SBK | Go Eleven presenta la Ducati Panigale 2022 di Oettl

Il team Go Eleven ha tolto i veli alla Ducati Panigale V4R con cui disputerà la stagione 2022 del mondiale Superbike. La quattro cilindri della squadra satellite di Borgo Panigale verrà affidata a Philipp Oettl, al debutto nella classe principale del mondiale delle derivate di serie.

SBK | Go Eleven presenta la Ducati Panigale 2022 di Oettl
Carica lettore audio

Inizia il conto alla rovescia per l’inizio della stagione e pian piano i team stanno svelando le moto che si presenteranno ai nastri di partenza del campionato 2022 del mondiale Superbike. Oggi è il turno del team Go Eleven, uno dei primi a togliere i veli alla propria Panigale. La squadra satellite di Ducati farà affidamento a Philipp Oettl quest’anno, al debutto nella classe principale.

Se l’anno scorso aveva stupito con il colore turchese, quest’anno Go Eleven conferma la livrea che tanto era stata apprezzata nel 2021, non virando pertanto sul rosso Ducati. La squadra di Gianni Ramello continua sulla linea dello scorso anno, ma con la grande novità rappresentata dal pilota: la scorsa stagione infatti si era affidata al veterano Chaz Davies, mentre quest’anno punta su Philipp Oettl, giovane che esordisce in Superbike.

Il tedesco proviene dalla Supersport, in cui ha corso con Kawasaki, pertanto nei test già disputati e in quelli della prossima settimana a Misano punta ad adattarsi alla categoria e alla moto. L’obiettivo è chiaramente quello di raccogliere il testimone di Chaz Davies prima e di Loris Baz poi. Il gallese infatti ha annunciato il ritiro dalle corse lo scorso anno, ma è stato costretto a saltare gli ultimi due round per un infortunio, essendo stato sostituito dal francese. Baz si è difeso decisamente bene sia a Jerez sia a Portimao (appuntamenti in cui ha corso al posto di Davies). Il compito di Oettl sarà quello di abituarsi alla Superbike per poi puntare al miglior risultato possibile in una stagione in cui dovrà prendere le misure della massima classe delle derivate di serie.

A Cherasco, città nelle Langhe dove ha avuto luogo la presentazione, Philipp Oettl ha parlato della sua nuova avventura in Superbike: “Sono felice per questa nuova parte della mia vita. Il passaggio dalla Supersport alla Superbike è importante e questa Ducati ha un potenziale incredibile. A Portimao sono rimasto sbalordito quando l’ho provata la prima volta e non vedo l’ora di salire di nuovo in sella e tornare in pista”.

Oettl sarà dunque un pilota giovane, scommessa importante per il team Go Eleven, che lo scorso anno aveva puntato su un veterano. Gianni Ramello, proprietario della squadra, commenta: “Dopo Davies abbiamo deciso di ricominciare con un giovane talento e siamo fieri di tornare in griglia di partenza dopo un 2021 che possiamo comunque definire positivo. Pensiamo alle belle cose che ci ha dato Loris Baz a fine stagione. Se guardiamo al futuro, Oettl è un ragazzo giovane e lavoratore, si può intraprendere un bel percorso”.

Prende la parola anche Dennis Sacchetti, che entra più nel dettaglio tecnico della Panigale V4R, che però definisce non particolarmente stravolta: “Questa moto deriva dalla versione del 2021 e ha diversi miglioramenti in termini tecnici. Non è differente, ma sicuramente è un’evoluzione della moto precedente grazie al lavoro di sviluppo. A Portimao abbiamo lavorato con Philipp Oettl e ho visto che c’è già sintonia, è un grande ragazzo e ha un metodo di lavoro incredibile”.

condivisioni
commenti
SSP | Evan Bros svela la Yamaha 2022 di Baldassarri e Sebestyen
Articolo precedente

SSP | Evan Bros svela la Yamaha 2022 di Baldassarri e Sebestyen

Prossimo Articolo

SBK | Tegola van der Mark: gamba fratturata, salta i test a Misano

SBK | Tegola van der Mark: gamba fratturata, salta i test a Misano