SBK: il futuro di Redding in Ducati è ancora in bilico

Scott Redding ammette che il suo futuro all'interno del team ufficiale Ducati in Superbike è in discussione e che ha avuto delle conversazioni anche con altre squadre in ottica 2022.

SBK: il futuro di Redding in Ducati è ancora in bilico

edding ha esordito nel Mondiale lo scorso anno con il marchio italiano, dopo aver conquistato il titolo del British Superbike in sella ad una Panigale V4 R nel 2019, andando ad occupare lo spazio lasciato libero nel team ufficiale da Alvaro Bautista, approdato alla Honda.

Tuttavia, l'accordo biennale del britannico scade alla fine della stagione e deve ancora essere rinnovato.

Le recenti speculazioni hanno collegato Bautista a un possibile ritorno in Ducati in mezzo alle attuali difficoltà della Honda, mentre Danilo Petrucci, estromesso dalla KTM Tech3 in MotoGP per il 2020 e il pilota del team satellite Motocorsa Axel Bassani sono stati anche collegati alla Casa di Borgo Panigale.

Parlando del suo futuro a Most, Redding ha accennato all'insoddisfazione per la mancanza di riconoscimento delle sue prestazioni da parte del suo attuale datore di lavoro, ma ha ammesso di voler rimanere su una moto in grado di vincere.

"Quando la moto è buona, tutti possono guidarla", ha detto Redding. "Quando non è così buona, è in quel momento che fa la differenza un pilota".

"Mi piace quando la gente lo apprezza, e mi dà fastidio quando non lo fa. Se se lo aspettano... Non so dove siano finiti gli altri ragazzi [Ducati], ma non erano in lotta per la vittoria".

 

Leggi anche:

"Stiamo parlando con diverse squadre. Alcune squadre hanno questo apprezzamento per la mia dedizione, il mio duro lavoro e la mia voglia di lottare per avere successo in una situazione difficile. C'è stato tanto interesse da parte di altri costruttori".

"Ma dobbiamo vedere qual è l'opzione migliore per me. Voglio ancora vincere delle gare quindi ho bisogno di avere un pacchetto che sia in grado di farlo".

Le opzioni per cambiare squadra per il 2022 sembrano essere limitate per Redding, con la Kawasaki che ha già confermato Alex Lowes per un altro anno accanto a Jonathan Rea, e Toprak Razgatlioglu e Michael van der Mark che hanno entrambi contratto per Yamaha e BMW rispettivamente.

Sia Andrea Locatelli (Yamaha) che Tom Sykes (BMW) hanno buone chance di rimanere, che lascerebbe Honda - che attualmente non ha piloti contratto per il prossimo anno - come l'unica fabbrica con un posto vacante.

Dopo la sua vittoria nella gara conclusiva a Most, gli è stato chiesto se questo risultato potesse cambiare la situazione e Redding ha risposto: "Non proprio. Le cose sono ancora in aria.

"Ma sono stato costantemente il miglior pilota della Ducati. Sto facendo tutto quello che posso fare. Se vinco, vinco, se non ci riesco sarò ancora lì a lottare con il cuore".

Rinaldi certo di restare al 99%

Dall'altra parte del box Ducati, il compagno di squadra di Redding, Michael Ruben Rinaldi, ha chiarito che il suo accordo per unirsi alla squadra quest'anno contiene un'opzione per rimanere nel 2022 e che questa è "vicina" ad essere attivata.

"Penso che la cosa normale sarebbe continuare insieme", ha detto Rinaldi. "Penso che continuerò con loro al 99% e sono felice di continuare".

"Questo è un progetto a lungo termine, sono giovane e se hanno investito su di me è perché credono in me. Non avrebbe senso fermare il contratto. Ho un'opzione per un altro anno, non è confermato, ma siamo vicini".

condivisioni
commenti
Report SBK: A Most Rea sbaglia, Toprak azzanna. Mondiale riaperto
Articolo precedente

Report SBK: A Most Rea sbaglia, Toprak azzanna. Mondiale riaperto

Prossimo Articolo

La Suzuki torna in SBK per la prima volta dal 2018 a Navarra

La Suzuki torna in SBK per la prima volta dal 2018 a Navarra
Carica commenti
SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale Prime

SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale

Toprak Razgatlioglu è il nuovo campione del mondo della Superbike, il turco è riuscito a battere Rea dopo sei anni di dominio incontrastato. Ma il titolo del pilota Yamaha non rappresenta solo un cambiamento al vertice, segna anche il rinnovo del campionato, un ricambio generazionale che disegna un bel futuro per le derivate di serie.

WSBK
24 nov 2021
Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike? Prime

Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike?

Axel Bassani ha sfiorato il podio in Argentina, dopo essere stato in lotta con i tre grandi protagonisti del mondiale. Un weekend incredibile quello del pilota del team Motocorsa, che conferma il grande cammino di crescita e fa pensare che un futuro roseo per Ducati possa essere proprio nelle sue mani.

WSBK
20 ott 2021
SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi Prime

SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi

La lotta mondiale fra Toprak Razgatlioglu e Jonathan Rea è sempre più intensa, con l'avvicinarsi della fine di questa stagione così avvincente i due sono molto vicini in classifica. Questa situazione di grande equilibrio, che a Portimao ha raggiunto il culmine, ci sta consegnando una vera e propria guerra di nervi fra i due contendenti al titolo.

WSBK
6 ott 2021
Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini" Prime

Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano, oltre a quanto successo in Russia, il lutto vissuto dal mondo delle due ruote in quel di Jerez, che piange la perdita di Dean Berta Vinales

WSBK
29 set 2021
SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento Prime

SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento

La tragica scompare di Dean Berta Vinales nel sabato del round di Jerez ha scosso non solo il paddock della Superbike ma l'intero motociclismo. Insieme al dolore, sorgono però tanti interrogativi e il grido che si leva è quello dei piloti, che chiedono un cambiamento per una classe diventata troppo pericolosa.

WSBK
28 set 2021
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021
Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits? Prime

Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits?

La tripletta di Magny-Cours diventa una doppietta per Toprak Razgatlioglu, privato della vittoria in Superpole Race per aver superato i limiti della pista all’ultimo giro. Il caso Yamaha-Kawasaki riapre la questione dei track limits, considerati ormai un’esasperazione che condiziona fin troppo gli esiti delle gare.

WSBK
7 set 2021