campionessa del Mondiale SSP300 del 2018 si racconta, evidenziando quanto l'ottimismo e l'entusiasmo siano ingredienti fondamentali per chi, come lei, ha dovuto recuperare le forze dopo un tremendo infortunio. Una motociclista temeraria e di talento, che non è indifferente a un altro grande campione come Jonathan Rea...

WSBK
22 lug 2021
BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita? Prime

BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita?

Tom Sykes e Michael van der Mark difficilmente dimenticheranno il round di Donington, grazie ai podi conquistati e alla solidità mostrata durante tutto il weekend. BMW convince e non vuole che questi risultati siano una tantum. L’obiettivo in Olanda è dimostrare di essere cresciuti davvero e di poter dire la propria, dando prova del fatto che Donington è stato solo il punto di partenza di una rinascita.

WSBK
9 lug 2021
Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale? Prime

Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale?

Scott Redding mette in archivio il round di Donington, il peggiore della sua stagione fino ad ora. Due zeri e neanche un podio sono il bilancio di un weekend che potrebbe segnare la fine della lotta iridata. "Difficile ma non impossibile", dice Redding. Ma da Assen serve la svolta.

WSBK
6 lug 2021
Mara Soto: "Essere meccanico di Rea, l'occasione della vita" Prime

Mara Soto: "Essere meccanico di Rea, l'occasione della vita"

In questa puntata de "Il Rosa dei Motori", Lorenza D'Adderio intervista Mara Soto, meccanico Kawasaki nel team impegnato nel mondiale Superbike. Un viaggio attraverso i ricordi, gli obiettivi di una giovane ragazza che realizza il sogno di lavorare al fianco di un grande campione come Jonathan Rea.

WSBK
1 lug 2021