Monza: una chicane per le Moto, che piace alla F.1

Monza: una chicane per le Moto, che piace alla F.1

Verrebbe saltato il Curvone, usando il vecchio tratto Pirelli. L'avrebbe vista anche Vettel che è rimasto incuriosito

Monza cambierà volto per le Moto, ma la modifica della pista dello Stradale stuzzica anche l'appetito della Formula 1, sebbene Bernie Ecclestone storca la bocca. Jarno Zaffelli, l'architetto che ha disegnato il circuito argentino di Termas de Rio Hondo, avrebbe tracciato un nuovo lay out della pista brianzola per riportare le SBK nel calendario della serie iridata.

La proposta prevede l'abbandono della Curva Grande per sfruttare l'esistente tratto Pirelli, realizzato nel 1948 e impiegato fino al 1954 che dal rettilineo principale si raccordava come una sorta di Parabolica all'Ascari.

Secondo quanto è stato anticipato oggi dalle colonne della Gazzetta dello Sport, il progetto prevederebbe l'utilizzo di questo tronco di asfalto esistente che andrebbe a raccordarsi proprio con l'uscita del Curvone, introducendo, però, una chicane sinistra-destra del tutto nuova che verrebbe realizzata con un'altimetria di 2,5 metri, in modo da renderne cieco l'ingresso.

Secondo Andrea Cremonesi la F.1 non sarebbe insensibile a questo cambiamento di percorso: si dice che Sebastian Vettel abbia avuto l'opportunità di scoprire la modifica in anteprima (al simulatore?) e ne sia rimasto affascinato, così come la FIA valuterebbe positivamente questo disegno che consentirebbe alle LMP1 che vogliono provare la 24 Ore di Le Mans saltando la prima chicane, di girare in piena sicurezza.

Monza, quindi, si troverebbe nella condizione di offrire due differenti configurazioni: la modifica richiederà un costo di 4 milioni di euro. I lavori dovrebbero essere conclusi entro la primavera del prossimo anno. Ma con questo nuovo disegno resterà lo stesso il "tempio della velocità"?

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Articolo di tipo Rumor
Tag chicane, monza, variate