SBK, Imola, Warm-Up: Rea rifila un secondo e mezzo agli avversari sul bagnato

Sotto la pioggia di Imola, il Campione del mondo in carica scende sotto i due minuti ed infligge distacchi pesanti a tutti gli avversari. Arrancano ancora le due Ducati, con Bautista che non va oltre l’ottavo crono e Chaz Davies fuori dalla top 10. Ottimo crono di Alessandro Delbianco, terzo.

SBK, Imola, Warm-Up: Rea rifila un secondo e mezzo agli avversari sul bagnato
Carica lettore audio

La domenica mattina di Imola inizia sotto la pioggia, ma Jonathan Rea sembra non preoccuparsene e chiude il warm up con il miglior crono. Dopo i primi giri di adattamento, ha subito iniziato ad abbassare i tempi, scendendo per primo sotto i due minuti e restando l’unico pilota in tutta la sessione ad inanellare giri veloci. È doppietta Kawasaki, con Leon Haslam secondo che però accusa quasi un secondo e mezzo di ritardo dal compagno di squadra. Il britannico riesce a trovare il suo miglior giro proprio nel finale, ma non può nulla contro lo strapotere del campione in carica.

Inizia in salita l’ultima giornata di gare per la Ducati, che non riesce a trovare un buon crono sotto l’acqua. Alvaro Bautista non va oltre l’ottava posizione, mentre Chaz Davies è undicesimo. Il leader del campionato accusa quasi tre secondi dal diretto rivale in classifica e non riesce a trovare un buono spunto su una pista che conosce ancora poco. Il gallese invece va oltre i tre secondi di ritardo dalla vetta.

Chi invece riesce a trovare un gran giro è Alessandro Delbianco, che si porta alle spalle delle due Kawasaki, pur accusando quasi due secondi di ritardo. L’italiano è il primo delle Honda e riesce a beffare anche le due Yamaha ufficiali di Michael van der Mark e Alex Lowes. I due portacolori del Team Pata, autori di tempi interessanti durante la sessione, sono quarto e quinto rispettivamente e restano a ben due secondi da Rea.

 In un warm up particolare la spunta Kiyonari, che agguanta il sesto tempo davanti a Michael Ruben Rinaldi. Il pilota del team Barni è il primo delle Ducati e precede anche i due ufficiali del team Aruba.it. Chiudono la top 10 Tom Sykes e Marco Melandri, nono e decimo rispettivamente.

condivisioni
commenti

La delusione di Davies: “Abbiamo perso una grande opportunità”

SBK, Imola: Rea si impone nella Superpole Race, Davies a podio