SBK, Magny-Cours, Superpole Race: Rea vince ancora sul bagnato

Jonathan Rea conquista il successo numero 99 nella Superpole Race bagnata di Magny-Cours e si avvicina ormai al sesto titolo mondiale. Doppietta Kawasaki, con Alex Lowes secondo, Michael van der Mark beffa Scott Redding nel finale e conquista il terzo gradino del podio.

SBK, Magny-Cours, Superpole Race: Rea vince ancora sul bagnato

La domenica è bagnata a Magny-Cours, dove la Superbike disputa il penultimo round di questa stagione così particolare. La pista francese si conferma terreno di conquista di Jonathan Rea, che nella Superpole Race di questa mattina conquista la sua vittoria numero 99 e si avvicina al 110esimo successo, oltre ad avere sempre più in pugno il sesto titolo mondiale.

Kawasaki festeggia una splendida doppietta nella gara breve della domenica, grazie all’ottima seconda posizione di Alex Lowes. Il britannico è autore di una buona partenza che lo porta subito a lottare per la vittoria, salvo poi doversi piegare al compagno di squadra, tagliando il traguardo con 2.3 secondi di ritardo.

Completa il podio Michael van der Mark, che ha la meglio su Scott Redding, decisamente aggressivo ed in forma nelle ultime fasi di gara. I due hanno dato vita ad una battaglia senza sconti, scambiandosi le posizioni in condizioni non ottimali. Alla bandiera a scacchi è l’olandese della Yamaha ad ottenere il terzo posto, lasciando il pilota Ducati ai piedi del podio per soli 142 millesimi. Per Redding la lotta al titolo si fa ormai quasi impossibile, sono 71 i punti di distacco da Rea, ormai lanciato verso il sesto titolo.

L’altra Panigale V4R è quinta: Chaz Davies si rende protagonista di grandi manovre su pista bagnata in un duello con Loris Baz e riesce a mettergli le ruote davanti al termine della Superpole Race. Il pilota Ducati si aggiudica così la partenza dalla seconda fila in Gara 2 di oggi pomeriggio ed a fianco a lui troveremo proprio il francese del team Ten Kate, sesto questa mattina.

Michael Ruben Rinaldi passa sotto la bandiera a scacchi in settima posizione, davanti ad un Garrett Gerloff poco preciso ed incline all’errore. In più di un’occasione infatti, lo statunitense del team GRT è andato largo rientrando in pista e perdendo la possibilità di essere davanti come in Gara 1 sabato. Gerloff precede al traguardo un Toprak Razgatlioglu decisamente opaco e mai protagonista, solo nono. Chiude la top 10 Leandro Mercado.

In casa BMW è notte fonda: i due piloti partivano dalla prima fila ma non capitalizzano il vantaggio e arretrano giro dopo giro. Eugene Laverty è solamente 15esimo, mentre Tom Sykes rientra ai box per problemi tecnici a pochi giri dal termine. Finisce la gara in anticipo anche Federico Caricasulo, scivolato nelle ultime fasi. Il pilota italiano si è recato al centro medico per accertamenti.  

Cla # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 1 United Kingdom Jonathan Rea Kawasaki 10 18'01.545      
2 22 United Kingdom Alex Lowes Kawasaki 10 18'03.932 2.387 2.387  
3 60 Netherlands Michael van der Mark Yamaha 10 18'04.751 3.206 0.819  
4 45 United Kingdom Scott Redding Ducati 10 18'04.893 3.348 0.142  
5 7 United Kingdom Chaz Davies Ducati 10 18'08.587 7.042 3.694  
6 76 France Loris Baz Yamaha 10 18'10.100 8.555 1.513  
7 21 Italy Michael Ruben Rinaldi Ducati 10 18'12.709 11.164 2.609  
8 31 United States Garrett Gerloff Yamaha 10 18'14.173 12.628 1.464  
9 54 Turkey Toprak Razgatlıoğlu Yamaha 10 18'21.381 19.836 7.208  
10 36 Argentina Leandro Mercado Ducati 10 18'21.886 20.341 0.505  
11 91 United Kingdom Leon Haslam Honda 10 18'22.000 20.455 0.114  
12 12 Spain Javier Fores Kawasaki 10 18'28.115 26.570 6.115  
13 20 France Sylvain Barrier Ducati 10 18'28.905 27.360 0.790  
14 19 Spain Alvaro Bautista Honda 10 18'31.371 29.826 2.466  
15 50 Ireland Eugene Laverty BMW 10 18'32.758 31.213 1.387  
16 53 Valentin Debise Kawasaki 10 18'33.784 32.239 1.026  
17 97 Italy Samuele Cavalieri Ducati 10 18'43.072 41.527 9.288  
18 34 Xavier Pinsach Kawasaki 10 18'52.049 50.504 8.977  
19 13 Japan Takumi Takahashi Honda 10 18'59.382 57.837 7.333  
20 66 United Kingdom Tom Sykes BMW 9 1 lap      
  64 Italy Federico Caricasulo Yamaha 0      
condivisioni
commenti
Mondiale SBK 2020: Rea trionfa e si lancia verso il sesto titolo
Articolo precedente

Mondiale SBK 2020: Rea trionfa e si lancia verso il sesto titolo

Prossimo Articolo

SSP, Magny-Cours, Gara 2: Locatelli out, ne approfitta Mahias

SSP, Magny-Cours, Gara 2: Locatelli out, ne approfitta Mahias
Carica commenti
SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale Prime

SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale

Toprak Razgatlioglu è il nuovo campione del mondo della Superbike, il turco è riuscito a battere Rea dopo sei anni di dominio incontrastato. Ma il titolo del pilota Yamaha non rappresenta solo un cambiamento al vertice, segna anche il rinnovo del campionato, un ricambio generazionale che disegna un bel futuro per le derivate di serie.

WSBK
24 nov 2021
Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike? Prime

Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike?

Axel Bassani ha sfiorato il podio in Argentina, dopo essere stato in lotta con i tre grandi protagonisti del mondiale. Un weekend incredibile quello del pilota del team Motocorsa, che conferma il grande cammino di crescita e fa pensare che un futuro roseo per Ducati possa essere proprio nelle sue mani.

WSBK
20 ott 2021
SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi Prime

SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi

La lotta mondiale fra Toprak Razgatlioglu e Jonathan Rea è sempre più intensa, con l'avvicinarsi della fine di questa stagione così avvincente i due sono molto vicini in classifica. Questa situazione di grande equilibrio, che a Portimao ha raggiunto il culmine, ci sta consegnando una vera e propria guerra di nervi fra i due contendenti al titolo.

WSBK
6 ott 2021
Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini" Prime

Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano, oltre a quanto successo in Russia, il lutto vissuto dal mondo delle due ruote in quel di Jerez, che piange la perdita di Dean Berta Vinales

WSBK
29 set 2021
SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento Prime

SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento

La tragica scompare di Dean Berta Vinales nel sabato del round di Jerez ha scosso non solo il paddock della Superbike ma l'intero motociclismo. Insieme al dolore, sorgono però tanti interrogativi e il grido che si leva è quello dei piloti, che chiedono un cambiamento per una classe diventata troppo pericolosa.

WSBK
28 set 2021
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021
Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits? Prime

Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits?

La tripletta di Magny-Cours diventa una doppietta per Toprak Razgatlioglu, privato della vittoria in Superpole Race per aver superato i limiti della pista all’ultimo giro. Il caso Yamaha-Kawasaki riapre la questione dei track limits, considerati ormai un’esasperazione che condiziona fin troppo gli esiti delle gare.

WSBK
7 set 2021